Erotici Racconti

masturbazione Autoerotismo o onanismo. Seghe per gli uomini, ditalini per le donne

Le ultime storie per adulti del genere masturbazione

Il genere Masturbazione raccoglie i racconti erotici che trattano l'autoerotismo o onanismo. Maschi o Femmine che stimolando il pene, la vulva, la clitoride o l'ano in vari modi, toccando i propri capezzoli e altre zone, e/o usano strumenti erotici come vibratori, dildi, palline Ben Wa, vagine artificiali e sostanze lubrificanti. Celebrare la gioia di darsi piacere da soli, in privato e non.

4 4 6 racconti erotici del genere masturbazione e sono stati letti 3 1 8 1 1 8 0 volte.

Non fa male
Accidenti, siamo senza prole per una settimana, il ciclo e' lontano e ci sono tante cose da provare senza aver paura di svegliare nessuno. La butto li a caso e le dico che questa settimana e' buona per andare a comprare l'olio per per la penetrazione anale, e' tanto che ci giro introno, mi fa provare, la eccita ma non mi fa affondare. Lei ride e...
scritto il 2017-07-18 | da Pinolo
Dentro lo specchio (parte 1)
Mi sento davvero sola questa sera. Sara è dal padre per il week-end. Non voleva lasciarmi da sola a casa e ho dovuto insistere molto perché andasse, ma sono felice che lo abbia fatto; sebbene non siamo più sposati siamo comunque entrambi suoi genitori e non voglio che nostra figlia debba dover scegliere chi amare tra noi due, non voglio che...
scritto il 2017-07-18 | da genesis
Io me medesima
Per quest'anno le vacanze le faccio da sola e quindi ho pensato di andare in un luogo dove non sono mai stata, in un luogo dove nessuno mi conosce e dove non potrò essere riconosciuta se non per quel che sono, dove potrò essere me stessa con i miei pensieri. Ho scelto come destinazione la costa calabra, Trebisacce, costa ionica, mai stata;...
scritto il 2017-07-13 | da Lucrezia
Ditalino a Ibiza
Baleari, Ibiza, Playa nudista de Aigües Blanques… -Apri le cosce…- La mano accarezza lentamente il bel ventre liscio e sodo come marmo, si ferma sul monte di Venere depilato perfettamente. -Porco… cosa vuoi farmi?- -Voglio farti godere… un ditalino… apri le cosce… aprile bene… belle larghe…- -Qui in mezzo alla gente…? Mi...
scritto il 2017-07-07 | da Tibet
Piccoli piaceri improvvisi
Eurostar 9518 per Milano, classe business…solito viaggio di lavoro con il mio collega Gianni. Ognuno dal portatile sta lavorando ai rispettivi progetti, io leggo la posta, sia di lavoro che personale. Nella mia personalissima mail trovo un regalo fantastico…un video di un ammiratore, un bellissimo giovanotto, che si riprende mentre si...
scritto il 2017-07-04 | da marynella
Una calda giornata
Oggi sono molto annoiata..non riesco a fare a meno di toccarmi,oggi non resisto,la sento bagnata e il clitoride preme contro il tanga voglioso di essere toccato e stimolato,non mi basta oggi..ne ho sempre voglia..basta che il cavallo dei shorts strusci un pochino per inebriarmi di umori e allora continuo a darmi piaceri e non mi fermo,come adoro...
scritto il 2017-07-04 | da Piccola Porcona
Il club delle ragazze - 2
Mi vergognavo un sacco. Se ripensavo a quello che avevo fatto, le guance mi diventavano rosse. Neanche se avessi rubato qualcosa mi sarei sentita così! Avevo sempre visto la "masturbazione" come un taboo, un peccato. Qualcosa che non andava fatto, tanto meno da una donna. Eppure avevo riscoperto una insana voglia di toccarmi. Non solo...
scritto il 2017-07-01 | da LittleSkipper2
Notte d'estate
Caldo. Caldo asfissiante. Non respiro. I miei occhi si aprono di colpo, sono sudata, percepisco le goccioline imperlarmi il viso e la fronte, il rumore del ventilatore è atroce mi dà sui nervi. Mi sento irrequieta, non ho nulla addosso di tanto ingombrante se non una semplice camicia da notte di raso bianco, con bretelle sottili, eppure mi dà...
scritto il 2017-07-01 | da Flamerebel9
I libri non si studiano da soli
"i Comitati sono organi tecnici che possono essere consultati dal Consiglio e dal Parlamento europeo durante i procedimenti per l'adozione di atti normativi..". Uff, sono stanca di ripetere a tavoletta. Sono giorni che vado avanti così, studio, studio, ripeto e ancora ripeto per tentare di fare più esami possibili per recuperare una carriera...
scritto il 2017-06-29 | da Raska
Il club delle ragazze I
I pomeriggi d'estate sembravano interminabili. Il caldo afoso faceva appiciccare i vestiti alla pelle. Se poi si vive in città, come me, si può trovare refrigerio solo chiusa in casa col condizionatore acceso. Ed era proprio quello che stavo facendo quel pomeriggio. Avevo indossato un paio di short e un top e me ne stavo alla tv. Niente...
scritto il 2017-06-28 | da LittleSkipper.new
Schizzami
La mia vicina di casa amava prendere il sole nuda in giardino. Io spesso mi nascondevo dietro un cespuglio per spiarla, era grossa in tutti i punti giusti, aveva i capelli neri a caschetto, e un naso da porcellino molto grazioso. Quel pomeriggio di buon’ora si sedette sullo sdraio e si tolse tutto, poi si corpì dell’olio abbronzante e...
scritto il 2017-06-22 | da Antonelli Giorgio
A casa di Giovanni
Era un giorno di un caldo giugno, nell'estate tra la prima e la seconda media. Il mio migliore amico Giovanni mi chiamò per invitarmi a casa sua nel pomeriggio per approfittare insieme a Tommaso, altro nostro amico, della sua grande piscina. Arrivato a casa sua sua madre mi accolse con un sorriso, e salutandomi mentre usciva dal cancello, per...
scritto il 2017-06-13 | da IlCazzone99
Quella lurida sfacciata mano
La calca non lascia spazio. Stretti come sardine, immersi in questa fornace estiva. Questo autobus maledetto trasporta esseri umani come fosse un carro bestiame. L'autista preme l'acceleratore noncurante e altrettanto frena, inchiodando. Guardo verso il finestrino aperto, sognando l'aria respirabile. Non sopporto questo ammasso di corpi che mi...
scritto il 2017-06-09 | da iris di sospiri
Flaminia
Quando avevo diciannove anni, mio zio aveva una relazione con una donna molto più giovane di lui, si chiamava Flaminia. Trovavo inspiegabile che una donna giovane volesse stare con un cinquantenne fumatore in pessima forma fisica come mio zio. Lei era estremamente sensuale, la sua vivace sfacciataggine contrastava col carattere cupo di lui....
scritto il 2017-06-04 | da Nabokov
Costanza
Durante gli anni delle superiori, il mio solo oggetto di masturbazione -e lo stesso vale per i miei compagni di classe- fu Costanza. Bionda naturale, naso alla francese, aveva una carnagione chiara e forme morbide: era al limite, se avesse preso peso sarebbe stata da buttare; ma rimase sempre come era, ed era una dea. Una dea del sesso: vogliosa...
scritto il 2017-06-03 | da Nabokov
Cyclette
Da qualche settimana si era iscritta in palestra una ragazza, veniva spesso con il suo ragazzo. Lei non superava il metro e sessanta, lui era un colosso. Vedendoli arrivare insieme non potevo che immaginare la massa enorme di quell'uomo che schiacciava il corpo esile della ragazza, la sua bocca golosa che accoglieva un cazzo più grande di lei....
scritto il 2017-06-03 | da Nabokov
Eva
Era agosto, le due di notte, nel buio restavo con gli occhi aperti. Distesa nel letto accanto al mio stava Eva. Era arrivata pochi giorni prima, una ragazza italo-americana, amica di famiglia che momentaneamente seguiva un Master alla Sapienza. Era venuta a trovare me e mia sorella, per qualche giorno al mare. Avevo seguito con lo sguardo il...
scritto il 2017-06-02 | da Nabokov
Vittoria
Mia figlia Vittoria si era addormentata sul divano, appena tornata a casa da scuola. È una ragazza di 18 anni, una ragazza tipicamente mediterranea, pella liscia e abbronzata, folti capelli neri. Io quel giorno ero a casa; appena la sentii rientrare le chiesi perchè non mi avesse chiamato, potevo andare a prenderla in macchina. Rispose che non...
scritto il 2017-06-02 | da έκψρασις
Strawberry spicy
Il set di questa sessione di fotografie per un concorso on line, è pronto. Tutto nasce per gioco, in realtà non ero nemmeno interessata a partecipare. Incitata dalla mia amica, decido di partecipare. Il tema principale del concorso sono le fragole, la foto può voler dire qualunque cosa si voglia, non ci sono limitazioni, sebbene già i primi...
scritto il 2017-05-30 | da Ana2
Incontro casuale al supermercato
E' una calda e afosa giornata estiva. Sono addetto all'antitaccheggio nel supermercato.Indosso la divisa di ordinanza.Oggi entra poca gente ma una ragazza in particolare attira la mia attenzione.Lei e' alta con lunghi capelli castani,occhi verdi,viso rotondo e labbra sottili e sensuali.Indossa una canottiera sottile di color carne, una minigonna...
scritto il 2017-05-29 | da marquestinjo
La voglia
L'eccitazione è quell'attimo che ti prende nel quale quella cosa devi farla per forza. Come stasera pronta per uscire pantalone tacco,comincio a sentire un fremito una contrazione,non voglio pensarci tra pochi minuti mi aspettano,ma lei continua insistentemente,incessantemente il tremito dalla vulva mi passa alle natiche,il calore aumenta,il...
scritto il 2017-05-26 | da Elioire6466
Notti
Cinque giorni che ci siamo incontrati e cinque notti in preda ad un eccitazione spasmosmodica,infernale,che non mi lascia respirare,mi prende e mi costringe. Sempre le stesse mosse sempre le stesse posizioni,oscena,sguaiata,slip abbassato,cosce semiaperte,tette scoperte,capezzoli martoriati si sono loro i protagonisti,li torco,li massaggio e le...
scritto il 2017-05-25 | da Elioire6466
Narciso
“Non esiste nessun luogo che riesca a trasmettermi la stessa sensazione di pace” pensai mentre ammiravo l’enorme distesa d’acqua che si stagliava calma e imponente davanti ai miei occhi. Due ore di camminata tra salite e sentieri ripidi ma alla fine del percorso riuscivo sempre a rimanere a bocca aperta. Quel lago è per me un rifugio...
scritto il 2017-05-23 | da Mima
Primi orgasmi
Si chiude in camera e si butta subito sui compiti appena finita la cena. La versione del primo capitolo di Beowulf è a meno della metà, deve presentarla per domattina, ci si deve mettere proprio sotto. – Mi devo concentrare, altrimenti non ne cavo piede – Nora si riduce sempre all’ultimo in tutto ma nonostante questo e nonostante il...
scritto il 2017-05-20 | da Nora Phoenix
Risveglio
Questa mattina il risveglio è stato particolare. Nel letto, dopo una nottata vissuta di sogni semi erotici, ecco che lui si fa sentire e preme delicatamente sul tessuto dello slip che lo imprigiona. Decido di liberlo, almeno in parte e di abbassare il tessuto sino a sotto i testicoli. Adesso la testa è a diretto contatto con il lenzuolo, che...
scritto il 2017-05-19 | da sedicessi
cookies policy Per una migliore navigazione questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti. Proseguendo la navigazione ne accetti l'utilizzo.