sadomaso Fruste, corde, manette e altri strumenti per infliggere dolore al partner

Le ultime storie per adulti del genere sadomaso

Il genere Sadomaso raccoglie i racconti erotici che trattano di Sadomasochismo, cioè l'insieme delle pratiche erotiche basate sull'imposizione di sofferenze fisiche, anche tramite oggetti che possono provocare sofferenze, come fruste, corde e altri strumenti per infliggere dolore, su un partner.

2 9 2 racconti erotici del genere sadomaso e sono stati letti 2 3 5 9 2 7 0 volte.

Un maniaco sessuale dominante 6.
Ricordando che nel gruppo di puttane ci stanno anche i trans, parto con l'auto e vado diretto da loro. Ne vedo uno decisamente attraente: capelli lunghi biondi, un viso femminilissimo, gambe lunghe ed un culo che si vedeva subito ben sodo. Lo affianco e gli chiedo se ce l'ha molto grande e lui, di tutta risposta me lo scopre abbassandosi gli...
scritto il 2019-05-27 | da Gibbo
Un maniaco sessuale dominante 5.
Dopo averla inculata, prendo l'attrezzo che scarica corrente sul corpo e vado ad infilarlo nel culo alla schiava nera, spingendo dentro il più possibile e do la scarica che la fa urlare e sobbalzare; allora, visto come si alzava il suo culo, prendo uno spillone e lo appoggio ad una natica e riavvio una scarica elettrica nel suo culo, così lei...
scritto il 2019-05-26 | da Gibbo
L’autobus
NonMe Stasera sono stanco. È stata una giornata di merda e adesso neanche l’autobus arriva. Ah, eccolo. E ti pareva, pieno come non mai. “Permesso, scusi...” La signora ha storto il naso e si è girata dall’altro lato, puzzo mi sa. “Signora, non tutti hanno la fortuna di poter tenere il culo sulla sedia tutto il giorno come lei”...
scritto il 2019-05-26 | da NonMe
Un maniaco sessuale dominante 4. (Di Gibbo ex Franco018).
Invece di continuare con la biondina, decido di liberare la prima cella ed entro lì armato di siringa con liquido letale. La schiava mi chiede perché le faccio una puntura e le spiego che se dormirà, non vedrà dove andremo. Chiaro che lei spera di tornarsene a casa ma non deve vedere la strada e sorride. Le buco la natica ed inietto il...
scritto il 2019-05-26 | da Gibbo
Un maniaco sessuale dominante 3.
Dopo accertato che la calce agiva bene, decido di cenare fuori casa e ricordo una trattoria in campagna. Per raggiungerla presto, devio dal solito percorso e vedo lungo la strada, un numeroso gruppo di prostitute: giovanissime, bellissime, di mezza età, alte slanciate ma anche cicciottelle. Una gran varietà di tipi. Arrivo alla trattoria e mi...
scritto il 2019-05-25 | da gibbo
Un maniaco sessuale dominante 2.
Mi sveglio al mattino presto e, voglioso di godermi le mie schiave, faccio una rapida colazione che poi porto anche a loro ed attendo che la consumino. Riprendo tazze ecc., e, preparata una siringa di soporifero, ne inietto metà su un braccio alla prima che cade subito a terra e prendo in braccio per stenderla sul tavolo apposito: ha il piano...
scritto il 2019-05-23 | da Franco018.
Un maniaco sessuale dominante
Dopo anni di sacrifici, rinunce, accantonando soldi, riuscii a farmi realizzare da un progettista una casetta nel mezzo di un folto bosco, dove potevo viverci in santa pace, lontano da strade, da rumori e, per assicurarmi di non avere visite sgradite, feci recintare la mia proprietà con rete alta. Avevo un solo piano a terra dove due camere da...
scritto il 2019-05-22 | da Franco018.
La punizione che mi merito per aver disubbidito a un suo ordine
Avevo disubbidito a un suo ordine e lui lo sapeva, ma non ero riuscita a resistere. Per me la settimana prima che mi arrivi il ciclo è sempre difficile e lui lo sa, per questo ho il divieto di masturbarmi, ma questa volta non ce l’ho fatta. La punizione sarebbe stata sicuramente molto dura, infatti il giorno dopo il quinto giorno di...
scritto il 2019-05-19 | da Timida Sub
Una serata sconvolgente 2.
Al mattino mi telefona il corriere che mi dà viaggi per la giornata e, ironia della sorte, devo percorrere la strada di ieri sera ...quella dove si trova la casa del "sadico". Lo racconto a Paola che, confermandomi che la curiosità è femmina, mi chiede di poter venire con me per vedere dove si trova la casa vista in televisione. Ridendo sotto...
scritto il 2019-05-06 | da Franco018.
Una serata sconvolgente
Dopo una giornata da corriere, dopo più di cinquanta consegne a domicilio, dopo tanti chilometri dentro e fuori Roma, ...ero proprio sfinito e non vedevo l'ora di arrivare a casa. Stavo percorrendo una strettissima strada sulle colline, attraversando un bosco fittissimo e non c'era casa, non un segno di vita. All'improvviso, il motore si...
scritto il 2019-05-05 | da Franco018.
Sogno
"Che hai? Ti ho sentita gemere..." Sento la tua voce e mi sveglio... Padrone è stato un sogno, dormivo. Mi accarezzi tra le gambe e mi trovi bagnata ed eccitata. "Sarà anche stato un sogno, ma tu hai avuto un orgasmo senza il mio permesso"... "Scusa Padrone... era solo un... "... mi chiudi la bocca con la mano bagnata dei miei umori... "Zitta...
scritto il 2019-05-04 | da Autore
Ricordi perversi
Mi chiamo Chiara, ho 35 anni, sono sposata e con mio marito ho gestito un negozio di abbigliamento in centro a Perugia per una decina di anni. Avevamo un bel giro di clienti e le cose andavano bene, fino al sopraggiungere di questa maledetta crisi. Ci siamo visti prima costretti a diversificare l'offerta e poi a licenziare la commessa. E' stato...
scritto il 2019-05-02 | da marcellove
Ecco il tuo Padrone
Il fischio del treno in lontananza, il grigiume della stazione.. Il tuo Padrone ad attenderti. Gli ordini bene chiari: il treno, l'orario, i capelli, il collare, il tubino nero. Gli stivaletti... Ti ho concesso di tenere l'intimo durante il viaggio. Ti voglio.. sei solo mia. Nessuno deve avere voglia di fottere la mia schiavetta senza mio...
scritto il 2019-05-02 | da Padrone79
Eva 4
Subito dopo pranzo mi recai da Angelica trovandola sdraiata a letto in condizioni penose. “Che cosa ti è successo '” le chiesi allarmata dal suo stato. “Penso che mi abbia fatto male qualcosa mangiato ieri sera in una cena di lavoro.” mi rispose toccandosi la pancia “Non puoi neanche immaginare quante volte sia andata al bagno....”...
scritto il 2019-04-29 | da Miss Serena
Il Regno Oscuro - Capitolo 2
La schiava era segregata nella sua cella. Sedeva sulla fredda pietra, con la pelle nuda, scoperta dal tubino in pelle nera. Era incatenata per i polsi al muro, con le braccia ben tese verso l’alto. Attraverso le sbarre vedeva le altre schiave, incatenate come lei, con la stessa divisa. Le cosce le tremavano. Le agitava senza tregua, incapace...
scritto il 2019-04-29 | da Menestrello00
Il Regno Oscuro - Prologo
La schiava era in ginocchio davanti al trono. Indossava un tubino di pelle nera, molto aderente e troppo corto per coprire al contempo i prosperosi seni e il morbido sedere. Aveva scelto di coprire i seni, che apparivano ora strizzati in quel corpetto così stretto, e lasciar scoperto il sedere e il suo sesso, che ora, in quella postura...
scritto il 2019-04-25 | da Menestrello00
Una favola pasquale
Una favola pasquale Nel piccolo regno di Transuralia, abbarbicato fra le montagne, la popolazione si preparava a festeggiare felicemente la Pasqua quando giunse a corte la notizia di un terribile drago che si aggirava fra i boschi facendo strage non solo di bestiame, ma anche di esseri umani. I pastori e i contadini che avevano cercato di...
scritto il 2019-04-20 | da Stefano60
Il Castello: la Vergine di Norimberga e la Pera Vaginale
Il mio carnefice mi stupra nel culo senza lasciarmi un istante, chiaramente intento a godersi in piena sicurezza il mio buco mentre io subisco l’estrema umiliazione. La cosa peggiore è che da vera rottainculo, ci sto prendendo gusto in modo crescente. La mia mente perversa trova la situazione maledettamente eccitante, e sento che il mio corpo...
scritto il 2019-04-01 | da Patrizia V.
Deca - Una gita al lago IV
Continua da ....Silvia apprende da Maria Non appena mi sarò ripreso dai colpi di Silvia dovrò subire l'ennesima punizione da parte delle mie cugine. Mi ritroverò, come sempre, ad umiliarmi inginocchiato ai loro piedi. Questa volta però, mi sento diverso. Può darsi che sia perché, a differenza delle altre volte, possa essermelo meritato....
scritto il 2019-03-24 | da SILVER SOUL
Deca - La gita al lago IV
Continua da ....Silvia apprende da Maria Non appena mi sarò ripreso dai colpi di Silvia dovrò subire l'ennesima punizione da parte delle mie cugine. Mi ritroverò, come sempre, ad umiliarmi inginocchiato ai loro piedi. Questa volta però, mi sento diverso. Può darsi che sia perché, a differenza delle altre volte, possa essermelo meritato....
scritto il 2019-03-24 | da silver soul
Il Castello: la Sala delle Torture
Una delle cose buone del Koltitz Slott è che è bello caldo. È una buona cosa, considerato che fuori nevica davvero di brutto… Ci saranno almeno tre gradi sotto lo zero, e a giudicare da come viene giù direi proprio che continuerà tutta la notte. Mi affaccio alla finestra che si affaccia sulla corte interna e osservo affascinata il vapore...
scritto il 2019-03-24 | da Patrizia V.
Miss Francesca - Ritorno a Maranello
Copione vincente, non si cambia. E così Paolo incontrò nuovamente Francesca e la sua amica Chiara, poco fuori il casello dell’autostrada, e salì in macchina con loro, pronto per affrontare nuove esperienze di sottomissione. «Togliti tutti i vestiti eccetto le scarpe e i calzini» gli ordinò la giovanissima padrona «se ci fermano i...
scritto il 2019-03-09 | da VicentinoGrey
L'integerrimo professore 2.
Ero da un mio cliente ad installare un amplificatore, quando squilla il cellulare: era Maria che mi dice del professore che ieri stava facendo lezione ad una ragazzina ed oggi sono ancora lì e stanno scopando da più di mezz'ora, quindi mi dice di essere eccitatissima e di volere scopare con me. Vicino a me c'era il padrone di casa e rispondo a...
scritto il 2019-03-03 | da Franco018.
L'integerrimo professore
Diplomato al Professionale, mi ero specializzato in impianti antenne-satelliti-parabole ecc. . Un mattino mi telefona una mia compagna di scuole medie, chiedendomi se le posso installare una parabola in terrazza. Le confermo di poterglielo fare e in tardo pomeriggio, essendo estate piena, potevo stare all'aperto senza morire di caldo. Alle sei...
scritto il 2019-03-02 | da Franco018.
Jesolo - epilogo
Paola si alzò e si vestì senza fare troppo rumore. Marco la volle accanto a sé, sul letto, quell’ultima notte. Si recò in bagno e poi in cucina, a preparare la colazione per tutti. Quando il caffè diffuse l’aroma in tutta la casa, i tre uomini si alzarono e raggiunsero la tavola dove trovarono tazze, pane, burro, marmellata e crema di...
scritto il 2019-03-02 | da VicentinoGrey
cookies policy Per una migliore navigazione questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti. Proseguendo la navigazione ne accetti l'utilizzo.