Erotici Racconti

bondage Soggezione fisica del partner, schiavi, subire passivamente i piaceri sessuali

Le ultime storie per adulti del genere bondage

Il genere bondage, che deriva dall'inglese schiavitù, raccoglie tutti i racconti erotici che trattano della soggezione fisica del partner con l'uso di legature, corsetti, cappucci, bavagli. Insomma più in generale sull'impedimento consenziente alla libertà fisica, di muoversi, di vedere, di parlare, di sentire. L'unica concessione è subire passivamente i piaceri sessuali di una o più persone.

1 5 3 racconti erotici del genere bondage e sono stati letti 9 2 6 1 9 9 volte.

La mia prima esperienza 7.
Al mattino dopo, stavo per uscire, quando suonò il telefonino. Era Milena e mi chiedeva quando ci saremmo potuti incontrare nuovamente. Mi presi un minuto per pensare se rinunciare ad una bella scopata o ad una, senza dubbio, inutile e noiosa lezione all'Università. Ovvio che vinse Milena che poi si trovava già davanti al mio portone, perciò...
scritto il 2018-12-11 | da franco018
La mia prima esperienza 6.
Al mattino dopo, trascorso ad assistere ad una noiosissima lezione all'Università, tornando a casa telefonai a Samanta per chiederle di rincontrarci e sistemare la ragazzina come precedentemente stabilito. Lei acconsentì ed io, dopo un panino e coca cola, andai dritto da Samanta dove trovai Susanna e la ragazzina già bloccata sul lettone con...
scritto il 2018-12-10 | da franco018
La mia prima esperienza 5.
Passata la giornata consacrata allo studio, mi ritrovo solo in casa, a pensare alla graziosa morettina, Milena. Ironia della sorte, squilla il mio cellulare e riconosco subito la voce di Samanta che mi chiede se può dare il mio numero di cellulare a Milena che vorrebbe parlarmi. Senza esitare le do il consenso e, salutatici programmando un...
scritto il 2018-12-09 | da franco018
La mia prima esperienza 4.
Al mattino, prima di andare all'Università, passo dal tabaccaio per prendere i miei sigari preferiti. Entro in negozio e ti vedo Susanna intenta a parlare con una morettina molto carina, minutina, occhi azzurri, vita snella, culetto da sculacciata e cosce appena velate da calze a rete nere. Mi avvicino e saluto Susanna, facendo un cenno alla...
scritto il 2018-12-09 | da Franco018
La mia prima esperienza 3
Avevo superato l'esame all'Università con un ottimo voto e volevo festeggiarlo con le amiche di gioco Samanta e Susanna. Telefonai subito a Samanta e combinai l'incontro a tre per il pomeriggio. Chiuso il telefono mi vedo accanto un mio compagno di Liceo che non rivedevo da tempo. Essendo stato involontariamente ad ascoltare la mia telefonata,...
scritto il 2018-12-02 | da franco018
La mia prima esperienza 2
L'incontro con Samanta mi era assai piaciuto e mi sentii stranamente eccitato nel pensare ad un seguito, un secondo incontro; così fu: le telefonai e mi disse che in serata ci sarebbe stata anche Susanna, una sua amica. Alla aera, dopo cena, mi presentai alla porta di Samanta che mi aprì e mi abbracciò con entusiasmo. Entrai e mi trovai...
scritto il 2018-11-30 | da franco018
Una brava donna
Forse era colpa della luna; non avrebbe dovuto esser lì, ma lo era. Palpitante, nuda, in attesa di quel piacere che sarebbe arrivato prepotente. Legata ma libera di essere chi volesse, libera dai vincoli della società e della decenza. Aveva detto al marito che sarebbe andata fuori con le amiche. In realtà, era andata in un club a farsi...
scritto il 2018-11-30 | da Ellie
Fame
Fame E' passato troppo tempo, o meglio, forse non così tanto, ma la percezione dei giorni per noi è stata diversa, il bisogno fisico di vederci, di toccarci a volte può divenire una delicata sottile tortura e noi i suoi masochisti più fedeli. Lo pensavo venendoti a prendere in stazione, leggo nei tuoi occhi una sorta di sollievo vedendomi,...
scritto il 2018-11-06 | da scopertaeros69
La mia prima esperienza.
Ero all'Università, a Perugia, terzo anno di medicina. Da mesi non riuscivo ad "agganciare" una ragazza da trombare senza problemi e allora, nel tempo libero, consultavo su internet i siti per incontri femminili. tra foto e recensioni scorse, mi soffermai su Samanta, una ventiduenne che non era niente male: morettina, rotondetta con un culo da...
scritto il 2018-10-31 | da Franco 018
Legàmi
Ecco sono pronta, in attesa. Qui, inginocchiata nella penombra di questa soffitta, le spalle alle scale. In attesa di sentire i tuoi passi che salgono, a reclamare un desiderio proibito e rifiutato da troppo tempo. Abbiamo provato qualsiasi cosa per cercare di non arrivare a questo, ma quando l'attrazione è nella mente, prima o poi il corpo suo...
scritto il 2018-10-26 | da Lilith E.
Quello che vuoi da me - Cap. 2
La porta d’ingresso che si muoveva sui cardini, ogni volta che il portone della palazzina, due piani più in basso, veniva aperta e richiusa al passaggio di qualcuno, cominciava a darmi sui nervi. Il dente della serratura batteva contro lo stipite senza riuscire a superare il gradino. Per fortuna, altrimenti sarei stata nei guai, ma una...
scritto il 2018-10-16 | da Numero Primo
L'Università fuori sede (CAP 6)
L'UNIVERSITARIA FUORI SEDE (Cap. 6) Per due settimane non li sentii, rifiutai due chiamate dell'agenzia; risposi solo quando sul display comparve il numero di Antonella ( vedere cap.li precedenti n.d.a.):” Perché non rispondi?” “Guarda che una esperienza di quel genere che mi avete fatto vivere te e Sergio basta ed avanza, non sono...
scritto il 2018-10-14 | da Pensionato
Quello che vuoi da me
L’auto di Marco procedeva a velocità moderata lungo vie secondarie, incontrando pochissimo traffico, nonostante l’estate invitasse a restare fuori casa il più a lungo possibile. Scrutai intorno a me, un po’ preoccupata, e guardavo Marco chiedendomi dove mi stesse portando. Mi era un po’ stupita di me stessa per aver accettato quel...
scritto il 2018-10-10 | da Numero Primo
L'innocenza non esiste
Serata piacevole di chiacchere inutili e inconsistenti tra lei e me , non soli i comuni amici hanno fatto da anfitrioni, l'uno per l'altra. Lei è stupenda la classica donna che è entrata negli "anta" con la signorilità di una regina e anche con l'aspetto fisico che ti costringe ad una seconda e terza occhiata, per verificare la mendacità del...
scritto il 2018-09-24 | da scopertaeros69
Afferrarsi
Estraniarsi dagli occhi, smettere di guardare per vedere, per permettere alle mie mani di conoscere, per permettere alle tua braccia di vestirmi, consentire alla pelle e al cuoio di percorrermi estendendomi, consentire alla pelle e al cuoio di segnarti nella mia lussuria crescente. Dita che cercano e trovano divaricandoti le labbra, dita che...
scritto il 2018-09-18 | da scopertaeros69
Sospesa e in gabbia.
Ieri sera, come programmato da tempo, con un gruppo di persone abbiamo provato una performance che mi frullava in testa da tempo. Acciaio e cera, gabbia e candele. In una stanza di adeguata capienza e di adeguato isolamento, sono entrata e in assoluto silenzio, mi sono spogliata, e ho indossato il mio collare di acciaio, collegato con catene...
scritto il 2018-09-11 | da visita il mio blog: https://louvonsalome5.wixsite.com/lou-von-sacks/blog/
Il piccolo Nathan
Salve, sono Jenny ho 25 anni e frequento la palestra. Quel giorno andai a casa di Marzia perché avevamo appuntamento per andare a fare shopping al centro commerciale, per l'occasione indossai il mio vestito nero preferito con lo spacco sulla coscia, calze nere e tacchi neri non troppo alti. Ero fuori casa di Marzia e bussai al campanello ma ad...
scritto il 2018-08-16 | da Jenny
Quella Puttana sgozzata
Era una calda mattina di Luglio del 2014. Come al solito ero sotto esame e quindi sotto stress. Avevo deciso di prendermi una mattinata di pausa dai libri per dedicarmi ad una mia passione, quella dello scopare troie, ovvero scopare donne che però invece di mostrare la loro vera natura solo dopo cene e cinema offerti lo fanno per 30-50 o anche...
scritto il 2018-07-04 | da paolorizzi91
Midnight - PARTE 1
Entrando insidiosa da sinistra, la luce del sole colpiva il corpo del ragazzo in punti strategici. Ne risaltava gli incavi, i muscoli tesi verso l'alto, le forme che si muovevano ad ogni singolo sussulto; riusciva persino a mostrare, in quella stanza così grigia, il colore della sua pelle. Era raro trovare una tonalità così perfetta, quasi...
scritto il 2018-06-18 | da grimreaper101
Zic
Linda...sei nuda, legata sulla sedia, bendata, braccia dietro lo schienale, seno esposto e volubile, le gambe della sedia alte ma riesci a poggiare i piedi a terra, la seduta su cui poggia il tuo culetto è poco profonda, per cui ti trovi in una posizione strana, semiseduta. La corda è spessa, robusta, una spira ti avvolge il collo flessuoso e...
scritto il 2018-04-18 | da D_Tur
Una ragazza bionda diversa dalle altre
Questa è la storia di Katia una ragazza di Roma , studia al liceo s. nomentano c. una ragazza che non si apre normalmente con le persone e spesso odia il contatto con le persone. Riporto sotto le sue testuali parole "Sono uscita di scuola e come ar solito ho preso l'autobus e non ci stava nessuno dei miei compagni con me, alla fermata non sono...
scritto il 2018-04-14 | da DEMETRAAA99
Weekend nella casa di montagna
Eravamo arrivati intorno alle 21.La casa era immersa nel buio fitto del bosco e la luna illuminava appena appena il vialetto di casa.Parcheggiai la macchina,quindi tolsi dal baule le nostre due valigie e cominciai a esplorare le tasche alla ricerca della chiave di casa.Non faceva molto freddo.Eravamo a metà marzo e il clima era decisamente...
scritto il 2018-04-08 | da Zagor1978
Corde
La corda scorre sulla mia pelle, guidata da te, che assapori ogni mio tremito. Ci guardiamo fissi negli occhi, una muta domanda nei tuoi, una silenziosa risposta nei miei e inizi a legarmi. Non so come facciamo ad avere questo costante contatto tra noi, di pelle e di occhi, anche nei momenti in cui sistemi la corda, in cui la fissi nei disegni...
scritto il 2018-02-21 | da Gaia67
Tra le sue corde
La sera continuavo a toccarmi il polso sinistro: c'erano ancora i segni delle corde del pomeriggio appena trascorso. Era la mia prima esperienza tra le sue corde, vissuta con emozione ed imbarazzo, ma era ciò che cercavo e volevo.Ho scelto un luogo insolito, ma pensato per espormi ed esibire anche la mia sessualità: un privè. Il borsone nero...
scritto il 2018-02-18 | da Francesca74
Bigliettini
tornai a casa ,dopo il lavoro, e andando in camera mi trovai sul letto: un collare nero con le borchie da stringere forte al collo; una gonna nera cortissima che sembrava il bordo della maglietta e per finire una canottiera bianca scollata sul seno. tolsi gli indumenti e misi quelli (senza intimo ) e andai in soggiorno. trovai un biglietto con...
scritto il 2018-02-18 | da balla
cookies policy Per una migliore navigazione questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti. Proseguendo la navigazione ne accetti l'utilizzo.