Erotici Racconti

pulp Erotismo e sangue, contenuti forti di efferatezze e situazioni eccitanti

Le ultime storie per adulti del genere pulp

Il genere Pulp raccoglie quei racconti erotici che propongono vicende dai contenuti forti, abbondanti di crimini violenti, efferatezze e situazioni macabre. Storie di erotismo e sangue. Storie per adulti che contemplano sofferenze fisiche, mutilazioni e/o addirittura morte. Il connubio sesso e morte sfocia spesso nel mistero, in questa categoria invece troverete racconti erotici espliciti, che lasciano decisamente meno spazio all’immaginazione.

2 1 2 racconti erotici del genere pulp e sono stati letti 1 4 0 6 3 2 9 volte.

Una storia di amore, Hans.
A volte, la sera, si ritrovavano intorno ad un fuoco, uomini che condividevano tanti pericoli e che finalmente si rilassavano. E parlavano, si raccontavano. Parlavano magari in terza persona ma non ingannavano nessuno, parlavano di loro, del loro passato, della loro vita. Del fardello che trascinavano. Dei rimpianti. Del rimorso. Delle gioie e...
scritto il 2018-01-08 | da Tibet
Tra sogno e realtà
Sono in un grande giardino, il verde, il rosso, il viola, il giallo si intrecciano sulle siepi mentre cammino spensierata, è tutto così bello e il profumo dei fiori mi travolge... Ci sono delle bambine che mi salutano, che belle penso, mi guardano e ridendo mi dicono in coro "resta qui a giocare!". In lontananza, alla fine del vialetto, vedo...
scritto il 2018-01-07 | da Yuno
Vite disordinate - Chi era lei
Non voglio neanche ricordare il suo viso, rivedo una massa nera, corposa, di capelli pesanti, due seni che appoggiavano mollemente sullo stomaco. Suono e mi viene aperto il portone, salgo di corsa i due piani di scale e la trovo sulla porta ad aspettarmi. -Lara?-. -Non c'è, ma non sai che oggi ha un esame?-. -Si che lo so, mi ha detto che mi...
scritto il 2018-01-07 | da Tibet
L'uccisore dei sogni
Ahahah... i sogni li ho uccisi, spariti tutti!- disse lui ridendo felice mentre roteava in aria la sua pesante catena di ferro. Era una risata malvaggia, isterica, beffarda la sua. Una risata da far rabbrividire. Mi guardo impaurita intorno. Sogni inanimati, sogni feriti, ovunque. Nessun'altra anima viva. In quel momento si accorge di me. Non...
scritto il 2018-01-07 | da Alba17
I due della caldaia (racconto su commissione)
Questo racconto,come altri scritti in passato mi è stato commissionato.Nel caso specifico da un marito che trova eccitante leggere una storia che vede protagonista la moglie. Siamo a metà settembre , di prima mattina l'aria comincia ad essere fresca ma il sole sta già distendendo i suoi *raggi che promettono una giornata calda ma senza l'afa...
scritto il 2018-01-05 | da doc7
Il soldato
Ci sono persone che hanno incontri predestinati, ineludibili. La piaga è dolorosa, una ferita rimarginata a fatica all'avambraccio e parte della mano destra. Le componenti dell’aggressore chimico che l’hanno colpito sono ancora ignote nonostante i continui esami eseguiti dopo i prelievi di cute. Le cure sono difficili, gli apprendisti...
scritto il 2018-01-03 | da Tibet
Migliori amiche
Alessandra mi guardava incredula. L'entusiasmo sopraffatto da una sottile invidia le storceva il volto delicato in un sorriso ebete, mentre io, come una spogliarellista da lap dance, mi godevo quell'esemplare di maschio latino in un ballo più sconcio che musicale. Ebbra dei già troppi brindisi alla mia felicità consumati dall'aperitivo al...
scritto il 2018-01-02 | da Maks
Vite disordinate - Sonia.
Roma... una vita fa. La giornata è una di quelle nella quale tutto va storto. Stare in giro per tutta la sera e parte della notte e non rimediare una lira, piove da diluvio e per mangiare dover promettere il cazzo a un cameriere finocchio di una pizzeria di Piazza Barberini. Promessa da mantenere. Quando rientro, la sorpresa. -Ho dato la tua...
scritto il 2017-12-29 | da Tibet
L'amore di F. e la sua voglia di uccidere. (1)
N.d.A. - Basta con il clima zuccherino del natale con il rischio di conseguire un diabete fulminante o ben che vada una carie diffusa, torniamo alla realtà... torniamo ad essere noi, senza ipocrite finzioni. Però... ammetto questa volta sono in difficoltà, per la primissima volta non so finire un racconto, l'ho iniziato... in parte mi ha...
scritto il 2017-12-27 | da Tibet
Non avremmo dovuto fidarci
Guardo Angie seduta in macchina accanto a me , il sole sta tramontando , vedo sul suo corpo i segni di quella che avrebbe dovuto essere una giornata di trasgressione , mi ripeto continuamente : "non avremmo dovuto fidarci" . Lei non parla , è provata ... dalla camicetta mancano dei bottoni , per fortuna il reggiseno se l'è tolto con le sue...
scritto il 2017-12-17 | da IL BRANCO
Il feticismo di D per gli oggetti
D è seduto al tavolo della cucina e sta tagliando la stoffa per il vestito della sua saliera. Si tratta di un contenitore cilindrico in vetro con intagli verticali dalla base al tappo, bombato, in acciaio. L'oggetto è lì sul piano, è appena stato accuratamente misurato. D ama gli oggetti. Ieri ha disegnato il modello dell'abito, ha scelto...
scritto il 2017-12-13 | da SickInYourMind
La strana storia della ragazza che faceva pompini nei cessi.(2)
-Poi? E’ tutto qui?- -No... Mi telefona pochi giorni dopo e mi dice di collegarmi con lui con la webcam, sono a casa sola... lo faccio... è a torso nudo, è bellissimo. I suoi boxer non nascondono la sua erezione potente, parliamo un po’... e poi mi chiede se mi dispiace se mentre parliamo si masturba. Dico di no... sono eccitata...
scritto il 2017-12-13 | da Tibet
La strana storia della ragazza che faceva pompini nei cessi.
So di essere depravato, un bugiardo senza rimedio e anche disonesto. Ho fatto un po' di tutto nella vita per sopravvivere, potrei elencare le cose orribili fatte ma tante neanche le ricordo quindi sorvoliamo nell'interesse comune. Voglio parlarvi di adesso... non del passato, è da un po’ che faccio il mago, ma si.. il lettore di tarocchi,...
scritto il 2017-12-11 | da Tibet
Il generale
Il generale a due stelle B. si allunga soddisfatto sulla sua poltrona mentre assapora la generosa razione di malto scozzese che si è versato ed esamina compiaciuto il suo ufficio. La lucida scrivania in mogano, il divanetto e le poltrone in cuoio, il prezioso tappeto antico sul pavimento laccato, la libreria d’antiquariato e i quadri delle...
scritto il 2017-12-09 | da Tibet
Shanty & Kaa (pt 2)
Kaa aveva avvolto le sue spire intorno al corpo di Shanty, immobile, completamente soggiogata allo sguardo ipnotico del grande serpente. le spire di Kaa tenevano sollevata a mezz'aria la giovane ragazza, che era quindi sospesa tra la terra, la fonte e l'albero su cui stava attorcigliato Kaa, che le stava proprio davanti col muso a poco piu di un...
scritto il 2017-12-06 | da Anonima671
Shanty & Kaa
(Racconto erotico ispirato dall'omonimo "libro della giungla") mi servono commenti e opinioni5!;)♡ Era una calda mattina nella giungla, il sole era sorto da poco ma illuminava già di raggi dorati la rugiada mattutina, che posava delicata sulle foglie delle palme, dei banani, e le fronde degli altri più svariati arbusti verdeggiante che...
scritto il 2017-11-26 | da Anonima677
Vite parallele
Ajsi tiene forte la pistola tra le mani. La punta alla tempia. Il metallo freddo al contatto con la pelle la fa rabbrividire. La posa giù. Si guarda allo specchio. I suoi 20 anni sono pochi per farla finita, e vedere sé stessa allo specchio le fa un certo effetto. E' bella Ajsi. Due occhi neri neri come la notte, capelli lunghi neri, una bocca...
scritto il 2017-11-25 | da Alba17
La vera storia di Penelope.
Secondo il pensiero comune e convenzionale Penelope conosce il proprio uomo, lo ama così com'è, ha fiducia in lui, sa che presto o tardi lui tornerà da lei, aspetta paziente... Ma corrisponde a quanto effettivamente sia la realtà? Ebbene... no! Penelope pensa invece che... ok., cornuti si nasce... ma non è d'obbligo accettare supinamente la...
scritto il 2017-11-21 | da Tibet
L'orto della strega
Ci sono leggende che affondano le loro radici nella notte dei tempi. Storie che tramandate di generazione in generazione si arricchiscono via via di nuovi particolari magari di pura invenzione. Storie raccontate dall'anziano della famiglia attorno al focolare nelle lunghe sere d'inverno, mentre i bagliori di un fuoco di legna illuminano...
scritto il 2017-11-20 | da Tibet
Lo studioso di tarocchi.
Il suo interesse inizialmente era solo storico, studiava l’etimologia del vocabolo Tarot, la cui origine è tanto oscura quanto quella delle carte stesse. Alcuni studiosi ritengono che derivi da lemmi egiziani. Altri che derivi da Tarotee che sta ad indicare il retro delle carte da gioco, altri ancora dalla parola Tarotier, denominazione che...
scritto il 2017-11-17 | da Tibet
Il dolce-amaro gusto della vendetta... conclusione.
...dove eravamo rimasti? Ah... si! Lei si volta, va verso di lui, apre e rinchiude più volte le cesoie, lui sul letto si muove spasmodicamente cercando di liberarsi, niente... non ci riesce, è legato come si deve. Lei si avvicina minacciosa... e... COSA...? Ma pensate veramente che glielo lascio fare?  Per cosa? Per qualche piccolo episodio...
scritto il 2017-10-15 | da Tibet
Puttana in Trasferta: Eva entra in Gioco
Antonio dà veramente di matto alla vista delle foto compromettenti di suo fratello maggiore diffuse sul web nelle ultime ore. Anche Anna sembra uscire dal suo torpore nel vederle, solo che lei sembra più divertita che indignata. - Te l’avevo detto che era frocio – ridacchia con una smorfia cattiva – E chiaramente non sa neanche tenere...
scritto il 2017-10-14 | da Patrizia V.
Il dolce-amaro gusto della vendetta...
Quanto lo odia il bastardo!  Lo odia e si disprezza per la sua debolezza di allora. Tre anni d'inferno, le sue bugie continue, i suoi tradimenti e lei che sopportava tutto nella speranza di trattenerlo a sé, poi... l'atto finale, lo sorprende nel loro letto con una ragazzina di sedici anni e ai suoi insulti, ai suoi pianti, si alza serafico,...
scritto il 2017-10-14 | da Tibet
Madrid
Madrid. Lui è un basco di Bilbao, è falso, infingardo ed è stupido. Sono nel suo ristorante, un locale di lusso proprio vicino alla Plaza Mayor. Non mi piace il locale, troppo pretenzioso per mangiare bene, c'è troppo personale, troppe luci, ha speso troppi soldi. I nostri soldi. Lui ci deve dei soldi. Molti. E' stupido. Non capisce come...
scritto il 2017-10-03 | da Tibet
Il giovane monaco.
Epilogo. Il sabba. Heradiana lo costringe disteso, lo scavalca e si impala nuovamente, ora i suoi movimenti sono lenti... più determinati, strofina lentamente ma con forza il suo ventre contro quello del giovane. Si muove... stringe e rilascia i muscoli vaginali, si piega in avanti, appoggia il suo petto a quello del giovane e con le mani...
scritto il 2017-09-27 | da Tibet
cookies policy Per una migliore navigazione questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti. Proseguendo la navigazione ne accetti l'utilizzo.