pissing Pisciare addosso al partner in segno di dominio

Le ultime storie per adulti del genere pissing

Il genere Pissing è diffuso nell'ambito delle pratiche BDSM. Con questo genere si fa riferimento a tutti quei racconti in cui il dominatore urina in bocca, o comunque addosso, al soggetto dominato. Il piscio è un taboo nella nostra società, qualcosa di sporco, qualcosa di torbido e vietato, motivo per cui è oggetto di attrazione per molti.

1 5 0 racconti erotici del genere pissing e sono stati letti 1 6 1 7 4 2 7 volte.

Il meccanico 4^ parte
Quarta parte (da “Il meccanico” 3^ parte) Dopo quel bacio appassionato, tutto ad un tratto, come per incanto sentii lo stomaco un'altra volta, ma questa volta era fame. “Senti Mara, che ne dici se mangiamo un boccone?” “Cazzo, stavo dimenticando la cena!!”; Mara scoppiò a ridere e si affrettò a farsi la doccia. Io e Sergio mentre...
scritto il 2019-03-01 | da Dreamcore
Quell'idea di doccia
Da quando ci trasferimmo anni fa nella villetta bifamiliare che tuttora abitiamo, conobbi Paola, mia coetanea e poi anche compagna di scuole (inferiori e superiori), con la quale iniziai a studiare insieme. Gradualmente crescendo iniziammo a scoprirci reciprocamente, consapevoli che a parte lo studio non ci saremmo mai messi insieme, ma ci...
scritto il 2019-02-18 | da Enzoracc
Fatti tentare chapter 2
Quando mi alzo dalla sedia dicendo a mio marito che vado a confessarmi quasi non ci crede, ma io ero stata brava a recitare la parte della brava ragazza che si era redenta ed il giorno di Natale voleva mettersi la coscienza apposto. Mentre sto per avvicinarmi al confessionale mi tremavano le gambe ero molto emozionata, mi accorsi anche che...
scritto il 2019-01-18 | da Kyknox
Fatti tentare
“A NATALE FATTI TENTARE" recitava lo slogan di un noto sito di incontri extraconiugali “PENSATO DALLE DONNE PER LE DONNE” avevo iniziato per scherzo su suggerimento di un amica “Che male c’è a divertirsi un po’” mi aveva detto, in fondo anche io volevo uscire dalla noia della vita coniugale. Inizio cosi verso metà novembre per...
scritto il 2019-01-17 | da Kyknox
Sposa bagnata cap II
In auto non so come accavallare le gambe, cerco di trattenerla in tutti i modi, dopo essere uscita dalla chiesa, con un sorriso tirato ed essermi presa la mia dose di riso in testa ora non vedo l’ora di arrivare al ristorante e finalmente liberarmi quando all’improvviso l’auto fa una deviazione “Ma dove stiamo andando?” “A fare le...
scritto il 2019-01-07 | da Kyknox
Sposa bagnata
Guardavo il paesaggio fuori dal finestrino nervosa, era il giorno più bello della mia vita, mio padre seduto accanto a me, la macchina ci portava in chiesa mi mancava la saliva presi un sorso d’acqua dalla bottiglietta “Tutto bene tesoro?” “si” risposi con un filo di voce. Quando arrivammo davanti la chiesa tutti gli invitati ci...
scritto il 2019-01-05 | da Kyknox
Regalo di Natale
Come tutti gli anni mi ero ridotta all’ultimo momento per fare i regali, il centro commerciale brulicava di gente era un via vai continuo di persone che stavano facendo gli ultimi acquisti, per completare l’orgia consumistica. Mi stavo provando un paio di jeans dentro il camerino di un noto negozio di abbigliamento, quando sento la prima...
scritto il 2018-12-22 | da Kyknox
Giochi proibiti
Ai tempi della scuola, tutti la chiamavano “Albachiara”. In effetti Sandra era così . Amava studiare, non si truccava mai e si vestiva con abiti poco attraenti. Jeans, maglioni larghi e scarpe da tennis. I capelli li portava corti all’inizio del liceo. Poi si erano allungati, ma lei non li scioglieva mai e li legava a coda di cavallo. Non...
scritto il 2018-12-20 | da Cassandra
Completamente bagnata
Quel signore è rivelato un vero porco. Gli obbedisco incondizionatamente, anche perché paga bene. Qualsiasi momento è buono per buttarmelo nel culo. Ci siamo conosciuti, per caso, in un locale di P.. Vado tuttora in città col treno, mi cambio al diurno, ormai lì mi conoscono, l’inserviente mi strizza l’occhio, quando mi vede arrivare...
scritto il 2018-12-17 | da Pisellino
Continuo a farlo
Continuo a farlo...è passato quasi un mese credo da quando mi sono "confessata".. Sono ancora Carla, qualcuno mi ha scritto nei commenti dei racconti precedenti, mi scuso, ma non mi sento pronta ad affrontare niente di personale. Non sono sicura di essere interessata a rapporti con uomini, condividere l'esperienza con una donna forse..ma cosa...
scritto il 2018-12-03 | da Magnolia
Mi sorprendi
Sei fermo dentro me, io sopra di te, occhi negli occhi... Sono questi i momenti più belli quando tu godi delle contrazioni del mio sesso ed io godo delle pulsazioni del tuo. Immobili... Solo loro si agitano, prima delle ultime spinte per raggiungere l'orgasmo. Ad un tratto mi dici: "Fai la pipì.... Prima ti scappava! " "Cosa?"- rispondo...
scritto il 2018-11-08 | da Alba17
Le Terme
Si pensa che chi ha sistemato le necessità di base nella vita non possa soffrire. Hai una casa, una attività tua che ti da di che vivere, una bella fidanzata, non hai malattie. I tuoi capricci sono un insulto a chi non ha queste cose. Ecco, vi devo comunicare che il dolore li ignora questi ragionamenti, e rimane vero qualunque sia la causa....
scritto il 2018-11-08 | da Hermann Morr
Regalo
È una cosa normale da fare ? Non so dare una risposta. “alla fine chi o cosa implica la normalità ?” Mi chiedo tra me e me, nei miei consueti dialoghi interiori. Lo faccio ? Perché no, tanto lo vedrai solo tu, e ormai sei abituato alle mie perversioni, che poi sono anche le tue. Mi decido così a mandarti un video, come cadeau, un piccolo...
scritto il 2018-11-05 | da Hannah90
Una bionda di troppo cap 2
Flavia non fa neanche in tempo ad arrivare alla macchina che già avverte al prima fitta al basso ventre, “cazzo la piscia”pensa tra se non aveva pensato di farla prima di uscire dal locale. Portò la mano destra sotto il poncho e si toccò la passera non né poteva più, “cinque minuti e sono a casa” pensò tra se, rovista nella...
scritto il 2018-11-01 | da Kyknox
Una bionda di troppo cap 1
Flavia guardava persa nei suoi pensieri dentro la sua pinta di birra bionda, era turbata poco priva un altro liquido giallo le aveva dato un responso che lasciava poco alla immaginazione, cazzo!!! era incinta e non sapeva di chi. La sua amica Beatrice cercava di rincuorarla dicendogli che si sarebbe trovata una soluzione ma in verità si sentiva...
scritto il 2018-11-01 | da Kyknox
Mi sono sentita sporca e vogliosa ( finale)
Sono rimasta a letto ferma nella stessa posizione almeno cinque minuti, ero sconvolta dall'orgasmo appena avuto. Mi sono ricomposta e poi sono scesa in cucina a finire sta benedetta torta alle pesche!(chissà se d'ora in poi quando la preparerò, penserò sempre a Laura e a quanto successo oggi). I giorni seguenti sono passati nella solita...
scritto il 2018-10-24 | da Magnolia
Mi sono sentita sporca e vogliosa
Era una domenica pomeriggio.. Scusate, prima mi devo presentare. Sono Carla ho 47 anni e purtroppo sono vedova da 5. Ho tre figli, due gemelle di 24 e un bellissimo ragazzo di 28 anni. Sono mora, piccolina, 1.67 e nonostante la mia età vedo che gli uomini mi guardano ancora. Bene,ritornando alla storia che voglio racontare, era domenica...
scritto il 2018-10-23 | da Magnolia
La gelataia
Iniziava l'inverno, il cielo si faceva grigio, la luce opaca, e io, studente universitario sfaccendato, uscivo dall'ultima lezione del pomeriggio. Nel tornare a casa passavo davanti al teatro regio, e notai che una nuova gelateria aveva aperto di fronte. Certo, non era la stagione migliore per aprire quel tipo di attività, non pensavo proprio...
scritto il 2018-10-22 | da Hermann Morr
Federica in discoteca: il primo della serata (Cap. 1)
Poteva finalmente darsi da fare. Camminò lentamente verso i ragazzi, che, notandola, cominciarono tutti a guardarla con sguardi assatanati, già pronti a contendersela. Lei cominciò a ballare nel modo più provocante e sexy possibile, piegandosi in pose che mettevano in risalto tutte le curve del suo splendido corpo tonico. Si passava le mani...
scritto il 2018-10-22 | da Gigi da Paderno
Gocce di rugiada prologo (versione corretta)
La sera pernottarono in un albergo era previsto il rientro all’indomani, telefonò a Maurizio e lo rincuorò, poverino solo a casa senza i suoi affetti cosa avrebbe fatto? Lei invece aveva un programma ben preciso per quella sera. Appena suo figlio Jacopo si addormentò decise di passare all’azione, socchiuse piano piano la porta dietro di...
scritto il 2018-10-17 | da Kyknox
Gogge di rugiada- prologo
La sera pernottarono in un albergo era previsto il rientro all’indomani, telefonò a Maurizio e lo rincuorò, poverino solo a casa senza i suoi affetti cosa avrebbe fatto? Lei invece aveva un programma ben preciso per quella sera. Appena suo figlio Jacopo si addormentò decise di passare all’azione, socchiuse piano piano la porta dietro di...
scritto il 2018-10-16 | da Kyknox
Gocce di rugiada
Seguito di "il concerto" Non riusciva più a togliersi dalla mente il suo profumo, il suo viso, il suo sorriso ne era innamorata, lei sposata madre di famiglia con un bimbo si era innamorata della maestra di suo figlio, galeotto fu il concerto di Agosto da allora Giada non si era più tolta dalla mente Aurora. Gli scriveva provava a contattarla...
scritto il 2018-10-15 | da Kyknox
L'Università fuori sede (CAP 5)
L'UNIVERSITARIA FUORI SEDE (Cap. 5) Tornai a casa e mi ficcai sotto la doccia per più di un'ora: mi sentivo sporca, quell'esperienza non mi era piaciuta per nulla e non ne valeva la pena, e mi ripromisi di non ripeterla in futuro. A cancellare del tutto quello spiacevole ricordo, arrivò la richiesta della moglie dell'ingegnere di tenere il...
scritto il 2018-10-10 | da Pensionato
Il concerto
La musica arrivava al cuore, il cielo era terso e l’aria di montagna riempiva i polmoni degli astanti, quello era uno dei più grandi eventi mai visti da quelle parti, più di settata mila persone intervenute su quella grande spianata in mezzo ai monti,per assistere a quell’evento di beneficenza pro terremotati. Aurora e Giulia avevano...
scritto il 2018-09-29 | da Kyknox
La storia di Anna (cap. VI)
LA STORIA DI ANNA (CAP. VI) Ci ritrovammo dopo quasi una settimana al solito bar; in tutti quei giorni sperai di non aver rovinato il nostro rapporto e di non poter rivedere più Anna, che già una volta era uscita dalla mia vita, ma che ora avevo ritrovato e non volevo assolutamente perdere; quando mi telefonò per fissare il nuovo appuntamento...
scritto il 2018-09-25 | da Pensionato
cookies policy Per una migliore navigazione questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti. Proseguendo la navigazione ne accetti l'utilizzo.