Erotici Racconti

dominazione Sottomissione BDSM, master e mistress, dominatori e sottomessi

Le ultime storie per adulti del genere dominazione

Il genere Dominazione, complementare della sottomissione, è una parte fondamentale nel BDSM (Bondage-Domination-Sado-Masochism), raccoglie i racconti erotici in cui l'eccitazione viene provocata non dal puro e semplice contatto sessuale, ma dal controllo e dall'autorità che il "dom" (dominatore o dominatrice) detiene sul "sub" (sottomesso o sottomessa). I rapporti tra dom, nel caso sia uomo Master, nel caso sia donna Mistress, e sub sono del tutto indipendenti dal sesso delle due parti.

1 8 6 3 racconti erotici del genere dominazione e sono stati letti 1 0 4 8 7 0 9 9 volte.

Attico Milano
..........per quella sera mi diede DUE SOLE INDICAZIONI ...... Primo, dovevo rigorosamente lasciarmi guidare dalle mie sensazioni Secondo, dovevo presentarmi all indirizzo consegnatomi da lui vestita come mi desiderava ....voleva indossassi un abito lungo nero attillato che esaltasse le mie forme con uno spacco lungo tutta la gamba lucida e...
scritto il 2017-12-16 | da Sognatrice di Vita
Incompleto
INCOMPLETO D torna sempre attorno alle 14:30 dopo una mezz'ora di traffico sul 169, sempre sovraffollato nell'ora di punta. Entra in casa, la musica suona ancora nelle cuffiette, apre la porta della sua stanza e getta lo zaino sul pavimento. Fuori campo. Si sfila le scarpe da ginnastica, i jeans e la maglietta. Poi anche gli slip. Non c'è...
scritto il 2017-12-14 | da SickInYourMind
La violenza - parte seconda - L'idea
La donna in carne circa 1,50 di altezza appariva piuttosto bassa vicina al ragazzone che l’accompagnava, piuttosto muscoloso sulla trentina , moro con capelli neri e lunghi. E mentre si incamminavano il ragazzo sentiva che tra le sue gambe il proprio cazzo cominciava ad agitarsi e crescere…… La donna camminava e parlava, parlava,...
scritto il 2017-12-14 | da Carpediem
La violenza - parte prima
La donna circa 50 anni, abbastanza dismessa, non particolarmente piacente, procedeva per il mercatino, per gli ultimi acquisti della giornata.Serviva ancora la verdura, un pò di frutta. Già alcune borse l'appesantivano e la stanchezza traspariva in quel corpo stanco di una quotidianità ripetitiva e banale. In quel mercatino affollato e...
scritto il 2017-12-13 | da Carpediem
Francesca studentessa dicianovenne la mia nuova schiava
chi mi vuole contattare può scrivere a padrone29@gmail.com Francesca la mia nuova schiava Francesca è una ragazza di diciannove anni non molto studiosa, infatti si trova ancora alle scuole superiori essendo stata bocciata due volte. E' una mia assidua lettrice, ma fino a questo luglio non aveva trovato il coraggio di contattarmi. Mi scrive che...
scritto il 2017-12-12 | da padronebastardo
Il padrone
Dovevano incontrarsi di sera come sempre.. Stesso posto (la palestra dove Lui faceva pugilato) stessi giorni della settimana. Per lei era diventata un'ossessione,ore di fibrillazione prima dell'incontro con colui che da mesi era il suo padrone. Si,PADRONE e Lei la sua sottomessa...un gioco cominciato dolcemente,spinto poi verso la perversione di...
scritto il 2017-12-11 | da IL BRANCO
Il praticante
Lei era un altero avvocato cinquantenne (abbondante, ma alle signore concediamo di togliersi qualche anno), lui il giovane praticante del suo studio. Gli affitti in centro costano cari e così lei lo ha messo ad una scrivania nella sua stessa stanza. Nell'altra stanza, a fianco dell'ingresso, la segretaria: una corpulenta donna che da poco aveva...
scritto il 2017-12-11 | da Er.metico
Zozza parte 1
Mi chiamo Marina ho 21 anni e sono una grande zoccola. Ogni sera prima di dormire la mia figa inizia a bagnarsi e a desiderare di essere sfondata da tanti cazzi di diverse forme e dimensioni. Il desiderio di godere è troppo forte e con una mano scendo lungo il mio ventre fino a giungere al Clitoride e inizio a stuzzicarlo con movimenti...
scritto il 2017-12-10 | da Lola 96
Da turista a schiava - Parte seconda
Continuo del racconto “ Da turista a Schiava”, essendo un racconto diviso in capitoli è consigliato leggere i precedenti racconti. Gaia è intimidita e imbarazzata, davanti a lei si ritrova una gigantesca sala, con al centro una poltrona che le dà le spalle rivolta verso un caminetto acceso a riscaldare quell’ambiente umido e freddo. Sul...
scritto il 2017-12-10 | da Roles93
Una storia come tante - 1 -
- Capitolo 1 - - Un inizio come tanti - Fu un sabato sera di fine estate, dal cielo terso e l’aria frizzantina, il momento in cui questa storia inizia. Una sera in cui un piccolo gruppo di amici decise di cambiare programmi e imbucarsi ad una festa privata in cui l’ingresso era riservato agli invitati. La compagnia si ritrovò...
scritto il 2017-12-06 | da Ronin Moonlight
Mi spiace, ma non mi dispiace 2
Era bellissima. Distesa, obbediente, con quel culetto arrossato che spiccava dal candore della sua pelle chiara. La mia erezione pretendeva attenzione, ma doveva aspettare. Avevo altre cose in progetto e alla fine avrebbe goduto anche di più che non consumare tutte le energie subito in una scopata veloce e sbrigativa. Guardai la mia ragazza...
scritto il 2017-12-05 | da M. McD
Da turista a schiava
È appena arrivato il mese di settembre, l’aria calda estiva inizia a farsi un po' più mite nelle nostre regioni, il tempo delle vacanze per molti inizia ad essere solamente un bel ricordo, ma non per Gaia e le sue amiche. Gaia è una ragazza che ha appena compiuto 20 anni, anche se dall’aspetto molti la scambiano ancora per...
scritto il 2017-12-04 | da Roles93
Jules et Jim.(seconda parte)
Io mi addormento... e intanto... forse voi vi chiederete che razza di rapporto corre fra Jules e me dopo aver sentito quest'ultimo scambio di parole. Si, avete indovinato, mi usa, mi adopera per tutti i suoi fini, è vero che paga i miei conti, l'affitto, la macchina, i vestiti, paga oltre i miei meriti i lavori che faccio per la sua casa...
scritto il 2017-12-03 | da Tibet
Jules et Jim.
Avete visto quel vecchio ma bellissimo film con la Jeanne Moreau, intitolato così e tratto dal racconto di Henri-Pierre Rochè? Con lei che ha una relazione con due uomini e passa da uno all'altro, insomma un "menage à trois"? Datato... eh? Addirittura in bianco e nero e con una splendida giovane Jeanne Moreau... Ecco la mia versione di Jules...
scritto il 2017-12-03 | da Tibet
Si accettano caramelle dagli sconosciuti - III
La camera è davvero grande per gli standard veneziani. Il letto cattura subito la mia attenzione, nella penombra; ha un’imponente struttura in ferro battuto e lenzuola candide. Lui, mi invita a sedermi sul bordo con un gesto perentorio della mano. Parla poco eppure dice molto, quest’uomo. Dondola davanti ai miei occhi le palline cinesi,...
scritto il 2017-12-01 | da Molly B
Spy Story 3 (quinto capitolo)
Martina si è rimessa il vestito e gira scalza tra gli ospiti. Fatica ancora un po' a muoversi, cammina con un passo pesante, poggiando le piante dei piedi sul pavimento con una certa distanza tra loro, papereggia. E' indolenzita. Una donna con i capelli corti e grigi, magra e che sembra portare con orgoglio qualche ruga le fa cenno di...
scritto il 2017-11-30 | da SvevaB
Spy Story 3 (Quarto capitolo)
Strada, rettilineo, salita, curva, rettilineo, curva a sinistra, salita, curva a gomito, rettilineo, curva a destra. Non si arriva mai. Martina è seduta dietro e ha lo stomaco che sembra un preservativo usato. Gianni guida nervoso, con arroganza, ridendo ai rimbrotti di Lorenza. La villa, che in realtà è un casolare ristrutturato, è alla...
scritto il 2017-11-30 | da SvevaB
Spy Story 3 (terzo capitolo)
Martina chiamò Lorenza il giorno dopo. Qualche migliaia di euro da guadagnare in fretta e poi avrebbe smesso. - Ciao. Ci ho pensato. Accetto, più o meno. - Ciao Martina. Sono contenta di sentirti, ma che vuol dire più o meno? - Che non voglio accettare l'accordo di Gianni. Non come dice lui, almeno. Non per tre anni. Sarò a vostra...
scritto il 2017-11-29 | da SvevaB
Spy Cam 3 (secondo capitolo)
E’ martedì sera, il pub non è strapieno come il venerdì o il sabato, ma Martina ha lavorato il doppio, il turno lungo, questo significa lavorare a pranzo e la sera fino all’una e mezza. E’ stremata. I piedi le fanno male e sente un persistente ronzio nella testa. Ha sostituito una collega, un’universitaria che fra due giorni ha un...
scritto il 2017-11-28 | da SvevaB
Spy Cam 3 (sequel)
"Ora cosa farai?", domandò Gianni dal sedile anteriore. Martina alzò le spalle. "Non saprei. Qualche soldo ce l'ho, vorrei trovare un lavoro onesto e smetterla con tutta questa vita". Non è facile però fuggire da se stessi o da quello che chiamano destino. E’ passato un po’ di tempo da quei giorni di ricatti, dolore, paure, di giorni...
scritto il 2017-11-28 | da SvevaB
Scambiata
Entrata in negozio di tatoo, vidi il tatuatore impegnato al pc per aggiustare un disegno da poco consegnato. Il mio amico lo salutò, abbracciandolo e mi presentò come una sua amica: avrei aspettato in sala d'attesa , mentre lui si sarebbe fatto fare un tatuaggio al polpaccio destro. Io guardavo riveste a tema, e di sottofondo loro parlavano,...
scritto il 2017-11-26 | da Francesca74
Io, lui e la Miss
Entro in stanza. La luce è soffusa solo due lampade accese. Lei è seduta su una sedia alla mia destra. Lui è di fronte a me bello come sempre ma c'è qualcosa nel suo sguardo che non avevo visto mai. Sembra imbarazzato, titubante. Sul letto ci sono delle corde. Quattro. Due sulla testiera altre due ai piedi. Lei parla poco e questo per il...
scritto il 2017-11-26 | da Kajira
Colloquio di lavoro.
Si sieda.- -Grazie...- -Allora giovanotto...- Alza gli occhi dalla cartelletta e mi guarda al di sopra degli occhialini marcati CK. e io mentalmente... ... ho trentaquattro anni e questa mi dà del giovanotto, non vengo per il posto di fattorino, non pretendo dottore, ma... -Sono la Dottoressa G. dirigo il Reparto Risorse umane...- ...ok, dai...
scritto il 2017-11-25 | da Tibet
Il regalo
Chissà cosa davvero lei si aspettasse come regalo di laurea. Un viaggio assieme ai Caraibi? Un gioiello? La borsa da sogno di Hermes-Jane Birkin? Non glielo aveva chiesto, aveva fatto tutto di sua iniziativa. Non credeva, senz'altro arbitrariamente, di sapere tutto di lei? Una cosa non proprio conforme alla realtà, chi conosce qualcuno fino a...
scritto il 2017-11-24 | da Tibet
Si accettano caramelle dagli sconosciuti - II
Camminare sui masegni sconnessi di Venezia con tacchi, borsa e trolley, è una tortura. Farlo con le palline cinesi, mi accorgo subito di quanto sia ancora più difficile. Sembravano così quiete, mentre ero seduta in treno… ora le sento muoversi ad ogni passo! I miei muscoli più interni le abbracciano, accrescendo la mia già forte...
scritto il 2017-11-24 | da Molly B
cookies policy Per una migliore navigazione questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti. Proseguendo la navigazione ne accetti l'utilizzo.