Erotici Racconti

pulp Erotismo e sangue, contenuti forti di efferatezze e situazioni eccitanti

Le ultime storie per adulti del genere pulp

Il genere Pulp raccoglie quei racconti erotici che propongono vicende dai contenuti forti, abbondanti di crimini violenti, efferatezze e situazioni macabre. Storie di erotismo e sangue. Storie per adulti che contemplano sofferenze fisiche, mutilazioni e/o addirittura morte. Il connubio sesso e morte sfocia spesso nel mistero, in questa categoria invece troverete racconti erotici espliciti, che lasciano decisamente meno spazio all’immaginazione.

1 7 7 racconti erotici del genere pulp e sono stati letti 1 2 9 1 8 6 1 volte.

Il feticismo di D per gli oggetti
D è seduto al tavolo della cucina e sta tagliando la stoffa per il vestito della sua saliera. Si tratta di un contenitore cilindrico in vetro con intagli verticali dalla base al tappo, bombato, in acciaio. L'oggetto è lì sul piano, è appena stato accuratamente misurato. D ama gli oggetti. Ieri ha disegnato il modello dell'abito, ha scelto...
scritto il 2017-12-13 | da SickInYourMind
La strana storia della ragazza che faceva pompini nei cessi.(2)
-Poi? E’ tutto qui?- -No... Mi telefona pochi giorni dopo e mi dice di collegarmi con lui con la webcam, sono a casa sola... lo faccio... è a torso nudo, è bellissimo. I suoi boxer non nascondono la sua erezione potente, parliamo un po’... e poi mi chiede se mi dispiace se mentre parliamo si masturba. Dico di no... sono eccitata...
scritto il 2017-12-13 | da Tibet
La strana storia della ragazza che faceva pompini nei cessi.
So di essere depravato, un bugiardo senza rimedio e anche disonesto. Ho fatto un po' di tutto nella vita per sopravvivere, potrei elencare le cose orribili fatte ma tante neanche le ricordo quindi sorvoliamo nell'interesse comune. Voglio parlarvi di adesso... non del passato, è da un po’ che faccio il mago, ma si.. il lettore di tarocchi,...
scritto il 2017-12-11 | da Tibet
Il generale
Il generale a due stelle B. si allunga soddisfatto sulla sua poltrona mentre assapora la generosa razione di malto scozzese che si è versato ed esamina compiaciuto il suo ufficio. La lucida scrivania in mogano, il divanetto e le poltrone in cuoio, il prezioso tappeto antico sul pavimento laccato, la libreria d’antiquariato e i quadri delle...
scritto il 2017-12-09 | da Tibet
Shanty & Kaa (pt 2)
Kaa aveva avvolto le sue spire intorno al corpo di Shanty, immobile, completamente soggiogata allo sguardo ipnotico del grande serpente. le spire di Kaa tenevano sollevata a mezz'aria la giovane ragazza, che era quindi sospesa tra la terra, la fonte e l'albero su cui stava attorcigliato Kaa, che le stava proprio davanti col muso a poco piu di un...
scritto il 2017-12-06 | da Anonima671
Shanty & Kaa
(Racconto erotico ispirato dall'omonimo "libro della giungla") mi servono commenti e opinioni5!;)♡ Era una calda mattina nella giungla, il sole era sorto da poco ma illuminava già di raggi dorati la rugiada mattutina, che posava delicata sulle foglie delle palme, dei banani, e le fronde degli altri più svariati arbusti verdeggiante che...
scritto il 2017-11-26 | da Anonima677
Vite parallele
Ajsi tiene forte la pistola tra le mani. La punta alla tempia. Il metallo freddo al contatto con la pelle la fa rabbrividire. La posa giù. Si guarda allo specchio. I suoi 20 anni sono pochi per farla finita, e vedere sé stessa allo specchio le fa un certo effetto. E' bella Ajsi. Due occhi neri neri come la notte, capelli lunghi neri, una bocca...
scritto il 2017-11-25 | da Alba17
La vera storia di Penelope.
Secondo il pensiero comune e convenzionale Penelope conosce il proprio uomo, lo ama così com'è, ha fiducia in lui, sa che presto o tardi lui tornerà da lei, aspetta paziente... Ma corrisponde a quanto effettivamente sia la realtà? Ebbene... no! Penelope pensa invece che... ok., cornuti si nasce... ma non è d'obbligo accettare supinamente la...
scritto il 2017-11-21 | da Tibet
L'orto della strega
Ci sono leggende che affondano le loro radici nella notte dei tempi. Storie che tramandate di generazione in generazione si arricchiscono via via di nuovi particolari magari di pura invenzione. Storie raccontate dall'anziano della famiglia attorno al focolare nelle lunghe sere d'inverno, mentre i bagliori di un fuoco di legna illuminano...
scritto il 2017-11-20 | da Tibet
Lo studioso di tarocchi.
Il suo interesse inizialmente era solo storico, studiava l’etimologia del vocabolo Tarot, la cui origine è tanto oscura quanto quella delle carte stesse. Alcuni studiosi ritengono che derivi da lemmi egiziani. Altri che derivi da Tarotee che sta ad indicare il retro delle carte da gioco, altri ancora dalla parola Tarotier, denominazione che...
scritto il 2017-11-17 | da Tibet
Il dolce-amaro gusto della vendetta... conclusione.
...dove eravamo rimasti? Ah... si! Lei si volta, va verso di lui, apre e rinchiude più volte le cesoie, lui sul letto si muove spasmodicamente cercando di liberarsi, niente... non ci riesce, è legato come si deve. Lei si avvicina minacciosa... e... COSA...? Ma pensate veramente che glielo lascio fare?  Per cosa? Per qualche piccolo episodio...
scritto il 2017-10-15 | da Tibet
Puttana in Trasferta: Eva entra in Gioco
Antonio dà veramente di matto alla vista delle foto compromettenti di suo fratello maggiore diffuse sul web nelle ultime ore. Anche Anna sembra uscire dal suo torpore nel vederle, solo che lei sembra più divertita che indignata. - Te l’avevo detto che era frocio – ridacchia con una smorfia cattiva – E chiaramente non sa neanche tenere...
scritto il 2017-10-14 | da Patrizia V.
Il dolce-amaro gusto della vendetta...
Quanto lo odia il bastardo!  Lo odia e si disprezza per la sua debolezza di allora. Tre anni d'inferno, le sue bugie continue, i suoi tradimenti e lei che sopportava tutto nella speranza di trattenerlo a sé, poi... l'atto finale, lo sorprende nel loro letto con una ragazzina di sedici anni e ai suoi insulti, ai suoi pianti, si alza serafico,...
scritto il 2017-10-14 | da Tibet
Madrid
Madrid. Lui è un basco di Bilbao, è falso, infingardo ed è stupido. Sono nel suo ristorante, un locale di lusso proprio vicino alla Plaza Mayor. Non mi piace il locale, troppo pretenzioso per mangiare bene, c'è troppo personale, troppe luci, ha speso troppi soldi. I nostri soldi. Lui ci deve dei soldi. Molti. E' stupido. Non capisce come...
scritto il 2017-10-03 | da Tibet
Il giovane monaco.
Epilogo. Il sabba. Heradiana lo costringe disteso, lo scavalca e si impala nuovamente, ora i suoi movimenti sono lenti... più determinati, strofina lentamente ma con forza il suo ventre contro quello del giovane. Si muove... stringe e rilascia i muscoli vaginali, si piega in avanti, appoggia il suo petto a quello del giovane e con le mani...
scritto il 2017-09-27 | da Tibet
Rosa o Rosso?
Un esperimento (dal latino ex, "da", e perire, "tentare", "passare attraverso") è la realizzazione di un'operazione empirica atta a confermare ipotesi o trovare leggi riguardo a un fenomeno osservabile in qualunque area di conoscenza (fisica, chimica, biologia, geologia, psicologia, economia, ecc) Ho avuto sempre una buona vista, per questo...
scritto il 2017-09-26 | da Yaz
Il giovane monaco
La decifrazione del manoscritto. Il cedimento completo. Sente spingere la porta vede il pesante cassettone muoversi... l'invocazione... "Guardati da questi demoni, perché il loro intento supremo è di ingannare i cristiani..." Gerbert si precipita contro il cassettone e si oppone con tutto il suo corpo e la sua forza mentre prega per la sua...
scritto il 2017-09-26 | da Tibet
Il giovane monaco
Heradiana - Lo studio del manoscritto - L'inizio della tentazione. Il viaggio per raggiungere la chiesa del manoscritto dura alcuni giorni. Il viaggio gli è di gran beneficio, il ricordo del monaco suo amante si smarrisce. La fatica fisica fa si che la notte dorma profondamente. Da lontano la chiesa non lo colpisce particolarmente. Piccola e...
scritto il 2017-09-24 | da Tibet
Il giovane monaco
VITA QUOTIDIANA DI UN MONACO - I CONTATTI SESSUALI CON IL SUO CONFESSORE. Lo scongiuro di Reims... "Io vi chiamo, o diavoli che cadeste dal cielo... Chiamo voi, che nell'inferno adorate Belzebù', vostro degno principe..." La vita di un giovane monaco può essere dura. Ma non certo quanto quella dei suoi coetanei laici. E' piena di impegni, la...
scritto il 2017-09-23 | da Tibet
I macellai - CAP I
Premessa: Questo racconto è totalmente frutto della mia -a parer’ di molti perversa- mente; ogni riferimento a persone o fatti realmente accaduti è puramente casuale. Specifico fin da ora che in questo racconto saranno descritte in maniera esplicita e dettagliata molte scene di violenza sessuale, tortura e morte; inoltre saranno presenti...
scritto il 2017-09-18 | da Ely93
La pazza di Villa dei Cedri (fine)
Era Lisa, la pazza. Ebbi una visione spettrale e magnifica al tempo stesso. Una camicia candida lasciava quasi scoperto il seno, i riccioli biondi brillavano nel chiaroscuro come del resto gli occhi verdi così accesi che sembravano segnali di febbre alta. Mi fissò a lungo, in silenzio, e io, ve lo confesso, io che non ho tremato di fronte ai...
scritto il 2017-09-11 | da Edipo
La pazza di Villa dei Cedri (inizio)
Sto cercando di mettere i pensieri in ordine, di raccogliere i particolari più minuti di quanto è accaduto in questi giorni, scusate se faccio fatica ma non è facile, ho i nervi scossi, molto scossi, sento di essere fragile come un vaso di porcellana, le immagini si sovrappongono, si confondono, ho una grande confusione nella testa ma voi...
scritto il 2017-09-10 | da Edipo
Massacro
Restituimmo Tyler allo zio Sam dopo tre giorni, dopo averlo spompato a dovere. Alla fine se lo era fatto anche Jasmine, e il poveraccio aveva veramente i lombi fiaccati. Il resto della guerra lo trascorremmo prendendo il sole sul ponte in topless per la gioia degli analisti IMINT dei comandi NATO di Napoli e Poggio Renatico. Ricevemmo altri due...
scritto il 2017-09-10 | da Patrizia V.
Anna dei miracoli
Regola prima della sopravvivenza. Colpisci per primo… e colpisci forte. Non so per quale astruso motivo mi aveva preso in antipatia, forse perché ero forestiero? Forse semplicemente perché era un idiota. Non avevo fatto altro che passare due orette in quel bar, tirare a far sera… seduto al banco bevendo qualche birra, nulla di più…...
scritto il 2017-09-08 | da Tibet
La stanza rossa
Cosa mi fece lasciare la super strada Firenze Siena quel giorno? Non un motivo razionale. Ero diretto a Siena, avevo un impegno e invece inspiegabilmente mi trovo sullo svincolo per Poggibonsi. Perché? Ora so, so il motivo, so che tutto era previsto. Quello che è difficile è renderlo comprensibile. Spiegarlo. Poi... sempre senza ragione mi...
scritto il 2017-09-06 | da Tibet
cookies policy Per una migliore navigazione questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti. Proseguendo la navigazione ne accetti l'utilizzo.