Introduzione del pugno, della mano, due o dell'intero braccio in figa o culo

Fisting

Le ultime storie per adulti del genere fisting

Il genere Fisting, dall'inglese "fist", ovvero pugno, raccoglie quei racconti erotici in cui si narra la pratica sessuale estrema che consiste nell'introduzione dell'intera mano, in alcuni casi anche di due mani contemporaneamente o addirittura dell'intero avanbraccio, all'interno della vagina o del retto. Nasce come pratica sessuale femminile, ma prende subito piede come pratica sessuale gay e come tale diventa famosa. Al giorno d'oggi la sua diffusione nel mondo delle perversioni è omogenea.

444 racconti erotici del genere fisting e sono stati letti 3.2M volte.

Il dolore millenarioNotte prima degli esami, mi vidi con una amica giusto per studiare, mi disse che aveva un metodo di studio infallibile, ma dolorosissimo. Lei mi diceva sempre che noi uomini, non riuscivamo a contenerci e neppure a provare l’immenso dolore che provavano loro, dolore fisico e psicologico. Allora accettai, eravamo da soli a casa dovevamo studiare matematica, fisica, storia e altre materie la giornata era lunga. Studiammo per un ora finché lei mi disse: credo che tu sia pronto ...scritto il
2024-04-01
di
DiabolikEva
Fisting..... culetto e figa - 5 - ENDMa non bastava, ti hanno girato sulla pancia, ti hanno aperto le gambe, e la padrona, dopo essersi passata il cazzo con non so che cosa per lubrificarlo ancora di più ti ha inculato. Come se non bastasse l’altra donna ti segava lentamente, per rendere quelle sensazioni che provavi ancora più forte. Ti hanno aperto, e tu hai goduto Io ora sono qua, ridotta ad animale, vivo in una stalla, esco solo per gli allenamenti di pony girl e ...scritto il
2024-03-17
di
LanA
Fisting..... culetto e figa - 4 -Ho la figa e il culo completamente sigillati, devo urinare, un momento di panico, non posso, sono chiusa, cerco di svegliare la mia compagna, che dorme profondamente dopo il servizio che le ho fatto e il piacere che ne ha ricevuto, …. ” Non ce la faccio, sono sigillata, me la faccio addosso, non arrivo” Le parlo, quasi per avere del conforto da parte sua, e lei per tutta risposta mi abbraccia. Scaricati su, scaricati, sono qua io…..” La prima volta, me ...scritto il
2024-03-17
di
LanA
Fisting..... culetto e figa - 3 -Ma questa volta non ero io, era il mio Architetto, era il mio lui completamente nudo come lo avevo visto e in quella visione onirica era a quattro zampe anche lui come un cane, mentre avanzava verso una femmina armata di uno strap on possente. Sapevo che cosa voleva fare quella donna, lo sapeva anche lui e in quel folle sogno la femmina, mezzo maschio il cui corpo era completamente racchiuso in una tuta nera aderentissima ero io. Mi distinguevo, ...scritto il
2024-03-17
di
LanA
Fisting..... culetto e figa - 2 -Lei essere riempita completamente, aperta e io darle piacere ”Su, spingi….” Mi incitava a sfondarla, ad aprirla, e quelle parole per me furono come un catalizzatore, spinsi e spinsi, sputai su di lei, per avere più liquido lubrificante, per il suo buco scuro e come d’incanto non me ne accorsi neanche io….. la mia mano scomparve lentamente in una volta sola nel suo culo. Non credevo fosse così elastica, segno che di cazzi e di penetrazioni contro natura ne ...scritto il
2024-03-14
di
LanA
Fisting..... culetto e figa - 1 -Eravamo partite tutte e due, dovevo darle piacere volevo che aumentasse fino al parossismo, non ero contenta, la mia mano ormai era dentro la sua figa fino al polso e lei cercava di aprirsi ancora di più in modo che riuscissi ad affondare ancora e ancora con ogni movimento che facevo. La volevo fare impazzire, questa volta, toccava a me. E se avevo una mano immersa nella sua figa a mo’ di cazzo. Lentamente, prima con le dita, iniziai a ...scritto il
2024-03-14
di
LanA
La vestaglia della ziaL'abito non farà il monaco, ma la vestaglia della zia, fa la zia. L'ho verificato. E peraltro la vestaglia è stata propedeutica a farmi la zia, successivamente. Averlo saputo prima. Ma meglio tardi, che mai. Mai sarebbe stato troppo tardi. Veniamo a bomba: la vestaglia la rimediai nella casetta di campagna, dentro un baule. Non impossessarmene sarebbe stato motivo di rimpianto e magari tornando a prenderla poi, potrei non avercela trovata più. La misura è una S, e vuol dire che la ...scritto il
2024-03-06
di
Figliastrozia
La tavernetta - parte 2 di 2Due giorni dopo, mentre stavo per preparami la cena, sentii suonare il campanello. Guardai fuori dalla finestra della cucina e riconobbi, nella luce fioca, la ragazza dai capelli neri. «Buonasera signor Bianchi, sono Laura, un’amica di Giulia. Non credo ci conosciamo, o sbaglio?» «No… no, non sbagli. Ti ho solo intravista sabato scorso mentre entravi dal cancello, con Giulia e Simona», le dissi, un po’ troppo frettolosamente. «Giulia non è a casa», aggiunsi. Mi sentivo tremendamente a disagio, non vedevo ...scritto il
2024-02-15
di
Duca Bianchi
La tavernetta - parte 1 di 2In quegli anni vivevo ancora nella casa di famiglia, una villetta degli anni ’70, semi-nascosta dagli alberi in fondo ad una strada senza uscita nell’estrema periferia nord di Monza. Dopo la separazione da mia moglie Sara, che era tornata dai suoi a Roma con Letizia, la minore delle nostre due figlie, dividevo la casa con la grande, Giulia, che si era fermata a Milano per continuare l’università. L’abitazione principale era collocata al piano rialzato. Nel seminterrato, oltre al ...scritto il
2024-02-12
di
Duca Bianchi
Sara 4 Presero una pausa, si spostarono nell’ampio bagno, dove era collocata una Jacuzzi, non molto grande in verità, ma sarebbe stata sufficientemente comoda per loro. Mi posizionai seduta sul bordo della vasca, alle spalle della madre superiora e presi a massaggiarle il lungo collo. Helga si stava rilassando, l’azione combinata tra il gorgoglio dell’acqua dell’idromassaggio e le mie attenzioni, sortivano il loro effetto. Presi a baciarla sul collo, la superiora con la nuca poggiata sul mio ventre, ...scritto il
2024-02-07
di
Wolfgang
Sara 3 Ordinai a Bruno e Jean di appendere la madre superiora alle cinghie. Helga Infilò le lunghissime gambe nelle imbracature di cuoio indossò quello che somigliava ad un giubbotto salvavita, alla parte alta del tronco, lasciando libere le tette. Due catene si diramavano all’altezza delle scapole, terminando acgganciate a due grossi anelli ancorati al soffitto. Col gioco di carrucole, Bruno la posizionò in modo tale da avere la sua figa all’altezza del mio seno, era praticamente seduta a mezz’...scritto il
2024-02-07
di
Wolfgang
Sara 2 Le giornate fluivano, l’attesa alimentava ancor più il mio desiderio. Facevo di tutto pur di avvicinarla, mi piaceva provocarla, dirle parole sconce all’orecchio, sapevo che quel gioco la eccitava e mi eccitava. Capitava ad esempio, che durante la lezione di greco, la madre superiora era la nostra insegnante, cercavo di avvicinarla con una scusa qualsiasi, accostavo la mia testa alla sua, e con nonchalance le sussurravo frasi sconce. Sapevo che tutto questo la eccitava, sapevo che si stava ...scritto il
2024-02-06
di
Wolfgang
Sara 1Avevo finalmente 18 anni. Ero pronta, mi ero ripromessa che a questa età avrei perso la mia verginità. Avrei solo dovuto aspettare la giusta occasione, la quale si presentò nelle notti successive. La nostra madre superiora era una suora sessantenne, altera e severa, alta, magra un aspetto androgino. Attraversava il chiostro con severa eleganza, il busto perennemente eretto.Sotto le vesti monacali, si intuiva un corpo snello ed asciutto. Incuteva un certo timore, non una cattiva persona, esigeva il rispetto delle ...scritto il
2024-02-06
di
Wolfgang
Helga 1Helga Helga aveva preso i voti giovanissima, dopo la morte di Robert, il suo fidanzato. Un incidente stradale se l'era portato via, di ritorno da una cena tra amici. Era stata assegnata alle cure della madre superiora, suor Judith. Era lei che aveva fatto richiesta presso la curia, per una valida assistente che l'aiutasse nelle incombenze amministrative della scuola. Helga aveva svolto il suo noviziato ad Hannover. presso l'istituto scolastico privato, dedicato a Maria Ausiliatrice, dove era stata apprezzata e ...scritto il
2024-02-04
di
Wolfgang
L’attico«Quanto costi?» «Mi piacciono quelli che vanno dritto al sodo. Mille a notte». «E cosa sei disposta a fare?» «Senti, se hai strane idee scordatele. Comunque, uomini e donne sì, animali o sadomaso no. Orge e gangbang, dipende, ma comunque c'è un extra prezzo». L'avevo contattata grazie ad un collega, cui avevo mentito con la scusa di un addio al celibato da organizzare a Milano. Mi aveva passato una sorta di catalogo PDF, ovviamente del tutto illegale, con foto, nome ...scritto il
2024-01-21
di
Duca Bianchi
La mia prima volta che penetro un uomoIl racconto che sto per scrivere non è fantasia ma pura realtà,da 10 anni sto con un uomo maturo convivo, lui mi ha iniziato con fantasie che si vedono solo in film porno di un certo tipo Ho scoperto il clinical il sado maso la dominazione. ho sempre assecondato ogni fantasia con piacere e ora siamo arrivati al fisting anale. Premetto sono minuta di mani ho dita sottili come pure il polso, forse questo ha fatto scattare nel mio compagno la ...scritto il
2024-01-15
di
Anonima r.
SfondataHo iniziato giovanissima, la prima volta fù con un mio compagno di scuola, eravamo a casa sua, e un pomeriggio, mi ha violentato sul divano, io ero e sono molto gracile, e diciamo sottomesso, lui il solito bullo, mi ha strappato il pantaloncini la maglietta e le mutande, io ho cercato di dimenarmi, ma con quattro schiaffi ben assestati, mia ha piegata, e piangente, mi ha inculato. Il classico bruciore e male, e poi come una bestia mi ha riempita ...scritto il
2024-01-10
di
TATONE2
Daddy mi fistaStoria vera del 2019 Al 4 anno di liceo avevo deciso di fare l’anno in America ed ero finita a salt Lake city nello Utah. La mia famiglia ospitante ( madre padre e 2 gemelle in ordine Kendra, Luis, savannah e kimberly) erano e sono adorabili, ci sentiamo ancora oggi e savannah e kim sono due delle mie più care amiche.) Luis è un avvocato, all’epoca 50 anni, bellissimo. Erano tutti belli ma lo sono molto anche io e, a differenza loro, sono mora ...scritto il
2023-12-30
di
Ludov
Mi piace solo la figaSono un uomo particolare, non mi piace, infatti, il canale fecale. In giro,incontro solo uomini attratti dal retto, ecco, io faccio eccezione. Mi piace la fighetta giovane giovane, liscia come il velluto, tenera, virginale. Ho 58 anni, sono alto e in forte sovrappeso e questo non mi rende appettibile per le diciottenni. Al massimo, posso arrivare a 24 anni ma è già un'età limite. Ho un'amica che mi procura piccine particolari, vogliose di essere dominate attraverso dilatazioni estreme e profonde. Lulù arrivò ...scritto il
2023-12-18
di
Gingo
La nuova capa 10 Le sue mani unte ed esperte iniziarono a massaggiare delicatamente l’ingresso del mio intestino , il mio buco socchiuso come una porta appena forzata con un piede di porco non fece la minima resistenza , la mano minuta di Greta entrò senza nessuna difficoltà , quando arrivò al polso cercai di fermarla chiudendo le natiche. “No Greta….ti prego …ti sporcherai di…” Cambiò espressione , rividi lo sguardo glaciale e severo. “Se lo dici di nuovo ti prendo a schiaffi…. Non ti preoccupare ...scritto il
2023-11-15
di
Adam82ne
Vermetto da oggiVermetto schiavo di Sadika Liza Buongiorno il mio nome E Andrea Magagnoli di bologna ma da oggi diventerò schiavo di sadika Liza padrona di origine Ferrarese la mia intenzione è quella di tenere un diario pubblico dove descrivere esperienze da schiavo. Domani metterò on line le mi esperienze da schiavo scritto il
2023-10-22
di
Andrea Magagnoli
Il collegio che non ti aspetti -5- FINEIl segretario sente aumentare la sua libidine sotto il sapiente lavoro delle tette della ragazza, alla quale ha riservato lo stesso trattamento dell'amica, prima i tiralatte poi gli schiaffetti e il succhiamento dei capezzoli. Fa avvicinare tutte e due le ragazze che dopo essersi inginocchiate iniziano a leccargli i testicoli, scorrono con le lingue l'asta, prendono a turno la cappella in bocca e la succhiano a lungo, si aiutano con le mani menando il cazzo per favorire una nuova eiaculazione ...scritto il
2023-09-21
di
LanA
Il collegio che non ti aspetti -4- continuaLa direttrice si toglie il lungo abito nero che la ricopriva, come al solito indossa solo reggicalze e calze, si sdraia a terra e fa un imperioso gesto al padre di leccarle la figa, l'uomo ormai in completa trance sessuale dopo aver visto la figlia che scopata e e inculata invece di lamentarsi godeva come un a porca consumata. Si inginocchia fra le gambe della donna, con bramosia e la lappa, lecca e succhia facendola subito godere. “Hai il cazzo ...scritto il
2023-09-21
di
LanA
Il collegio che non ti aspetti -3- continuaLa donna entra indossando solo un paio di stivali alti sino al ginocchio, calze e reggicalze e un reggiseno che lascia scoperte le tette, si avvicina ai due Lord con movenze lascive, si inginocchia a poi prende in mano i due cazzi e li mette in bocca leccandoli, li mette uno alla volta fra le grosse tette e fa una spagnola terribilmente eccitante ai due uomini, poi si alza, si gira e si inchina a 90 gradi, con le gambe aperte ...scritto il
2023-09-19
di
LanA
Il collegio che non ti aspetti -2- continuaQuando arrivano al collegio i due vecchi porci sono accolti nell'Ufficio della Direttrice che offre loro la consueta tazza di te, ma anziché i biscotti accanto alla tazza trovano una pasticca blu, che permetterà loro di rimanere a lungo eccitati e con i cazzi duri per penetrare le ragazze ripetutamente per lungo tempo. Anna la bionda e Sarah la bruna sono già nella “sala dei giochi”, nude e solo con il collare al collo e salutano con deferenza i loro “...scritto il
2023-09-19
di
LanA
cookies policy Per una migliore navigazione questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti. Proseguendo la navigazione ne accetti l'utilizzo.