pulp Erotismo e sangue, contenuti forti di efferatezze e situazioni eccitanti

Le ultime storie per adulti del genere pulp

Il genere Pulp raccoglie quei racconti erotici che propongono vicende dai contenuti forti, abbondanti di crimini violenti, efferatezze e situazioni macabre. Storie di erotismo e sangue. Storie per adulti che contemplano sofferenze fisiche, mutilazioni e/o addirittura morte. Il connubio sesso e morte sfocia spesso nel mistero, in questa categoria invece troverete racconti erotici espliciti, che lasciano decisamente meno spazio all’immaginazione.

5 9 9 racconti erotici del genere pulp e sono stati letti 2 4 3 0 0 7 9 volte.

Senza sangue
Quello era stato sicuramente un giorno perfetto per essere vivi e non morti. Un ferragosto vestito di scintillanti toni di blu, di gabbiani presi a strillare contro il sole​ caldo, di onde che sciabordavano euforiche e decise contro gli scogli. Un giorno che lasciava a bocca aperta; proprio di quelli in cui mettere via qualsiasi rancore e...
scritto il 2020-08-23 | da S.I.
Zazie - Cap. 2
La pioggia batteva contro il vetro, disegnando, in combutta col vento, figure astratte. Enza era sola alla finestra e seguiva col dito le gocce d'acqua più grosse, che scivolavano e applicavano un filtro alla realtà esterna, rendendola liquida e tremolante. Non aveva vestiti addosso, fatta eccezione per una vecchia t-shirt troppo grande per...
scritto il 2020-08-22 | da BiDiEnne
ZAZIE - CAP. 1
Le dita danzavano sulla tastiera del notebook ricavandone un picchiettio sommesso, monotono. Loris le seguiva, rapito da quei movimenti sicuri, quasi ipnotizzato dallo sfavillio dell'anello inforcato all'anulare. Assunse un'aria assorta e, smunto com'era, sembrava un mistico al cospetto di una visione estatica. Django smise di battere sui tasti....
scritto il 2020-08-21 | da BiDiEnne
La Caccia
Questa mattina mi sono alzata già tremendamente eccitata. Una sorta di calore che inizia nelle parti basse del ventre e si propaga per le viscere, fino a raggiungere lo stomaco, stringendolo in una morsa che mi impedirà di assumere qualunque cibaria per tutto il giorno. Vorrei placarmi, toccandomi, ma so che devo resistere, devo preservare...
scritto il 2020-08-20 | da Adelina69
Sabella noir 8 Il velo si alza. La conclusione.
Il velo si alza. LA conclusione. “Allora, la mia ipotesi è che, Giulio Ambrosi voleva rompere con il suo benefattore. E che, il suo benefattore, non abbia gradito e abbia ucciso Giulio” dico. La Marisa mi osserva seduta sul bordo del letto. Fausto, con un aspetto ancora più irsuto di un grizzly, sembra pendere dalle mie labbra. Abbiamo...
scritto il 2020-08-17 | da Vandal
Sabella noir 7 Barbarossa
Barbarossa “Abbiamo un prete pedofilo che si eccita ad ascoltare i peccati pruriginosi di Sabella” sono nudo, seduto sulla poltrona di casa mia, con la Marisa che mi fa un soffocotto da urlo. Nonostante questo, cerco la concentrazione giusta e cerco di trovare un senso a quel casino. E la Marisa ha modo di farmi rilassare con quel movimento...
scritto il 2020-08-17 | da Vandal
Sabella noir 6 E si ricomincia con i soliti sospetti
E si ricomincia con i soliti sospetti . Io e la Marisa siamo in chiesa. Fausto è a casa che recupera le energie della notte precedente. Gran bella cavalcata, se ci ripenso. Ci siamo passati la Marisa come un pippaiolo si passa una canna ad un rave party. Gualtiero il sagrestano sta preparando per la Messa. Ines la perpetua, osserva con occhio...
scritto il 2020-08-16 | da Vandal
I cessi della stazione
Sono seduto su questa dannata panchina, in questa stazione, davanti ai cessi pubblici. Tra non molto qualcuno vedrà quello che c’è li dentro, chiamerà la polizia, che poi vedendomi, mi porterà via, e molto probabilmente passerò il resto della mia vita in galera. Vi chiederete perché resto qui ad aspettare, perché non fuggo via. Perché...
scritto il 2020-08-16 | da Adelina69
Sabella noir 5 - Storie di brogli e garbugli
Storie di brogli e garbugli La mia salvatrice varca la soglia del pub alle 11 di sera. Le ordino una birra chiara. Ma non è sola, c’è anche il Fausto, uomo rude, capelli neri e fluenti, aspetto irsuto, fisico da lottatore. L’uomo che venne dal Nord, il trivellatore di fondali marini. Per dieci mesi all’anno se ne stava su una piattaforma...
scritto il 2020-08-16 | da Vandal
Sabella noir 4 - In gabbia -
In gabbia Con il marito della Marisa di nuovo a casa a festeggiare la lunga permanenza lontano da casa, il sottoscritto, oltre a passare le ore vuote a farsi seghe, ha pensato bene di fare il segugio e di continuare le indagini. Sabella è ancora in coma, sua madre veglia giorno e notte su di lei, pregando e maledicendo. Io, la vado a trovare in...
scritto il 2020-08-14 | da Vandal
Sabella noir 3 - Seghe e indizi
Seghe e indizi “Una ragazza coi fiocchi” Lino il gelataio serve un gelato ad una bimbetta grassoccia e vestita di bianco che sembra un mushmellows “Quasi una volta al giorno, arrivava qui, si metteva l’ alla vetrina e ordinava un gelato. Panna, fragola e cioccolata” “Le ha mai fatto delle avanche?” chiede Marisa Lino inorridito la...
scritto il 2020-08-13 | da Vandal
Sabella noir 2 - Post sbornia
Post sbornia Mi risveglio con un gran mal di testa e un dolore alla schiena. Il sole entra tra gli scuri, attraverso le tende e mi fa svegliare di soprassalto. Sono in boxer, con l’uccello di fuori e una bottiglia di whiskey abbandonata sul pavimento “Wow” La porta del bagno si apre e la Marisa mi viene incontro con un’aria da zombie. Ha...
scritto il 2020-08-13 | da Vandal
Sabella noir 1- Bici
Sabella noir Bici Sabella la monella esce di casa avvolta nel suo abito fiorito blu e azzurro. Ha un capello di paglia calcato in testa, adornato con fiori di garofano e sandaletti neri con calzette bianche. Saltella giù dalle scale, la gonna che si apre ad ombrello ogni volta che si fa uno scalino. Sabella è una ragazza carina, dalla faccia...
scritto il 2020-08-13 | da Vandal
Fregato
I L’amore veloce è consumato tra le lenzuola di un motel di periferia. Ha le luci al neon che sfarfallano e un tizio grasso e pelato dietro al bancone che si guarda la TV. Chiedo una camera libera per quella notte. Sono stanco, ho viaggiato per tutto il giorno, ho la schiena a pezzi. Il gestore basso e pelato mi guarda con sufficienza, mi fa...
scritto il 2020-08-12 | da Vandal
Quasi nulla in sospeso
All'imbrunire... altrove. Lontano dal centro. Lontano dalla gente. Dentro di sé. Tremo, temendo che tutto questo alla fine possa piacermi. Al di là della carta da parati lisa, l'intonaco scrostato e una spessa parete di mattoni, il buio inghiotte gli orti, le case, la luce soffusa dei lampioni, pure gli individui che incontra sul suo...
scritto il 2020-08-07 | da inception
The Nightmare
(Questo racconto non ha un genere, o forse è multigenere) Come mai è tutto buio, ma sopratutto dove mi trovo. Cerco un interruttore. Devo vedere. Sento dei lamenti provenire da poco distante, forse quella è la via d'uscita. Appoggio le mani al muro e cammino in avanti. Improvvisamente sento qualcosa di duro, penso che sia una maniglia, la...
scritto il 2020-08-06 | da Lizbeth Gea
Penso che ti piacerà quello che sto per fare
Mi chiamo Cecilia e voglio raccontarvi cosa mi è successo molto tempo fa, quando la mia vita è cambiata per sempre. A quel tempo avevo 38 anni e mio marito era un ricco banchiere. Era la sera in cui ero stata con mio marito alla riunione del ventesimo anno dal mio diploma al liceo e indossavo un nuovo vestito di seta verde. Al ritorno ci...
scritto il 2020-07-19 | da cutyourhair
Saturno contro
L'idea per la protagonista m'è venuta leggendo un bel racconto di Vandalo Perverso, che ringrazio per la sua disponibilità a farsi saccheggiare le idee. È un racconto piuttosto lungo per gli amanti della fantascienza (mi correggo: solo per gli amanti non troppo esigenti!) - ---- - Yūki non vedeva Serena da tredici giorni e soffriva come un...
scritto il 2020-07-18 | da Ambiguo
A.N.A.L.E. ultima parte. L'occhio del ciclone
Cammino a passi lenti dentro a questa luminescenza rosa, che rende soltanto più evidente la profondità del buio. Viene dal pianoforte, viene da pink_ dal suo vestito, dal suo volto che brilla di luce interiore nel ricevere piacere da una persona amata. E' l'occhio del ciclone che ha investito l' Hotel, trascinandolo in un vortice di tribadismo...
scritto il 2020-07-14 | da Hermann Morr
I due della caldaia
Siamo a metà settembre , di prima mattina l'aria comincia ad essere fresca ma il sole sta già distendendo i suoi raggi che promettono una giornata calda ma senza l'afa che ha caratterizzato il mese precedente . Tu sei da poco arrivato in ufficio con la prospettiva di restarci fino a sera mentre Paola è rimasta a casa perché deve aspettare il...
scritto il 2020-07-14 | da Maturamante
Conflitto Morboso - Capitolo 4
Ci avevano colte impreparate, 6 uomini erano scesi dai fuori strada: erano troppi! Uscimmo rapidamente dal retro e facemmo il giro della casa fino ad arrivare al fienile, dove avevamo nascosto l’auto. Cornelia si mise alla guida dell’auto. Erano le 10:30 del mattino e saremo passate in piena luce e in bella vista di fronte alla casa per...
scritto il 2020-07-12 | da duke69
Per Amore
Mi chiamo Rosalba e da 8 anni sono la domestica della signora Carmen Beatriz, una tra le più brave giudici donna del paese. Racconto questa storia per liberarmi dal peso che mi opprime dopo quello che mi è successo poco tempo fa e per il quale so che mi giudicherete male. Sono una donna di 38 anni, sposata con Josè Luis. Ci conosciamo da...
scritto il 2020-07-10 | da cutyourhair
A.N.A.L.E. parte terza. Il pianoforte
" Ti va di ballare ? Li non ci sono sedie.. " Abbiamo vuotato i bicchieri, le ho dato il braccio, l'idea era spostarsi nella sala da ballo vera e propria, ma il pianista intuendo la situazione è partito con Dancing di Paolo Conte. Non si può dire di no a Paolo Conte, il salone grande si era comunque svuotato, abbiamo ballato li davanti al...
scritto il 2020-07-08 | da Hermann Morr
Storie di uno stupratore professionista – Jennifer 4
STUPRO E SVERGINAMENTO ANALE 1 ATTENZIONE : QUESTO RACCONTO CONTIENE SCENE, DESCRIZIONI E RIFERIMENTI VIOLENTI. GLI EVENTI RAPPRESENTATI SONO RIGOROSAMENTE DI FANTASIA E NON RIFERITI AD EPISODI REALMENTE AVVENUTI PER CUI QUALUNQUE SOMIGLIANZA A PERSONE OD A FATTI VERIFICATISI NELLA REALTA' E' NON VOLUTA E PURAMENTE CASUALE. CHI SCRIVE NON...
scritto il 2020-07-06 | da Prick
Conflitto Morboso - Capitolo 3
Eravamo a pezzi! Il mio sedere bruciava mentre Cornelia aveva le lacrime agli occhi dal dolore che il metallo aveva provocato sulla sua pelle più sensibile. Contattammo rapidamente Sonia, il nostro medico di fiducia, che inutilmente insistette affinché andassimo all’ospedale per i dovuti accertamenti e per un po’ di riposo; infatti, ci...
scritto il 2020-07-05 | da duke69
cookies policy Per una migliore navigazione questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti. Proseguendo la navigazione ne accetti l'utilizzo.