Erotici Racconti

pulp Erotismo e sangue, contenuti forti di efferatezze e situazioni eccitanti

Le ultime storie per adulti del genere pulp

Il genere Pulp raccoglie quei racconti erotici che propongono vicende dai contenuti forti, abbondanti di crimini violenti, efferatezze e situazioni macabre. Storie di erotismo e sangue. Storie per adulti che contemplano sofferenze fisiche, mutilazioni e/o addirittura morte. Il connubio sesso e morte sfocia spesso nel mistero, in questa categoria invece troverete racconti erotici espliciti, che lasciano decisamente meno spazio all’immaginazione.

1 3 0 racconti erotici del genere pulp e sono stati letti 1 1 0 8 4 6 7 volte.

I Romano 6: Franca Vannucchi (la madre)
I Romano 6: Franca Vannucchi (la madre) Vito Romano aveva ragione sul conto di Franca Vannucchi: oltre ad essere una bellezza di quelle che non ti dimentichi, era cattiva. Ma qualunque cosa significasse questo termine, lei aveva i suoi motivi per non andare troppo per il sottile quando si trattava di questioni morali. Voleva fare l'attrice, come...
scritto il 2010-12-18 | da Joe Cabot
I Romano 5: Vito Romano non era sempre stato “lo Zio” (parte terza: Franca Vannucchi)
I Romano 5: Vito Romano non era sempre stato “lo Zio” (parte terza: Franca Vannucchi) Al matrimonio di Rino Gentilini, Beppe Cinghiale si era portato un'attricetta diciottenne. Vito invece non aveva portato nessuno. A Rino aveva detto che avrebbe fatto da cavaliere a sua sorella Lina e che era molto importante per lui essere messi al tavolo...
scritto il 2010-11-01 | da Joe Cabot
I Romano 4: Vito Romano non era sempre stato “lo Zio” (parte seconda)
I Romano 4: Vito Romano non era sempre stato “lo Zio” (parte seconda) Dopo quella notte, Vito si era alzato presto ed era andato a cercare Ciro Ciccione per prendere i suoi 120 chilogrammi di muscoli e ciccia e sbatterli contro un muro per i raudi che lo avevano svegliato quella notte. Poi tirandosi dietro Ciro, ammaccato ma perdonato, era...
scritto il 2010-10-14 | da Joe Cabot
Giamaica di sangue - Cap 4 Danza di morte (2° parte)
Il drago sulla mia pelle dormiva, mentre mi scaraventavano a calci fuori dalla camera di Alena. Nel corridoio il freddo mi colpì duro come un cazzo nel culo senza vasellina. Le lampade gialle lungo i muri tremolavano lugubri, proiettando ombre cupe lungo le pareti sporche e fatiscenti. Un tuono squassò l’aria. Prima di arrivare alle scale la...
scritto il 2010-10-05 | da Natura
Pronto??
È estate, mia sorella è al campo scout, mia madre al lavoro e mio padre non è ancora in ferie. Sono a casa da sola, non so cosa fare. Andrea il mio ragazzo è a lavoro e quindi il pomeriggio non possiamo passarlo insieme. Un po’ di tristezza mi avvolge, tutti sono al mare o hanno qualcosa da fare tranne me. All’improvviso squilla il...
scritto il 2010-10-03 | da elysa
Giamaica di sangue - Cap 4 Danza di morte (1° parte)
Un potente tuono mi svegliò di soprassalto. La finestra aperta sbatteva sotto i colpi di un vento gelido. Ero stranamente intontita nonostante le molte ore di riposo. Ancora assonnata balzai in piedi e corsi a chiuderla. Un cielo grigio come piombo sbatteva il muso sul mare in tempesta. Onde sporche cozzavano feroci contro gli scogli, come...
scritto il 2010-09-28 | da Natura
Blonde in black lace. La bionda in pizzo nero. Parte 2
Trascorsi la mattinata finendo di scrivere il rapporto di un caso che avevo appena chiuso, storia di corna, tanto per cambiare …<br /> A mezzogiorno Annie mi chiamò. <br /> “Capo, vieni da Al a mangiare qualcosa?”<br /> “Certo pupa, ma solo se paghi tu!”<br /> “Come al solito, no.”<br /> <br /> ***<br /> <br /> Nel tardo...
scritto il 2010-09-18 | da mamolo
Blonde in black lace. La bionda in pizzo nero. Parte 1
Il mio nome è Johnny Wadd. <br /> Faccio il detective a San Francisco. <br /> <br /> Tutto iniziò ai primi di giugno, c’era un caldo fottuto che durava da una settimana.<br /> Sapete, era uno di quei giorni noiosi, niente azione, pochi soldi, e pochissima gnocca.<br /> <br /> D’improvviso Annette attraverso l’interfono mi informò della...
scritto il 2010-09-18 | da mamolo
Giamaica di Sangue - Capitolo 2
La sabbia calda mi riscaldava il corpo con un abbraccio sensuale. I raggi del sole attraverso le palme creavano giochi di luce sulla mia pelle. Piccole ombre saltellavano sul mio seno prosperoso e abbronzato, correndo sulle mie gambe tonde e morbide come minuscoli animali. Dall’acqua blu come il cielo di primavera emerse Ilma. Camminava...
scritto il 2010-09-16 | da Natura
I Romano 1: la moglie del calciatore
I Romano 1: la moglie del calciatore<br /> <br /> Vito Romano guardava fuori dalle vetrate antiproiettile del suo ufficio. La festa per i 15 anni di Maria, la figlia minore, scorreva là fuori leggera e fastidiosa come la musica di quel cantantucolo neomelodico che la ragazza aveva preteso per il suo compleanno.<br /> Ciro chiuse la porta del...
scritto il 2010-09-16 | da Joe Cabot
L'irruzione
Erano le due e quarantacinque di un venerdì sera qualunque, Elena era seduta ad un tavolo della birreria semivuota assieme a due colleghe di lavoro, Rosy e Nunzia. Svariava su una moltitudine di argomenti sorseggiando l'ennesima media chiara, quando i cinque fecero irruzione nel locale, armi in pugno, volti scoperti. Due di loro dovevano avere...
scritto il 2010-09-15 | da Abraxas
Censura
Biblioteca Nazionale Filippo "Il libro doveva arrivare per le 10,30 adesso sono le 11 e ancora non è arrivato, perché?" "Ha visto tra le negative ?" "Sì, non c'è!" "Allora chiamo al piano e vedo cosa è successo?" Mario "Ecco il suo trattato di criminologia" "Grazie, molto gentile. E per il libro di medicina legale?" "Deve ancora aspettare...
scritto il 2010-09-03 | da Simone
Maccheroni pasticciati
Rosalba aveva ordinato filetto al pepe verde. Io crespelle ai porcini. I genitori di lei e i miei tigelle con affettati, formaggi, sottolioe chi piu' ne ha piu' ne metta. Grande idea andare a mangiar fuori al sabato sera con i nostri parenti, un'idea eccezionale ma l'aveva avuta Rosalba, non io. C'era di buono che pagava tutto suo padre. C'era...
scritto il 2010-09-01 | da Mitchell
I 5 fuggitivi,come tutto iniziò.
Entro nell'ufficio del nostro capo e mi siedo.<br /> -''Ehi Lawrence amico mio! come va? mettiti comodo bevi qualcosa?''.<br /> -''Sì un goccio di brandy se c'è''.<br /> -''Oh ma certo aspetta che te lo verso subito''. Vedo John che prende una bottiglia di brandy e come al solito è brandy di ottima qualità.John mi porge il bicchiere e...
scritto il 2010-08-31 | da Mr.Orange
Giamaica di sangue - Cap 1 Le nuove regole del gioco
Giamaica, 7 giugno 2003. All’epoca avevo poco più di vent’anni. Quell’età in cui, anche se non sei una gran bellezza, la purezza dello sguardo e la freschezza della pelle ti danno sempre una marcia in più. Ciononostante non avevo mai avuto un ragazzo. Ho sempre pensato di avere un bel viso mediterraneo, ma il mio fisico un po’ troppo...
scritto il 2010-08-31 | da Natura
I 5 fuggitivi.
-''Oh porca miseriaccia,Gary hai fatto fuori lo sbirro''<br /> -''Allora? gli avevo detto di stare zitto e di smettere di minacciare.Non mi ha dato ascolto che cazzo dovevo fare?''<br /> -''Ma a te sembra normale fare fuori uno sbirro solo perchè ti dice di stare calmo?''<br /> -''Ok Mr Santarellino preferisci continuare questa discussione...
scritto il 2010-08-21 | da Mr.Orange
La donna del lago
La donna dai capelli neri osservava il lago con tristezza, in una giornata di aprile. I riflessi sull' acqua le ricordavano gli occhi di lui, celesti con sfumature cerulee e verdi. Lei lo aveva amato con tutto il cuore quell' uomo, ma ne aveva ricevuto soltanto lacrime, ingratitudine e dolore. Si incontrarono in una giornata di maggio, nel...
scritto il 2010-08-18 | da Anna Maria Cuccu
La luna nel cortile
Io ero innocente ma ero finito li' e da li' nessuno mi avrebbe piu' tolto. Omicidio plurimo colposo, sputtanato a vita, marchiato su tutti i giornali e condannato all'ergastolo. L'ho capito dopo che chi si puo' permettere un avvocato, di quelli potenti, se la cava.<br /> Io ero povero in canna, quasi senza un lavoro. Mia sorella invece era...
scritto il 2010-08-10 | da Mitchell
Greg Barison e l'Odore del Piacere. cap.14
NELLE PUNTATE PRECEDENTI Greg Barison ha ormai risolto, più o meno, il caso di Antonella Librandis, ossessionata dai presunti tradimenti del marito, Giorgio, con tale Sonia Orici. A questo punto non gli rimane che sistemare la questione del sottosegretario Illumini: incaricato dalla signora Illumini di indagare sulla fedeltà del marito ma...
scritto il 2010-08-02 | da Joe Cabot
Il tesoro
Il branco aveva appena catturato la sua preda e l’aveva portata in un luogo appartato, per saziarsene. Completamente atterrita, la povera vittima era ormai rassegnata al suo destino. Ed ecco irrompere quella tecnologia, che ha un importante compito oggidì in queste cose. “Cazzo…adesso ce la scopiamo alla grande! Forza comincia a...
scritto il 2010-07-29 | da Simone
Racconto amorale
Mia madre invitava spesso degli uomini in casa. E così continuai a vedere la televisione insieme a mia sorella, senza neppure girarmi per vedere chi erano quei due che entrarono in stanza insieme a lei. Era tardi, ed avevo paura che la mamma si ricordasse di mandarci a letto, ma speravo che se noi stavamo in silenzio, senza far alcun rumore,...
scritto il 2010-07-29 | da Simone
Greg Barison e l'Odore del Piacere. cap.13
NELLE PUNTATE PRECEDENTI Greg Barison è incaricato da Antonella Librandis di indagare sui tradimenti del marito, Giorgio, con tale Sonia Orici. Nel corso delle indagini, Barison scopre che il triangolo è più complicato del previsto: le due donne erano amanti fin dall'università ed era stata la Orici a introdurre Giorgio nel ménage. Dopo due...
scritto il 2010-07-27 | da Joe Cabot
Greg Barison e l'Odore del Piacere. cap.12
NELLE PUNTATE PRECEDENTI Greg Barison è incaricato da Antonella Librandis di indagare sui tradimenti del marito, Giorgio, con tale Sonia Orici. Durante l'indagine il nostro incappa in Cinzia, una cameriera, ed interviene per difenderla da suo principale manesco scatenando una rizza. Il giorno dopo, Barison è convocato dal capitano Cipriani...
scritto il 2010-07-22 | da Joe Cabot
Giulia e Marcello (il seguito di coito ergo sum)
Conobbi Marcello una sera d'estate, eravamo ad un concerto, io insieme a mia cugina e ad un paio di sue amiche, lui con i suoi amici...<br /> Quando uscivo con mia cugina non era cosa strana che venissimo circondate da plotoni di maschi che, in modo più o meno spudorato, ci facevano la corte. Così, anche quella sera, furono in tanti i ragazzi...
scritto il 2010-07-22 | da conte Mascetti
La storia di monica (il seguito di coito ergo sum)
la storia di monica<br /> <br /> In seguito all'incidente di Marcello la nostra casa si svuotò di colpo. Mamma e papà, nei primi due mesi, rientravano solo per dormire; la prima aspettava tutto il giorno nella sala d'attesa della rianimazione pregando che il figlio si svegliasse, il secondo invece faceva la spola tra la banca, dove era...
scritto il 2010-07-21 | da conte Mascetti
cookies policy Per una migliore navigazione questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti. Proseguendo la navigazione ne accetti l'utilizzo.