masturbazione Autoerotismo o onanismo. Seghe per gli uomini, ditalini per le donne

Le ultime storie per adulti del genere masturbazione

Il genere Masturbazione raccoglie i racconti erotici che trattano l'autoerotismo o onanismo. Maschi o Femmine che stimolando il pene, la vulva, la clitoride o l'ano in vari modi, toccando i propri capezzoli e altre zone, e/o usano strumenti erotici come vibratori, dildi, palline Ben Wa, vagine artificiali e sostanze lubrificanti. Celebrare la gioia di darsi piacere da soli, in privato e non.

7 6 2 racconti erotici del genere masturbazione e sono stati letti 4 6 4 1 4 9 5 volte.

A mano a mano
A mano a mano sempre più a fondo,sempre più ossessivamente e sempre più addentrati nell'intestino retto! Questo è il seguito del mio precedente racconto titolato "Introduzione" al sesso anale self-service! Ed a mano a mano,giorno dopo giorno, dopo orgasmi anali ripetuti ed irrefrenabili,vi renderete conto di non poterne più fare a meno di...
scritto il 2019-04-13 | da Ano
Cornelia - Il risveglio dei sensi
“Ti voglio, Cornelia.” le sue labbra si muovevano lentamente, in modo ipnotico. Il suo alito profumava di miele, lavanda e cannella. La lingua invitante si muoveva all’interno della sua bocca. Non aveva i vestiti. Erano spariti. Anche i suoi erano spariti. “Vi voglio anche io, mio Re...” lei era adorante. Il desiderio germogliava nel...
scritto il 2019-04-12 | da Alba6990
Introduzione
Introduzione..alla auto-PENEtrazione nel sesso anale! Per novellini-e e primapproccisti/e del genere auto -erotismo! Consiglierei di iniziare prima con un dito ben umettato,dopo aver fatto altrettanto col proprio ano. Per poi inserire il secondo,farlo roteare perbene per allargare il più possibile l'accogliente cerchietto marroncino,e quindi il...
scritto il 2019-04-12 | da Ano
Maria José cap.5 - Al tavolo del ristorante
Quando quella mattina Maria Jose si risvegliò sola, come sempre, nella camera dell’albergo di Marsiglia si sentì depressa. Era sabato e si sentiva depressa per la solitudine che provava, accentuata dalla incapacità personale di trovare un compagno adatto. Quel giovedì e quel venerdì a Marsiglia l'avevano messa a dura prova. Sapeva di...
scritto il 2019-04-10 | da FrancoT
Il vicino di casa
Erano circa le 8 di sera e come al solito nelle serate estive ero stesa sul letto a leggere. Faceva un caldo terribile e l’aria del ventilatore mi dava un certo sollievo correndo sul mio corpo ancora umido dalla doccia appena fatta e coperto solo da un paio di mutandine e da una canottiera comoda. La finestra a fianco al mio letto era...
scritto il 2019-04-08 | da Jimpoi
Cena al ristorante
Decidiamo di trovarci fuori a cena con una coppia di amici che vediamo raramente. Persone squisite, ma un pochino flemmatiche. Lui sedentario, cresciuto troppo coccolato dalla mamma, che esige faccia tutto la compagna per poi criticarne l'operato, polemico su qualsiasi cosa e tirchio. Lei, frustrata da tutto ciò, da una parte vorrebbe scappare...
scritto il 2019-04-07 | da P4M3L4
È' stato bellissimo
Piccola prefazione: scrivo qui dai primi di Settembre,ed a metà Gennaio avevo scritto un racconto titolato "il pestello al posto del pisello", seguito poi dal mio ultimo "Mattinate abuliche..."! Rileggendo quei due racconti si evince chiaramente che avevo già abbondantemente fatto "outing", ma oggi voglio raccontarvi di come,mischiando i due...
scritto il 2019-04-07 | da Ano
Lussuria
L'alba di un caldo sabato mattina estivo, sento il dolce risveglio della natura filtrare tramite le grate delle finestre accompagnato dalla luce del sole che illumina la mia camera da letto. Sbadiglio leggermente e mi stiracchio muovendomi tra le lenzuola beige del mio letto rotondo. Apro gli occhi e mi fisso attraverso lo specchio che è posto...
scritto il 2019-04-04 | da Lapelleracconta
Mattinate abuliche ed altre a bu..ca
Mattinate abuliche,quelle in cui ti svegli ed hai la mente- ed il buco del Culo sgombero- ed altre decisamente piene,tanto la mente di pensieri, che il Culo pieno( riempito) con un qualche oggetto reperito in cucina, utile a soddisfare l'incredibile e non rimandabile voglia di auto-penetrazione dell'ano,risvegliatosi caldo,pulsante,largo e...
scritto il 2019-03-30 | da Ano
Giochi Pericolosi I
Sono Massimo, ma tutti mi chiamano Max, da poco più di quattro anni mi sono trasferito in una grande città del nord Italia da una più piccola del centro-sud per motivi di studio; sì mio caro lettore, sono giovane, nel pieno dei miei anni, le mie giornate le trascorro sui libri, immerso in articoli di riviste scientifiche, nelle biblioteche...
scritto il 2019-03-26 | da Mosus
Di necessità, quotidianità
Ho sempre avuto accanto a me diverse ragazze, più o meno fisse, alcune per 2 mesi, altre che mi bastava alzare il telefono per una scopata ed altre ancora che non duravano più dell'anno. Non credo di aver mai avuto problemi nel portare avanti una storia, semplicemente non avendone voglia e bisogno non mi ci sono mai impegnato. Andavo come una...
scritto il 2019-03-25 | da WMMW1
Penso a noi.
"mi sei mancata" "mi sei mancato anche tu" Stesi tra le lenzula fradice ci godegamo quel dolce ritrovarsi dopo settimane di lontananza. "Posso farti una domanda?" "certo" Un attimo di indecisione "Ti sei mai masturbata mentre in queste settimane?" Alzai la testa per guardare nei suoi occhi. "certo" "a cosa pensi quando lo fai?" "beh, in queste...
scritto il 2019-03-24 | da Alice.93
Anomalia
Anomalia=ano-malia..o presunto dolore dell'ano e del suo infinito canale rettale,ossia la sensazione "dolorosa",ma molto spesso-quasi sempre- più piacevole di quanto si potesse immaginare,causata dalla penetrazione, a volte autonomamente cercata e perpetrata,altre godevolmente ed in maniera decisamente consenziente,altre ancora indesiderate ed...
scritto il 2019-03-12 | da Ano
Insospettabile
“Quindi questo sarebbe il nostro primo appuntamento”. Tya aveva passato l'intero pomeriggio a prepararsi, aspettandosi un pomeriggio romantico che le facesse sentire le farfalle nello stomaco e il cuore a mille, mentre ora si ritrovava truccata e vestita a sera davanti ad un piatto di pasta scotta nella mensa dell'università. “Scusa, ti...
scritto il 2019-03-01 | da Tya
La doccia e i suoi divertimenti
avevo già capito che lei era tornata, vedendo la sua macchina parcheggiata in strada..salgo le scale ed apro la porta, mi aspettavo di trovarla come al solito succede il venerdì, sul divano in relax.. Invece udisco il rumore della doccia,così mi appresto subito a salutarla e godermi il nudo completo.. Entro in bagno, ed un: ehi ciao, ricco di...
scritto il 2019-03-01 | da Primavolta
Piaceri sinestetici
Ce l’avevo grosso e molle. L’amore per il cinema intendo. Grosso e appassionato e forse neanche così molle, piuttosto nostalgico, sul malinconico scandente. In effetti ero uno dei pochi che continuasse ad andare al cinema la sera dei giorni infrasettimanali, a sala praticamente deserta. Se non è amore questo. Era estate, i cinema di fatto...
scritto il 2019-02-23 | da “I Like To Watch”
Il mio migliore amico
Se mi chiedessero qual'è stata l'invenzione più preziosa per l'umanità, non avrei alcun dubbio: il vibratore! In un meraviglioso film di Woody Allen è stato definito il miglior amico di una donna: è dannatamente vero! Non so come sarei sopravvissuta letteralmente in alcuni momento senza questo meraviglioso strumento. Ho iniziato ad usarlo...
scritto il 2019-02-18 | da marynella
Grazie al carnevale
sono angelo da viareggio,55 enne,sposato,giusto l'wekend scorso sono venuti al carnevale una coppia di amici-franco e ivana-sui 40,lei mi piace da sempre...ma non si è mai fatta coinvolgere nono stante io mi sii dichiarato anche molto prima che trovassi mia moglie,arrivvano e ci abbracciamo,lei è mora coi capelli soffici leggermente ricci,un...
scritto il 2019-02-17 | da SAMPEY VERSILIA
Non ci sarà un'altra occasione
Ogni movimento è una scossa di dolore che ti sale dalla spina dorsale… il tuo corpo vergognosamente coperto da lividi dovuti ai colpi impartiti della cintura di cuoio… i tuoi capezzoli lacerati dai morsi, dalla cera calda e dalle strette violente… i tuoi buchi violati da oggetti fallici, dal suo cazzo duro che ti ha penetrato senza alcun...
scritto il 2019-02-16 | da G.G.
La doccia con Alessio e mamma
Salve vi racconto una cosa che accadde qualche anno fa tra me, mio fratello Alessio e nostra madre Federica. Io sono Luca e ora ho 19 anni ma nel racconto avevo 15 anni mentre mio fratello Alessio più piccolo aveva 14 anni. Noi siamo sempre andati molto d’accordo parliamo e litighiamo ma sempre scherzosamente. Nostra madre Federica invece era...
scritto il 2019-02-12 | da Cripas
Il mio primo fallo reale
sono un single di 40 anni. Amante delle belle donne e soprattutto di quelle altrui. Guardando qualche filmato porno in giro per la rete, mi imbattei in un filmato molto eccitante di una ragazza che spompinava il suo uomo mentre fotteva con il suo dildo. Proprio la si vedeva che godeva. Allora mi venne in mente di provare anche io una cosa del...
scritto il 2019-02-11 | da Realcock
Masturbazione tra amici
TRA AMICI,,vi voglio raccontare di piacevoli episodi della mia vita sessuale..Tutto inizio una mattina di giugno del 1955, allora avevo 13 anni,,vivevo dai miei nonni,,perche' a casa mia ,,essendo vicina al mare ,,venivano amici e parenti,e servivano stanze libere.Svegliatomi ,mi accorsi di avere le mutande bagnate e intuii che avevo...
scritto il 2019-02-10 | da MARCO DA TROPOIA
Risucchio o respingimento?
Risucchio o respingimento? Qual'e' la fase della auto-penetrazione anale che preferite? Quando il "fallo",sia esso un oggetto in legno o in lattice, entra ed esce alternativamente dal vostro vorace ano,rischia di venire risucchiato all'interno dai movimenti restringitivi del vostro ano(specialmente quando si tratta di oggetti in legno senza una...
scritto il 2019-02-06 | da Ano
Full Orgasm
Qui siamo tutti nudi. Di certo non ci vediamo tra di noi, ma ciò che pubblichiamo mette a nudo le nostre perversioni. Tutti possono leggere le nostre porcate, i nostri sogni erotici. Mi piace scrivere e leggere qui perché mentre lo faccio ce l’ho incredibilmente duro. Mentre scrivo ogni tanto me lo accarezzo. É durissimo. Mi eccita donarvi...
scritto il 2019-01-31 | da Mente Malata
Sola
Finalmente infilai la chiave nella toppa di casa mia ed entrai. Mi lasciai alle spalle il vento gelido che soffiava fuori e mi lasciai sfuggire un sospiro di sollievo avvertendo il tepore nell’ingresso. Mi tolsi il cappotto e lo appesi all’appendiabiti. Poi mi tolsi gli stivaletti con il tacco alto. Facevo tutto con calma, quello era il...
scritto il 2019-01-15 | da Jimpoi
cookies policy Per una migliore navigazione questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti. Proseguendo la navigazione ne accetti l'utilizzo.