pulp Erotismo e sangue, contenuti forti di efferatezze e situazioni eccitanti

Le ultime storie per adulti del genere pulp

Il genere Pulp raccoglie quei racconti erotici che propongono vicende dai contenuti forti, abbondanti di crimini violenti, efferatezze e situazioni macabre. Storie di erotismo e sangue. Storie per adulti che contemplano sofferenze fisiche, mutilazioni e/o addirittura morte. Il connubio sesso e morte sfocia spesso nel mistero, in questa categoria invece troverete racconti erotici espliciti, che lasciano decisamente meno spazio all’immaginazione.

8 3 3 racconti erotici del genere pulp e sono stati letti 3 3 8 0 0 0 6 volte.

Donare il piacere in un’altra dimensione 3 (continua)
Respiravamo entrambi affannosamente, e ansimavamo affannosamente. Anche legata al tavolo com'ero, misi in movimento i fianchi e scopammo forte, furiosamente, come animali selvatici. Mi sono emozionata alla realizzazione che il dottore era andato al limite con le sue pratiche di miglioramento. Avevo ricevuto anche l'aumento di resistenza. Abbiamo...
scritto il 2021-07-03 | da LanA
Donare il piacere in un’altra dimensione 2 (continua)
Girai la testa e mi ritrovai a fissare un cazzo enorme completamente eretto. Là c'era un altro dottore, in tenuta chirurgica, ma con il camice verde aperto, che mostrava il torso abbronzato di un giovane in forma, che non aveva più di trent'anni, ben fatto. Aveva entrambe le mani avvolte intorno al suo cazzo mostruoso, e gemeva per il suo...
scritto il 2021-07-02 | da LanA
Donare il piacere in un’altra dimensione 1 (continua)
La mia coscienza riemerse dalle profondità dell'anestesia. Ero sdraiata, nuda su un tavolo operatorio. Forti luci puntate su di me dall'alto. I miei piedi nelle staffe e sollevati, allargati. Ho guardato giù attraverso la mia pancia. Un uomo dai capelli grigi, che indossava ancora una maschera chirurgica e un camice da medico, sbottonato e...
scritto il 2021-07-02 | da LanA
Ma sono o no il comandante Di questa lurida nave?
Dopo una settimana dall'incontro con il vascello olandese e del suo successivo affondamento, avevamo in conto già due brigantini ed una goletta. Poca cosa il loro carico in realtà, ma meglio che niente; l'ultimo in realtà ci aveva regalata una bella scorta di rum, così che l'allegria regnava sempre sovrana sulla Perla rara. Forse un po'...
scritto il 2021-07-01 | da Lucrezia
Redenzione
Roma a.d. 1630 era l'anno della peste, uno dei molti, sono scampata anche ad altri passaggi. Nella città eterna eravamo come sotto assedio, con le scolte di medievale memoria ad ogni porta a non far entrare nessuno che potesse essere di contagio; l'allegria e il brio avevano lasciato il posto a sgomento e paura, anche se qualche bardo intonava...
scritto il 2021-06-27 | da beatrice
Con i malvagi selvaggia donna dagli occhi color del mare
Fulmini e tempeste, e pure uragani, disse il comandante e quando parlava così era perché la paura lo assaliva, e credetemi se vi dico che la paura lo assaliva raramente, molto raramente. Così iniziò la mia storia a bordo della fregata verde, chiamata "Perla rara". Un bellissimo legno di 44 metri e 44 cannoni da 18 libbre, armata a nave,...
scritto il 2021-06-27 | da Lucrezia
Le convenute (due parole)
Mi sono svegliata nel cuore della notte, il solito incubo. La notte prima della presa della Bastiglia. Sto camminando lungo un corridoio buio nelle segrete della prigione. Urla disperate dall’esterno. Dietro le sbarre di ogni cella, orge indescrivibili. Cammino fino ad una piccola scala, in cima trovo una porta chiusa. Quando cerco di aprirla...
scritto il 2021-06-14 | da Capitan_America
Lo stupro di Agnese 2
QUESTO RACCONTO È PURAMENTE DI FANTASIA, OGNI RIFERIMENTO A PERSONE O COSE È PURAMENTE CASUALE. Dicendo ciò Agnese sentiva un senso di umiliazione pervadere la sua mente, ma iniziava a bagnarsi, quella situazione la stava facendo eccitare e questo la umiliava ancora di più, non aveva più il controllo del suo corpo... L'umiliazione più...
scritto il 2021-06-12 | da Shey
Lo stupro di Agnese
QUESTO È UN RACCONTO DI PURA FANTASIA. OGNI RIFERIMENTO A PERSONE O COSE È PURAMENTE CASUALE. Come tutto iniziò Agnese, una ragazza di 23 anni, studentessa di lingue all'università, aveva dei capelli neri ricci di media lunghezza, una pelle bianca e degli occhi verdi smeraldo. Aveva la sua solita routine di vita, lezione all'università,...
scritto il 2021-06-10 | da Shey
La villa della ragazza in rosso-Tra gotico e noir-
I I piedi nudi calpestano un terreno di fango nero, appiccicoso e denso come catrame. Affondano fino alle caviglie e producono uno strano suono di risucchio ogni volta che si sollevano. La strada è buia. Ci sono alberi dalla corteccia nera e i rami che si protendono sul sentiero simili ad artigli. C’è una luna pallida che galleggia oltre di...
scritto il 2021-06-04 | da Vandal
(Lucca) Le piccole cattiverie di un uomo comune
La ragazza dietro il furgone si era svegliata, mugolava e scalciava. Al volante, Franco pensava che l’intelligenza fosse una forma di stupidità molto sopravvalutata. Le persone intelligenti si soffermano troppo sulle cose, danno peso a idiozie, vivono un’esistenza dolorosa e prendono decisioni logiche, dunque incompatibili con il mondo e...
scritto il 2021-06-03 | da Familiare
Primo contatto - Finale
" Volo verso l'universo, lo attraverserò. Se sei stella fatti vedere, io mi fermeròòòò... ooh ooh ... Shadilay Shadilay la nostra libertàààà !! " " Canti dottoressa ? Hai ancora fiato con quest'aria sottile ? " " Reeeeeeeee !! E' una canzone importante nella cultura delle Colonie. Shadilay era la prima astronave, quella che aprì la...
scritto il 2021-06-03 | da hermann morr
Roberta
Roberta era stremata. Aveva perso il conto di quanti abusi aveva ricevuto. Tanto tempo prima stava facendo una passeggiata nel suo tranquillo paesello, di sera, circa alle dieci. Non si trovava anima viva in giro. E poi tutto fu molto confuso: era passata davanti a un furgone parcheggiato, spento, qualcuno da dietro che le metteva qualcosa in...
scritto il 2021-06-01 | da Marko94
Nero come uno specchio
NERO COME UNO SPECCHIO Non abbandonare mai la strada vecchia per quella nuova. E soprattutto, non abbandonare una strada comoda e asfaltata per uno sterrato che si snoda in mezzo agli alberi. Specie di sera. Strada panoramica, mi hanno detto alla tavola calda qualche chilometro più indietro. Passa in mezzo ad una fitta boscaglia , circa tre...
scritto il 2021-05-29 | da Vandal
Sesso tra amiche
Siamo tre amiche molto sexy e affiatate che si sono trovate l'estate scorsa a passare la prima vera vacanza insieme. Siamo andate al mare, in campeggio e lì abbiamo conosciuto il mondo: uomini, etero, bisex, donne, di tutto di più. Siamo giovani e ogni tanto ci piace bere qualche bicchiere di troppo, come quella famosa serata di fine agosto,...
scritto il 2021-05-27 | da Telefono Erotico
Driade
Driade Nascosto quest'angolo di cielo intrappolato nell'acqua. Quello che colpisce in questo luogo è il silenzio. Una pace interiore pervade il mio Essere e sembra che qualcosa mi sussurra un invito. Là, nelle placide acque immobili, qualcosa sembra muoversi tra il limo e le radici delle mangrovie. Sospendo il fiato e mi soffermo, quasi...
scritto il 2021-05-18 | da Vandal
Lo strano incontro (Superlover)
“Certo che sarebbe bello viaggiare continuamente, vedere sempre nuovi clienti con la scusa del lavoro” “Si, ma non parliamo sempre di lavoro. Con te preferirei parlare d’amore” “No, no. Proprio no” “Ma perché? Che c’è di male? Anche qui, adesso. Guarda quelle barche rovesciate lì dietro. Ci infiliamo sotto una di quelle e...
scritto il 2021-05-10 | da Capitan_America
Lo schiavo delle brutte 2
La piccola Asia torna a casa, alta 1 metro e 50, capelli castani, un po' mossi, magrolina, indossa una maglietta aderente che lascia intravedere i piccoli seni già formati, poi un paio di pantaloncini corti leggeri di una tuta, molto aderenti anche questi, che risaltano il suo sederino e le sue piccole natiche sode, davanti si intravede quasi...
scritto il 2021-05-06 | da lexandermilu
La vendetta di Salem 9 - La fine -
Salem 9 Oggi South Salem è un agglomerato di case in legno, ben amalgamato con il verde. C’è un chiesa, un municipio che sembra uscito da una vecchia pubblicità delle Lelly Kelly. Ci sono un paio di scuole, un centro sportivo e una stazione di polizia. Duemila abitanti in tutti. Un bel passo da gigante dalle quattro case dei miei natali....
scritto il 2021-05-04 | da Vandal
La vendetta di Salem 8
SALEM 8 Ieri Olaf recuperò delle catene arrugginite dal fondo del lago. Del corpo di Castro non vi era traccia. Numerosi altri corpi giacevano sul fondo del lago, disgraziati giustiziati in nome di Dio e della Chiesa, alla follia dell’uomo dettata dalla superstizione. Olaf non seppe spiegarsi del perché il corpo di Castro non si trovi...
scritto il 2021-05-04 | da Vandal
La vendetta di Salem 7
Salem 7 Oggi. Ho la figa che fuma. Prima di uscire, io e Bob ci abbiamo dato dentro parecchio. Lui si è messo il ghiaccio sulla cappella, io sulla figa. Avere un estintore a portata di mano, non sarebbe male. Ecco che arriva Janet, sfavillante in un abito scuro che le arriva fino ai piedi e una scollatura da vertigine che lascia in vista le sue...
scritto il 2021-05-04 | da Vandal
La vendetta di Salem 6
Salem 6 Oggi “Sembra una donna” per un attimo, la visione delle telecamera, ha inquadrato delle unghie smaltate. Poco più di un secondo, un riflesso lontano di un lampione “O un uomo che ama dipingersi le unghie” commenta Bob Lo ignoriamo e continuiamo a guardare “Abbiamo visioni su Ambrose?” “Ogni tanto appare nelle inquadrature...
scritto il 2021-05-03 | da Vandal
La vendetta di Salem 5
Salem 5 Bob mi guarda e non mi dice nulla. Siamo ancora nudi e non abbiamo fatto cenno di rivestirci. Gli ho raccontato tutto, senza tralasciare nulla. Aspettando l’inevitabile, con Bob che mi avrebbe fissato inorridito e se ne sarebbe andato consigliandomi di un ricovero alla Neuro. Ma lui non poteva negare di avere visto quella brutta...
scritto il 2021-05-03 | da Vandal
La vendetta di Salem 4
Salem 4 Ci guardiamo male per alcuni minuti. Non sono armata ma, potrei rompere un bicchiere e usare quello per avere la sua Essenza. Forse anche lui sta avendo lo stesso pensiero “Quindi è lui?” Christine è l’unica dei miei vecchi compagni che non ha mai visto Ambrose “Ti conosco. Lavori in tribunale. Archivista” “Signora...
scritto il 2021-05-02 | da Vandal
Angela
Che cazzo ci faccio io qui, e me lo chiedo da un po' da quando Angela la mia amica transgender mi ci ha trascinata. Musica a livelli di volume altissimi, canzoni, ma che dico, roba techno da anni 90 e la sensazione di essere l'unica donna biologica qui in mezzo. Non che la cosa mi sconvolga, anzi, ma mi sento di troppo, anche se sono bisessuale...
scritto il 2021-05-01 | da Lucrezia
cookies policy Per una migliore navigazione questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti. Proseguendo la navigazione ne accetti l'utilizzo.