saffico Rapporti omosessuali tra donne, lesbiche

Le ultime storie per adulti del genere saffico

Il genere Saffico raccoglie i racconti erotici che trattano di rapporti omosessuali tra donne, detti anche rapporti lesbici, le avventure sessuali tra donne omosessuali, dette più comunemente lesbiche, donne che preferiscono a livello emozionale, amoroso, affettivo e sessuale le relazioni con altre donne.

3 9 3 racconti erotici del genere saffico e sono stati letti 2 3 4 0 6 4 5 volte.

La gelataia
I clienti sono sempre pochi quando piove, d'altronde il gelato non è proprio quel che ci vuole quando l'estate finisce in temporale. Eravamo dietro al bancone, io e Barbara, aspettando che entrasse qualche cliente. Ci avevano assunte per la stagione, in una gelateria di Legnano, da Giugno a metà Settembre: due commesse giovani "spigliate e di...
scritto il 2017-02-21 | da Marianna Libera
Al torrente
Oggi fa molto caldo e ho deciso di trascorrere la giornata al torrente, per prendere un po' di sole. Vado in cucina, preparo lo zaino e si parte! Mi sistemo in una piccola spiaggetta di sassi, lontana da sguardi indiscreti. Sono sola e mi piace stendermi al sole completamente nuda. Ad un certo punto, su una pietra dell'altra sponda si mette a...
scritto il 2017-02-21 | da Marianna Libera
Le due ginnaste (catfight)
Alice era molto agitata: i campionati europei erano sempre più vicini. La palestra era chiusa, ma sapeva che Michele, il suo allenatore, lasciava sempre la chiave sotto lo zerbino, per permettere alle atlete di esercitarsi anche di sera. Mentre girava la chiave nella serratura, si stupì di trovare la luce accesa. Evidentemente qualcuno aveva...
scritto il 2017-02-21 | da Marianna Libera
Sulla metro
Tutte le mattine per andare in ufficio prendo l’autobus, ma quel giorno c'era lo sciopero e l'unico mezzo che mi portava il più vicino possibile era la metro. La metro era ovviamente strapiena ma non avevo alternative. Finalmente riesco a salire sul vagone e mi aspettano 45 minuti di un lungo viaggio, stipati come le sardine. Eravamo appena...
scritto il 2017-02-21 | da Marianna Libera
Un'amica instancabile
Dopo la mia ultima avventura, ero diventata molto più disibita. Adesso mi scattavo foto in posizioni compromettenti, stavo spesso nuda e frequentavo siti pochi raccomandabili. Devo ammettere che essere leccata là mi piace parecchio, mi provoca sensazioni inimmaginabili. E se a farlo è una donna ci mette ancora più passione perché sa cosa si...
scritto il 2017-02-14 | da LittleSkipper
Sempre più caldo in Metropolitana pt. 2
(Continua..) Sei stata brava lo ammetto. Mi hai fatto avere un orgasmo potente, ma ora è il mio turno. Ti allontano da me dolcemente e ti faccio appoggiare con la schiena alla parete del bagno. Capisci subito cosa voglio fare e ti cali la gonna da sola...e poi le calze ormai strappate. Fai per toglierti anche il perizzoma ma ti blocco; quello...
scritto il 2017-02-10 | da bis89
In convento
Monza, 1608. Un convento può essere un luogo scuro e spaventoso, un caldo e piacevole ricovero, o un luogo di speranza, carità e soprattutto amore. Suor Virginia amava la quiete del convento. Virginia aveva trovato pace in quel luogo, dopo che la sua famiglia, la potente dinastia De Leyva, l'aveva ripudiata. La madre superiore l'aveva accolta...
scritto il 2017-02-03 | da Marianna Libera
Una gita al mare
Dopo quella prima notte d'amore trascorsa insieme, invitai Amanda per un fine settimana insieme al mare, in Liguria. Le dissi che avevo ricevuto un premio in ufficio e che mi sarebbe piaciuto condividerlo con lei. Il caldo si faceva sentire eccome ma la mia macchina senza aria condizionata, ci portò ugualmente a raggiungere l'ambita meta al...
scritto il 2017-02-02 | da Marianna Libera
Susanna e Miriam: Rapimento Lesbo E Manette
nascita di una amicizia La mia coinquilina era una donna single di quarantadue, quarantadue anni splendidamente portati: un po' appesantita di fianchi e con delle leggere rughe attorno agli occhi, ma a parte questo, era incredibilmente in forma. Il suo nome era Susanna, era alta circa 170 cm, i capelli tinti di un biondo non troppo acceso, un...
scritto il 2017-01-31 | da Aryalez
Prima Esperienza Lesbo Con Una Vera Dea Del Sesso
Quest'incontro me l'ha organizzato lui. Io non sono per le coppie aperte, gli scambi, queste cose qua, ma ho accettato dopo tante insistenze di accontentarlo nella sua fantasia che è comune a tutti gli uomini: fare una cosa a 3 con due donne. Un po' ho sempre avuto la curiosità, la voglia nascosta di fare qualcosa con una donna, e questo è...
scritto il 2017-01-31 | da Aryalez
La ragazza di platino
La storia di questo racconto inizia da un punto preciso del mio racconto precedente. Quindi vi consiglierei di leggervelo prima di passare a questo. Se invece della storia non vi frega un cazzo e volete solo farvi una sega, pensiero che spesso condivido pienamente, continuate a leggere. Lo vidi abbassarsi venire verso di me, era pronto a...
scritto il 2017-01-30 | da Inchiostro&Miele
Lisa e Rita
Avendo conosciuta Rita ho incominciato a nutrire per lei un sentimento mai provato prima verso una donna. Più la conosco e più sento in me la voglia di stringerla, di baciarla sulla bocca, di strizzarle i capezzoli e tirarle i piercing che li adornano, di carezzarle il corpo, di pastrugnarle la femminilità e titillarle la clitoride tirando il...
scritto il 2017-01-29 | da Lisa e Pietro
L'incontro con lei
Se non fosse stato per quel nostro amico in comune, non ci saremmo mai incontrate e per questo ringrazierò O. per sempre. L'appuntamento era al teatro, per il compleanno di O. avevamo deciso di organizzare una serata insieme, la prima parte del programma prevedeva uno spettacolo teatrale portato in scena da un gruppo di ragazzi. Io e O. stavamo...
scritto il 2017-01-28 | da Levocididentro_91
Aracdia 3 La Prima Volta
Arcadia 3… la Prima Volta. C’è tanta sensuale sfrontatezza, nella bellezza di una diciottenne! Samanta indossava una gonna lunga di cotone, a colori sgargianti, aperta lateralmente fino alla vita, una camicia bianca, abbondantemente sbottonata, e ai piedi calzava Superga bianche. Quando camminava, le piaceva mostrare maliziosamente la...
scritto il 2017-01-27 | da Logan
Con la mia migliore amica - parte 2
Amanda è sul letto sdraiata su un fianco, completamente nuda, dorme ancora profondamente, mentre un raggio di sole fa capolino alla finestra. Io sono sveglia e mi tiro giù nel letto per andare in bagno. Mi lavo la faccia con acqua fresca, mi asciugo gli occhi con un asciugamano e ancora sbadigliando vado in cucina a preparare un buon caffè....
scritto il 2017-01-26 | da Marianna Libera
Sempre più caldo in Metropolitana pt. 1
Milano. Sono le 18 e come sempre mi lascio trascinare dalla folla verso la banchina della metro. E' l'ora di punta...mi guardo attorno annoiata, non vedo nessuno dei miei amici nei paraggi; sarà un altro viaggio solitario. Poi ti vedo...sei intenta a leggere qualcosa al cellulare. Anche da distante riconosco la tua bellezza. Sulla ventina,...
scritto il 2017-01-25 | da bis89
Samanta ha bisogno d'aiuto
di Robertelle per Frida A. La classe della professoressa Magda R., che mi aveva invitata, era una del liceo Angelo Aldani, il più periferico della città, lontano dal centro, nel quartiere operaio e popolare del Campiglio. Nella palestra avevano messo insieme due classi femminili, ragazze tra i sedici e i diciotto anni. Io dovevo parlare dei...
scritto il 2017-01-25 | da robertelle
La prima leccata
Adoro masturbarmi. Lo faccio quasi tutti i giorni, specialmente di notte. Mi piace spogliarmi e stare nuda nel letto, strusciare le tette sulle coperte e la figa sul cuscino. Al mattino trovo sempre le macchie dei miei umori a ricordarmi quello che avevo fatto. La colazione la facevo sempre nuda, con i vicini che guardavano. Dopo il mio...
scritto il 2017-01-25 | da LittleSkipper
Le aspetto al varco
Lo so che la cosa migliore è stare tra noi, ma mi attraggono quelle che sono un po’ di qua e un po’ di là. Mi attraggono soprattutto le giovanissime. Mi dà un piacere enorme anche la sola idea di potere violare la loro “normalità”, di poterle iniziare al nostro amore raffinato e gentile anche quando è prepotente. È per questo che...
scritto il 2017-01-23 | da robertelle
Arcadia 2
Ti consiglio di leggere Arcadia 1. Se non lo hai fatto, potresti non cogliere alcune importanti sfumature. Questi non sono episodi, ma un unico racconto diviso. Logan. … Arcadia non si opponeva, anzi, sembrava invitare l’amica a farsi avanti. Sentiva le mani di Samanta esitanti e allo stesso tempo vogliose di esplorarle il corpo. Cosa le...
scritto il 2017-01-22 | da Logan
Arcadia 1
Le due amiche erano rientrate stanche morte. Dopo un rapido passaggio alla toilette, entrambe si buttarono sul letto, esauste. Dopo che Arcadia era atterrata all’aeroporto di Peretola, avevano passato buona parte della giornata a visitare Firenze, Samanta aveva fatto da Cicerone, dando fondo a molto di ciò che conosceva della sua città....
scritto il 2017-01-20 | da Logan
Lucy e Ornella
Ciao a tutte Mi chiamo Lucy e ho 65 anni di bell'aspetto alta 1.60 occhi verdi e capelli biondi una terza di seno e un sedere molto sodo, dato il fatto che comunque faccio molta ativià fisica nel tempo libero....ma non voglio parlare di me (che per la cronaca ho anche un bel paio di piedini numero 35) voglio raccontarvi di una storia relae e di...
scritto il 2017-01-18 | da Teo
Scusa, ma sono di Chiara
In prima università mi ero presa una cotta assurda, per una mia compagna. Io sono bassa, ero un po’ in carne, molto carina, i capelli marroni lunghi, occhi color nocciola ed un sacco di lentiggini. Chiara invece aveva la pelle pallida, gli occhi azzurri nascosti dagli occhiali, i capelli castano-biondo lunghi fino alle spalle, mi piaceva un...
scritto il 2017-01-15 | da NoNsEiTu
Al cinema
Sono al cinema e lo spettacolo non è ancora iniziato. Mi siedo in uno dei posti vicino al corridoio, non troppo avanti, verso le ultime file. Poco prima che le luci si spengano, la vedo arrivare e sedersi accanto a me. Indossa un paio di jeans e un top leggero, senza maniche e abbastanza scollato. Molto carina, mi dico. Evidentemente, ha scelto...
scritto il 2017-01-14 | da Marianna Libera
La coinquilina
Sto accavallata tuta nuda sul pomolo del letto della mia coinquilina. Ho aspettato che uscisse di casa, so che torna questa sera, quindi sono tranquilla. Accolgo il largo e lucido pomolo in legno dentro la mia vagina lubrificata,che all’inizio fa sempre un po’ male, ma ormai mi ci sto abituando. Non ci ho dormito su tutta la notte, aspettavo...
scritto il 2017-01-13 | da Ana2
cookies policy Per una migliore navigazione questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti. Proseguendo la navigazione ne accetti l'utilizzo.