pulp Erotismo e sangue, contenuti forti di efferatezze e situazioni eccitanti

Le ultime storie per adulti del genere pulp

Il genere Pulp raccoglie quei racconti erotici che propongono vicende dai contenuti forti, abbondanti di crimini violenti, efferatezze e situazioni macabre. Storie di erotismo e sangue. Storie per adulti che contemplano sofferenze fisiche, mutilazioni e/o addirittura morte. Il connubio sesso e morte sfocia spesso nel mistero, in questa categoria invece troverete racconti erotici espliciti, che lasciano decisamente meno spazio all’immaginazione.

4 3 0 racconti erotici del genere pulp e sono stati letti 1 8 0 4 6 1 6 volte.

Victor Mature. Mister ventiquattro centimetri. Autobiografia. 7.Parte ed Epilogo.-
Heather. Ora è il momento, inutile indugiare, lo voglio fare. E non voglio neanche giocare troppo, non ho bisogno di essere sedotta, lo sono pienamente da lui, dalla mia necessità. Lui? E' interessato, mi vuole, lo so! Cosa mi metto? Nuda no, non è da me, tornerò da lui con questa lunga t-shirt, con questa ampia scollatura che mi lascia...
scritto il 2019-04-09 | da Tibet
Sangue
Le temperature sono precipitate: dopo un avvio di primavera, le neve si è fatta rivedere a basse quote. Nulla di nuovo: succede da alcuni anni. Il freddo che sento non è fuori di me, però. Lo sento nascere dal basso ventre e diffondersi silenzioso, inconsiderato fino a quando non è troppo tardi. Prende i muscoli, le viscere, le ossa e poi...
scritto il 2019-04-07 | da carognetta
Lamia
Sono settimane che sto inscatolando libri, il quarto e spero ultimo trasloco della mia vita, sono settimane ho detto, ma a me, paiono mesi, anni, ogniuno di quei volumi mi ricorda qualcosa, ha una storia, un posto particolare dove l'ho scovato, un volto di chi me lo ha regalato... Tutta la mia biblioteca potrebbe entrare in una chiavetta USB,...
scritto il 2019-04-05 | da scopertaeros69
Freak 3: Ping e Ling, i gemelli siamesi
Nel 1881 Barnull, Il proprietario del famoso circo di stranezze aveva acquistato Ling e Ping da una coppia di immigrati orientali, li aveva pagati solo un pugno di sterline, del resto diceva di non avere nessuna intenzione di pagare per due persone quando in realtà ne stava comprando solo una. Si rivelarono uno dei suoi affari migliori e una...
scritto il 2019-04-03 | da beast
Freak 2: Alda, la donna cannone
Una delle attrazioni meno macabre del circo era la donna cannone. Alda era nata prematura di circa un mese e alla nascita pesava solo due chili e quattrocento grammi, anche da bambina non aveva mai dato segni di un metabolismo particolare, ma poi, durante l’adolescenza il suo peso aveva cominciato a crescere in modo abnorme. A 13 anni era alta...
scritto il 2019-04-02 | da beast
Il Castello: la Culla di Giuda
ATTENZIONE. QUESTO EPISODIO CONTIENE SCENE, DESCRIZIONI E RIFERIMENTI VIOLENTI. GLI EVENTI RAPPRESENTATI SONO RIGOROSAMENTE DI FANTASIA E NON RIFERITI AD EPISODI REALMENTE ACCADUTI: QUALUNQUE SOMIGLIANZA A PERSONE O FATTI VERIFICATISI NELLA REALTA’ E’ PURAMENTE CASUALE. CHI SCRIVE NON INTENDE TURBARE NESSUNO E PERTANTO INVITA CHIUNQUE POSSA...
scritto il 2019-03-31 | da Patrizia V.
Alexia
John Duncan era da sempre un grande appassionato di tecnologia. Era anche un professionista free-lance, a volte lavorava per il governo degli Stati Uniti, altre volte per clienti privati, l’unica variabile che gli avrebbe fatto accettare o meno un lavoro era la cifra. Duncan era un killer a pagamento. Quando a chiedergli di uccidere qualcuno...
scritto il 2019-03-31 | da beast
Il Castello: Fra le Braccia del Carnefice
Il sesso è la cosa migliore del mondo, si sa. Ma il sesso fatto con amore è ancora meglio di quello brutale. Se poi l’amore è condito dalla paura, diventa sublime… Eva e io ci amiamo, e siamo preoccupate. Sento il fremito della sua carne tenera sotto i denti e la lingua, e avverto la vibrazione nella sua voce quando geme di piacere. Il...
scritto il 2019-03-31 | da Patrizia V.
Tripoli bel suol d'amore
Il sole batteva duro sul deserto libico, ma l'aria secca rendeva così gradevole starsene all'aperto, lontano dall'aria condizionata dell'arcologia, e all'ombra dei tendoni. L'arcologia Scipio, un monolite alto milleduecento metri, due chilometri alla base, visibile a occhio nudo da mezza Tripolitania. Dotata di un ecosistema interno...
scritto il 2019-03-30 | da Hermann Morr
Il Castello: i Cadaveri si Ammucchiano
Mi riscaldo le mani gelate accanto al fuoco che crepita sempre nel caminetto della sala da pranzo. Karin mi offre un altro bicchiere di slivoviz per aiutarmi a scaldare le vene, ma io rifiuto: la ciucca mi è passata di colpo tirando a secco il cadavere e poi trascinandolo nella neve fino alla finestra per farlo vedere agli altri, e so che se...
scritto il 2019-03-27 | da Patrizia V.
Legata col Sangue ---III Parte
Lo rintracciammo attraverso il numero di targa del camion, ed arrivare a lui e là dove si sentiva più al sicuro, fu per noi il primo tassello del puzzle di sangue. Si occupava del trasporto e della consegna di ricambi agricoli per conto di una compagnia della zona che commerciava anche con l'Italia. Quando non era in viaggio, per lavoro, il...
scritto il 2019-03-27 | da Mia Sempre
Vania
I primi modelli di technowoman che furono messi sul mercato dalla Biotech non erano particolarmente sofisticati, ma trovarono ugualmente i loro coraggiosi clienti tra quegli uomini, per lo più patiti dei gadget tecnologici e tentati dall’idea di rapporti sessuali facili. Mano a mano che la tecnologia progrediva e i modelli diventavano sempre...
scritto il 2019-03-25 | da beast
La fontana. Daria.
Il ricordo di Barbastro gli aveva lasciato una strana inquietudine, ricordò quel periodo, lui giovane cavaliere normanno al seguito di Guillaume de Montreuil, proveniente dall'Italia e messosi poi volontariamente al servizio del Re Sancho d'Aragona. Barbastro, luogo strategico, che ricadde in mano di Al Muqtadir re della Taifa di Saragozza...
scritto il 2019-03-25 | da Tibet
L'attentato
Che mi sta succedendo? Dopo anni di servizio, una carriera invidiabile, eccomi qui, che non riesco a parlare. O meglio, non riesco a fare a meno di fare l'indifferente. Andrew mi parla col suo tono paterno ed io non posso fare a meno di sorridergli, come sempre, è più forte di me, faccio e dico cose che non vorrei fare o dire. Eppure so che...
scritto il 2019-03-24 | da Gregorio Erizzo
Botswana 2013
Ero stato incaricato dal National Geographic di realizzare un servizio fotografico su uno degli ultimi leopardi del Botswana, sarebbe stato un lavoro di routine se non fosse che questa volta il soggetto era un mangiatore di uomini! Si dice che quando una fiera assaggi la carne umana poi non possa più farne a meno, pare sia il gusto...
scritto il 2019-03-21 | da beast
La fontana
Io sono solo un Canta Storie. La fontana del borgo era innovativa per quei tempi. Da una prima vasca alimentata da una sorgente e che era riservata alle persone per bere e approvvigionare le abitazioni, l’acqua defluiva in una seconda che era usata come abbeveratoio per gli animali e infine da questa ad una ulteriore e ultima dove le donne...
scritto il 2019-03-18 | da Tibet
Regina di Cuori
«Parla.» «Cosa vuoi che ti dica?.» «Non importa. Parla..» Eravamo su una panchina, di un viale alberato, poco lontani da un laghetto artificiale, la superficie spezzata da ninfee color pastello, defilati dietro un grande albero, forse un ippocastano carico di grossi ricci verde acido. Lei era seduta, le gambe accavallate, avvolte in una...
scritto il 2019-03-17 | da Perseus
Tra speranza e destino
Sono Abeona. La dea accompagnatrice degli emigranti. No, non sono io che li aiuto, non è quello il mio compito. Non è che non voglia, capiamoci, ma non ho questo potere. E pure li accompagno. E potrei parlare di loro all’infinito, dagli inizi del fenomeno, nei vari secoli. Ma non basterebbe un racconto, nemmeno dieci a dire la verità, e non...
scritto il 2019-03-15 | da Alba17
Le ventiquattro sedie del diavolo.
Amava gli oggetti particolari. Magari strani. Magari con storia. Sua grande passione era circolare per i mercatini o per i negozi di antiquariato e lì spendere disinvoltamente tutte le proprie risorse e anche di più, salvo poi andare a chiedere aiuto al padre che ogni volta, seppur brontolando, sanava il rosso del suo bilancio. Quel giorno......
scritto il 2019-03-15 | da Tibet
La bibliotecaria e il soldato. Epilogo.
Loro nudi sul letto. Virginia. -Ho provato un piacere incredibile, di certo malato e insano, potremo farne a meno?- -Che ci importa se lo faremo assieme? Se ambedue godremo di questo? Lascerai l'impiego, vivremo assieme e faremo crescere il bambino. - -E per quello che abbiamo fatto? Il piacere che ho provato?- -Sano o insano che sia, avremo il...
scritto il 2019-03-09 | da Tibet
Storie di mostri - Chi sono i mostri?
Mostri. Chi sono i mostri? La Disney ha mostrato la sua versione di mostro con il cartone animato “Monster & Co.”. È questo che sono i mostri? Creature pelose, zannute, con strani occhi che escono dai nostri armadi di notte? Mostro è il drago ucciso da San Giorgio? Mostri sono le fiere che Dante incontra nella Selva Oscura? Forse i mostri...
scritto il 2019-03-07 | da Alba6990
La bibliotecaria e il soldato. 4.
La sera dopo Drago parla poco, le dice che i suoi guai dovrebbero risolversi presto. Anche Virginia è stranamente silenziosa, ma i loro occhi si cercano, poi sfuggono, sembra che sappiano che quello che capiterà da lì a poco è inevitabile. Sono ambedue eccitati. Non servono parole. Mangiano, più tardi prepara il bimbo per la notte, lo...
scritto il 2019-03-06 | da Tibet
Vacanza con sorpresa (IIdi2)
Anche il maître, stessa faccia da culo di tutti quanti qui. "Lei signore, forse non ha capito. Forse non ha compreso..." Tutti che capiscono qui! 'Sti stronzi. Che poi, questo è il paese degli handicappati, sembra una barzelletta: "C'è uno con la mano di ferro, uno con la gamba di faggio e un altro con l'occhio di vetro..." Che poi, anche il...
scritto il 2019-03-05 | da Gregorio Erizzo
Vacanza con sorpresa (I di 2)
Ho fatto bene, sì proprio bene. Non potrà farmi che bene una vacanza lontano da tutto e da tutti. Già, prima tutti mi prendevano in giro, perché ero sempre senza soldi e mi facevo mantenere da te. Poi quando te ne sei andata, ecco che mi dicono che eri l'unica che mi poteva far rigare dritto... farmi mettere sulla strada giusta; e invece,...
scritto il 2019-03-05 | da Gregorio Erizzo
La bibliotecaria e il soldato. 3
Il porco telefona. -Domani sera serata speciale. Andremo nella mia casa in collina, voglio trovarti bagnata, devi grondare, pronta per essere usata come sai, capito troia?- Serata speciale? Drago è fermo sotto casa. E’ preso da qualcosa che non conosce, perché deve preoccuparsi per lei? Del bimbo? Perché continua a pensarla? Lui ha sempre...
scritto il 2019-03-04 | da Tibet
cookies policy Per una migliore navigazione questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti. Proseguendo la navigazione ne accetti l'utilizzo.