Erotici Racconti

pulp Erotismo e sangue, contenuti forti di efferatezze e situazioni eccitanti

Le ultime storie per adulti del genere pulp

Il genere Pulp raccoglie quei racconti erotici che propongono vicende dai contenuti forti, abbondanti di crimini violenti, efferatezze e situazioni macabre. Storie di erotismo e sangue. Storie per adulti che contemplano sofferenze fisiche, mutilazioni e/o addirittura morte. Il connubio sesso e morte sfocia spesso nel mistero, in questa categoria invece troverete racconti erotici espliciti, che lasciano decisamente meno spazio all’immaginazione.

1 7 5 racconti erotici del genere pulp e sono stati letti 1 2 8 9 3 0 1 volte.

Seguito di mia madre e mia sorella violentate
Erano passati sette mesi dal giorno che mia madre e mia sorella Michela furono violentate dai due delinquenti nella nostra ex casa di collina. Molte cose erano cambiate mio padre continuava ad essere assente come prima e più di prima, tanto che mia madre chiese la separazione stanca di essere sempre lasciata sola. Mia sorella Michela dopo il...
scritto il 2011-07-04 | da David
Mia madre e mia sorella violentate
Mentre mi accingevo a caricare gli scatoloni che mia madre aveva preparato per la casa in collina mia sorella Michela parlottava al cellulare con la sua amica Serena sebbene avesse avuto diversi inviti di partecipare al carico delle provviste se fregava altamente e solo dopo un paio di urlacci di nostra madre si era decisa di aiutarci. Da quando...
scritto il 2011-06-28 | da david
Sedute di sessuologia: Problema col condom
Paolo ha 24 anni, fidanzato da 2 anni con Natascia, 23enne. Vivono un bel rapporto ma c'è qualcosa che non va. E per questo ha deciso di andare a confidarsi con un sessuologo. Ascolteremo adesso il loro dialogo. Per distenguere quale sia la voce di Paolo e quella del sessuologo metteremo le lettere P e S. S: Allora Paolo? Qual'è il problema?...
scritto il 2011-06-20 | da Mitchell
Pronto Soccorso
Davanti a me, sulla scrivania, ho una copia di Novella 2000. 
Alla mia destra c'è un blocco di carta per fotocopiatrice, due o tre matite, una gomma ed una calcolatrice. 
Mezzanotte è passata da poco. 
E' una notte afosa; mi restano ancora sei ore di lavoro prima di porre termine al turno di notte. 
Il telefono si mette a squillare....
scritto il 2011-06-15 | da Infermiera
Scandalosi umori - Alice (IV)
La pozza di vomito fu solo una traccia tempestivamente ripulita da Mickey Simmons, il bidello di turno e ad Alice venne dato il permesso di poter lasciare l’istituto con un’ora e mezza d’ anticipo solo a condizione che si facesse accompagnare da Phil Mickelson il professore di storia delle quinte il quale aveva ancora un’ oretta libera...
scritto il 2011-05-30 | da Robert Pocket
Scandalosi umori - Alice (III)
Ma Bobby Sommers non la degno' di un solo sguardo. E non c'era da stupirsi in fondo. Lui, come molti altri suoi amici e compagni, non avevano occhi che per Heather Blackburn e questo Alice lo sapeva. Lo sapeva fin troppo bene. Lo sapeva a tal punto da sperare che Heather le facesse il sacrostanto favore di crepare per poter finalmente vederla...
scritto il 2011-05-25 | da Robert Pocket
Scandalosi umori - Alice (II)
La sensazione di smarrimento non cesso' proprio del tutto ma ando' via via sciogliendosi come neve al sole. Aggrappata al corrimano a spirale della ringhiera della scala, con ancora un residuo di nausea in corpo, Alice Drummond capi' di essersi spinta troppo oltre poco fa. Le brave ragazze non dovevano masturbarsi andando a sfaldare le loro gia'...
scritto il 2011-05-20 | da Robert Pocket
Scandalosi umori - Alice (I)
ALICE sborro' violentemente non appena annuso' il suo dito lordo di umori misto a piscio. L'afrore della sua pipi' la eccitava sempre a tal punto che ogni qual volta andava in bagno per urinare non poteva fare a meno di infilare un dito nella fessura mentre la sua sudicia fregna scaricava litri di caldo piscio. Era fatta cosi' lei. Ingorda e...
scritto il 2011-05-17 | da Robert Pocket
Merces Benz- Seconda Parte
MERCEDES BENZ ***SECOND PART*** Vicky continua a prenderlo in bocca, mentre lo spinge fino in gola, glielo lavora bene leccandogli il glande mentre sente Jason godere :” Ohh...mio...Dio... cazzo! ..Ehii nessuna mi ha mai fatto un pompino così, Darling...” dice lui in tono di sfida, ma Vicky Campbell non stà al suo gioco. Nessun uomo la...
scritto il 2011-05-15 | da K.London
Merceds Benz- Prima Parte
A quel maledetto party londinese organizzato da David Turner all’Egg c’erano tutti, c’era tutta la society più cool della City, ma quel perverso direttore di “Stylish”amava circondarsi di donne, bellissime, le sue modelle e collaboratrici. Erano tutte intorno a lui su quei divanetti di quel privè, ma a quel party David aveva invitato...
scritto il 2011-05-07 | da K.London
Roulette Russa.
6 uomini vengono chiamati da un uomo misterioso,il quale offre loro un assegno di 10.000 dollari in cambio di partecipare alla roulette russa.Queste persone hanno bisogno di quei soldi perchè sono poveri drogati,i quali venderebbero anche le proprie palle per una sniffata. Dan. 10.000 dollari....una cifra del genere ti fa perdere la testa,ti...
scritto il 2011-04-12 | da Francis
Vita contadina/1
Ad Oronzo non fregava un cazzo di quello che succedeva al di fuori della fattoria. Figuriamoci se si poteva agitare per le notizie che dava la tv. A Napoli si ammazzavano come le mosche ? E 'sti cazzi ? Bastava che non gli rompessero le palle a lui !! Scureggiando come un facocero con la colite, Oronzo si tirò fuori la mazza e la soppesò nel...
scritto il 2011-04-11 | da Il bucolico
Incesto con lo zio.2° parte Violenza in discoteca
Violenza alla discoteca …… poche donne hanno avuto una iniziazione così piacevole e completa , priva da traumi o tabù…ero donna, donna felice e sessualmente disinibita e libera…verso i22 anni durante una orgetta un po’ più movimentata del solito, mio zio ebbe paura che fossi rimasta in cinta, per ciò si affannò a trovarmi un...
scritto il 2011-03-24 | da enrico pani
Safari in Africa
Safari in Africa . Si incontrarono all’aereoporto, in partenza per lo Zimbawe, dove avrebbero partecipato ad un safari di caccia e fotografico…si presentarono, dato che avrebbero passato una settimana assieme, due coppie, una con figlia 16enne, l’altra di neosposini in viaggio di nozze, Aldo, Marta e Patrizia la prima famiglia, Ruggero e...
scritto il 2011-03-15 | da enrico pani
Rapina in villa
Rapina in villa…………………………………………………………………… Il racconto che leggerete è la vera storia di una aggressione in villa, di cui tanto si parla e che ha portato all’arresto di una gang di 5 delinquenti di origine slava e di un basista del posto: durante il processo ,svoltosi per altro a porte...
scritto il 2011-03-15 | da enrico Pani
Violenza alle foci del niger
Il mio lavoro di responsabile di produzione petrolifera mi portava a girare da un capo all'altro del mondo passando dalle zone più impervie e pericolose ad altre più tranquille e per il terzo anno consecutivo mi trovavo nel continente africano passando dalla Libia al Mali per poi finire in Nigeria esattamente alla foce del fiume Niger. Come...
scritto il 2011-02-26 | da giuliano
Cristina
Premetto che questo racconto è puramente inventato, e già so cosa direte:''Oddio hai una fantasia malata!'' Beh che posso dire..lo sò! Muahahahahah. Era mezzanotte in punto quando guardai negli occhi Andrea con aria interrogativa,esortai dicendo:''Andrea senti sono 2 mesi che non facciamo niente di nuovo,allora hai deciso cosa fare?'' lui mi...
scritto il 2011-02-08 | da Francis
Saretta
Ehi, guarda questa..!- -Uhhh..è proprio figa!- -mmmm..cosa le farei, dio santo!- Io e Andrea ce ne stavamo in cucina a guardare una rivista per adulti. Era la primavera del 1998. Quell’anno lì non ero andato quasi mai a scuola, e comunque era quasi finita e noi due cazzoni riempivamo le giornate a  spremerci l’uccello. -Stronzetti...
scritto il 2011-01-23 | da Bulge
Deborah stende il maniaco
Ero appena uscita dal corso di equitazione. addosso pantaloni aderentissimi da cavallo bianchi (praticamente a pelle) con sotto stivali da amazzone fino al polpaccio, maglione scuro e giubetto di jeans. la scuola di equitazione era un po fuori mano in una zona di campagna. andavo e tornavo con mia madre che mi accompagnava e veniva a prendermi...
scritto il 2011-01-06 | da Anonima
I Romano 7: Franca Vannucchi (iniziazione)
I Romano 7: Franca Vannucchi (iniziazione) Franca Vannucchi aspettò che il signor Giovanni, inginocchiato davanti a lei, affondasse la faccia tra le sue cosce, e si beasse di quel profumo di calze e femmina. Poi gli afferrò la testa con la mano sinistra, lo guardò negli occhi invitante, e poi, fulminea, gli passò la mano libera sotto la...
scritto il 2010-12-23 | da Joe Cabot
I Romano 6: Franca Vannucchi (la madre)
I Romano 6: Franca Vannucchi (la madre) Vito Romano aveva ragione sul conto di Franca Vannucchi: oltre ad essere una bellezza di quelle che non ti dimentichi, era cattiva. Ma qualunque cosa significasse questo termine, lei aveva i suoi motivi per non andare troppo per il sottile quando si trattava di questioni morali. Voleva fare l'attrice, come...
scritto il 2010-12-18 | da Joe Cabot
I Romano 5: Vito Romano non era sempre stato “lo Zio” (parte terza: Franca Vannucchi)
I Romano 5: Vito Romano non era sempre stato “lo Zio” (parte terza: Franca Vannucchi) Al matrimonio di Rino Gentilini, Beppe Cinghiale si era portato un'attricetta diciottenne. Vito invece non aveva portato nessuno. A Rino aveva detto che avrebbe fatto da cavaliere a sua sorella Lina e che era molto importante per lui essere messi al tavolo...
scritto il 2010-11-01 | da Joe Cabot
I Romano 4: Vito Romano non era sempre stato “lo Zio” (parte seconda)
I Romano 4: Vito Romano non era sempre stato “lo Zio” (parte seconda) Dopo quella notte, Vito si era alzato presto ed era andato a cercare Ciro Ciccione per prendere i suoi 120 chilogrammi di muscoli e ciccia e sbatterli contro un muro per i raudi che lo avevano svegliato quella notte. Poi tirandosi dietro Ciro, ammaccato ma perdonato, era...
scritto il 2010-10-14 | da Joe Cabot
Giamaica di sangue - Cap 4 Danza di morte (2° parte)
Il drago sulla mia pelle dormiva, mentre mi scaraventavano a calci fuori dalla camera di Alena. Nel corridoio il freddo mi colpì duro come un cazzo nel culo senza vasellina. Le lampade gialle lungo i muri tremolavano lugubri, proiettando ombre cupe lungo le pareti sporche e fatiscenti. Un tuono squassò l’aria. Prima di arrivare alle scale la...
scritto il 2010-10-05 | da Natura
Pronto??
È estate, mia sorella è al campo scout, mia madre al lavoro e mio padre non è ancora in ferie. Sono a casa da sola, non so cosa fare. Andrea il mio ragazzo è a lavoro e quindi il pomeriggio non possiamo passarlo insieme. Un po’ di tristezza mi avvolge, tutti sono al mare o hanno qualcosa da fare tranne me. All’improvviso squilla il...
scritto il 2010-10-03 | da elysa
cookies policy Per una migliore navigazione questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti. Proseguendo la navigazione ne accetti l'utilizzo.