comici Ironia e irriverenza nei confronti del sesso e della sessualità in generale

Le ultime storie per adulti del genere comici

Il genere Comici raccoglie tutti quei racconti erotici che contengono una vena ironica e/o irriverente nei confronti del sesso o della sessualità più in generale. I racconti raccolti in questa categoria dimostrano che la risata e l’eros possono incontrarsi.

4 2 9 racconti erotici del genere comici e sono stati letti 9 0 6 8 0 7 volte.

Momenti di sano divertimento durante una breve vacanza
Mai come in questi pochi giorni di vacanza decisa all’ultimo, mi è capitato di sentirmi quasi come un pesce fuor d’acqua, per il mio semplice modo di essere. Preciso subito il motivo… Io sono peloso di mio, e non mi sono mai depilato. Tengo solo accorciato i peli delle ascelle e del pube, oltre alla barba… Beh niente se negli anni...
scritto il 2020-09-05 | da Carbolatente
Paura e Delirio a Ortona ( feat. Sentz )
Se vai al ristorante “Il Faro” di Ortona, puoi sederti su un tavolino esile che sta nascosto sotto a una tovaglia. Un tavolino così brutto ma con una tovaglia tanto bella che ti sembra un cappello che si veste di una testa, anziché viceversa. E poi puoi guardare davanti a te e vedere: il faro. Già, che scoperta. Ma vedere il faro, solo il...
scritto il 2020-09-03 | da Hermann Morr
I due chili
I due chili: Ero fuori dal balcone del mio appartamento, all'ottavo piano della palazzina, e guardavo i piccoli e stretti vicoli del quartiere detto degli spagnoli, "i quartieri spagnoli", da lassù vedevo il terrazzo dei palazzi vicini, come le ragazze si spogliavano come al solito e prendevano il sole ed io mi crogiolavo nel guardare i loro...
scritto il 2020-09-02 | da Juan Alberto
Che situazione!
Che situazione! Che imbarazzo! Se mi trovo in questa condizione è perché Alina è proprio carina, carina da morire, e mi fa impazzire con il suo modo di fare allegro e malizioso. Non so cosa farci, ma da subito, da quando l'ho incontrata alla festa da Laura, sono stato magnetizzato da lei, ammaliato dal suo modo di muoversi, di parlare, di...
scritto il 2020-08-30 | da Verlaine
A.N.A.L.E. "Tette"
Vabbè. Alle volte va così. Ci si deve accontentare delle piccole gioie. Mi volto verso il salone. Però mi rendo conto che non ho più voglia di entrare nella bolgia. Mi giro e ritorno al parapetto. Guardo giù. Vedo un angolo appartato del giardino. Con una panchina libera. Ho l'impulso di ecclissarmi lì. Scendo la scalinata nella penombra,...
scritto il 2020-08-30 | da Gregorio Erizzo
A.N.A.L.E. "Culo"
-Greg, che hai?- -...Ma no niente, Lucido, stavo pensando...- -E a cosa?- -...Sincero sincero?- -Eh. Sì.- -...Che mi piace proprio parecchio tanto la figa.- -Ahahah... E a chi non piace, Greg?- -...Boh, qualcuno ci sarà!- -Qua di figa ce n'è da scegliere...- ... "Ce n'è da scegliere"... ... Io non so. Se lo dicessi sembrerei presuntuoso. Ma...
scritto il 2020-08-28 | da Gregorio Erizzo
Perle di assoluta saggezza
Lavorando a stretto contatto col pubblico, capita di sentirne di tutti i colori. Se poi sei donna e pure una bella donna, sia detto pure con falsa modestia, ne senti ancora di più. E quindi vi renderò edotti di tali perle di saggezza, che nel tempo ho accumulate dentro. Così, a mo' di liberazione. Hai dei begli occhi, chissà a chi li hai...
scritto il 2020-08-25 | da Lucrezia
A.N.A.L.E. "Figa"
Mi verrà un colpo quando lascerò la camera. Ho svuotato mezzo frigo bar. ...Dovrò vendere un rene per pagare il conto. Epperò... avevo proprio bisogno di alzare un po' il livello dell'umore. Ed è qui nel salone, che mi ricordo. Mi ricordo perché esco poco. Esco poco a divertirmi, intendo. Basta appena un bicchierino. E subito si accende....
scritto il 2020-08-23 | da Gregorio Erizzo
A.N.A.L.E. "La premiazione"
***AVVERTENZA: Ogni riferimento a fatti o persone reali è puramente cazzatuale! *** _________________________________ Beh. Mi pare che la premiazione duri parecchio. Fra l'altro, mi sento quasi fuori luogo. Ci sono autori nominati che non conosco o conosco poco, pezzi che non sono riuscito a leggere... Le prime sono state le categorie...
scritto il 2020-08-17 | da Gregorio Erizzo
I got my lover back
Dopo un anno di matrimonio spezzato, la mia amante mi ha lasciato con un bambino, mi è venuta voglia di finire tutto, mi sono quasi suicidato perché ci ha lasciato senza niente, ero emotivamente giù per tutto questo tempo. Grazie a un incantatore chiamato Dr OMOOGUN che ho incontrato online che mi ha riportato il mio amante. In un giorno...
scritto il 2020-08-16 | da tanila
Ragazzetto incompetente
Incomincerei con il descrivermi in modo che voi possiate immaginarmi. Sono una ragazzetta ancora verginella,occhi azzurri,lunghissimi capelli biondi,alta intorno al metro e 55 e molto snella.Bensì io sia inesperta so benissimo come far si che io possa arrivare arrivare al culmine del godimento,in modo da farmi urlare e godere più di quanto...
scritto il 2020-08-14 | da Bimba Brava
A.N.A.L.E. "Pericolo Vacche"
Un'odissea. Sì, perché sono partito all'alba. Avevo già fatto il pieno il giorno prima. Ero davvero gasato, perché avevo l'occasione anche per passare finalmente a trovare una mia "amica" dei tempi dell'università. Ho inforcato la mia 'micro-machine' e sono partito. Dovevo solo fare una piccola deviazione. Avrei avuto tempo pure per una...
scritto il 2020-08-13 | da Gregorio Erizzo
Freschezza
Arrivato al quinto piano, uscí dall’ascensore e si diresse a sinistra, verso la porta numero uno. Qualcuno aveva risposto al citofono, perciò non aspetto’ molto dopo aver suonato il campanello. - Ciao, io sono Sonia. Sei Matteo? Sonia penso’ immediatamente: - Uhm, niente male, alto, capelli neri, palestrato, tatuaggi sulle braccia,...
scritto il 2020-07-26 | da Robert Night
S.U.P.E.R. A.N.A.L.E.
(Ossia: non è vero che al peggio non c'è mai fine; sfido chiunque a battere questo.) _________________________________________ Roma, sede del Parlamento a Montecitorio. Il premier Giuseppe Conte prende la parola dal pulpito ministeriale: (Conte) - «Cari colleghi, l'ordine del giorno è di trovare una soluzione urgente al gravissimo problema...
scritto il 2020-07-17 | da Seinove
A.N.A.L.E. - the day after
Mi sveglio nel bel mezzo della notte... La camera è buia. Non riesco a capire dove mi trovi. Ho come un vuoto di memoria che non mi fa ricordare nulla. Cerco la luce. La trovo con difficoltà. L’accendo. Mi guardo allo specchio grande di fronte. Ho addosso un vestito rosso... allora metto a fuoco. Ero al galà dell'A.N.A.L.E. Frammenti di...
scritto il 2020-07-07 | da Alba17
Concorso fotografico A.N.A.L.E.
A volte pensi che una cosa sia carina, un'idea ti sfiora e la comunichi agli altri; è quel momento in cui ti accorgi che l'idea ti è stata per certi versi rubata, e non importa se l'hanno avuta prima di te e messa in pratica, tu ti credi la genitrice di un così formidabile pensiero, al punto che ci rimani male. Ed è ciò che mi successe non...
scritto il 2020-07-06 | da Lucrezia
"Un mesto rientro" - 11° capitolo del romanzo “L’amica di Tino Segoni
Cap 11 – Un mesto rientro - 11° capitolo del romanzo “L’amica di Tino Segoni - “Basta, devo andare via da qua… prima possibile, e non con il signor Tino Segoni” Alessia stava cercando di riprendersi la lucidità che per qualche strana influenza le era venuta a mancare dal momento in cui era entrata in quella maledetta discoteca. Si...
scritto il 2020-07-03 | da John Farda
A.N.A.L.E. parte seconda. La festa
Tra la premiazione e la festa, qua sotto nei saloni del grand hotel ER, c'è il tempo di ritirarsi nelle camere e rimettersi in ordine. Il completo scuro mi ha fatto sudare, ne ho tirato fuori uno marrone chiaro più leggero, non è uno smoking, mi mandino via se non gli va bene. E c'è acqua dappertutto adesso nella mia camera, e chili di...
scritto il 2020-07-02 | da Hermann Morr
“… e due!” - 10° capitolo del romanzo “L’amica di Tino Segoni”
- Cap 10 – “… e due!” - 10° capitolo del romanzo “L’amica di Tino Segoni” Tino era andato al bancone a bersi uno sciacquone anche per riflettere sull’accaduto, e trovò Pippo intento apparentemente a fare la stessa cosa: - “Al signore offro io” disse al barista, come se fosse stato al circolo, Pippo si voltò e parve...
scritto il 2020-07-02 | da John Farda
La rivincita - 9° capitolo del romanzo “L’amica di Tino Segoni”
- Cap 9 – La rivincita - 9° capitolo del romanzo “L’amica di Tino Segoni” - - A pochi metri da lei intanto Gimmi aveva il cazzo pronto e duro come una roccia e, avendo seguito la scenetta durata non più di dieci minuti, andò a inginocchiarsi tra le sue gambe allargate e piazzare la bocca sulla sua passera, lei, che per un attimo...
scritto il 2020-07-01 | da John Farda
“ Tino: l’apoteosi” - 8° capitolo del romanzo “L’amica di Tino Segoni”
Cap. 8 – “ Tino: l’apoteosi” - 8° capitolo del romanzo “L’amica di Tino Segoni” Dopo aver bevuto l’ennesimo drink, Tino riuscì finalmente a far ballare Alessia, che però aveva la testa come in un pallone da quanto girava, ogni tanto si appoggiava a lui, e Tino con soddisfazione poteva finalmente abbracciarla come intendeva: le...
scritto il 2020-07-01 | da John Farda
"Mi deve delle spiegazioni…" - 7° capitolo del romanzo “L’amica di Tino Segoni”
Cap 7 – Mi deve delle spiegazioni… - 7° capitolo del romanzo “L’amica di Tino Segoni” Si separarono e si allontanarono a gruppi di due in direzioni opposte, senza parlare: Tino prese Alessia sottobraccio e la portò nella pista da ballo, lei, anche se barcollava un po’ cominciò a ballare senza convinzione, Tino la osservava...
scritto il 2020-06-30 | da John Farda
A.N.A.L.E. parte prima. Il teatro
" Bella Zio ! E' molto che aspetti ? " Senzaidentità scende dal treno trascinandosi dietro una specie di carrozzone, ha gli occhiali scuri, vestito a polo e pantaloni color panna, ma il passo scazzato è quello di qualcuno che cammini su una spiaggia, con le infradito e il costume hawaiano a fiori. " No, non mi sono neanche seduto. " La luce...
scritto il 2020-06-29 | da Hermann Morr
Un fraintendimento tra amici - 6° capitolo del romanzo “L’amica di Tino Segoni”
Cap. 6 - Un fraintendimento tra amici - 6° capitolo del romanzo “L’amica di Tino Segoni” Tino le propose ancora di ballare ma lei non si sentiva sicura delle sue sensazioni durante il ballo con quel perizoma diabolico, e le chiese ancora di aspettare senza dare ulteriori spiegazioni, al che, senza un apparente motivo Tino decise di andare...
scritto il 2020-06-29 | da John Farda
Culo elettrico
L’incidente l’aveva cambiata. Dopo mesi in ospedale, la ripresa era stata lenta, le ustioni erano ormai assorbite, il problema rimaneva la testa. La scossa elettrica presa in casa le aveva aveva dato problemi al cervello, con una lentissima ripresa e tanta apprensione da parte dei medici. Ora finalmente era tornata alla sua vita ordinaria....
scritto il 2020-06-29 | da simonehappysun
cookies policy Per una migliore navigazione questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti. Proseguendo la navigazione ne accetti l'utilizzo.