Erotici Racconti

dominazione Sottomissione BDSM, master e mistress, dominatori e sottomessi

Le ultime storie per adulti del genere dominazione

Il genere Dominazione, complementare della sottomissione, è una parte fondamentale nel BDSM (Bondage-Domination-Sado-Masochism), raccoglie i racconti erotici in cui l'eccitazione viene provocata non dal puro e semplice contatto sessuale, ma dal controllo e dall'autorità che il "dom" (dominatore o dominatrice) detiene sul "sub" (sottomesso o sottomessa). I rapporti tra dom, nel caso sia uomo Master, nel caso sia donna Mistress, e sub sono del tutto indipendenti dal sesso delle due parti.

1 5 1 8 racconti erotici del genere dominazione e sono stati letti 8 7 2 2 6 1 2 volte.

Fantásia (Cap. 8)
Capitolo 8: La scelta. An làmb a bheir, ‘s i a gheibh. Beh, mi era già capitato di avere vuoti di memoria nei periodi di stress eccessivo, ma al massimo si trattava di non ricordare dove avessi appoggiato qualcosa: sbarcare dall'ultimo volo della giornata senza ricordarsi il momento della partenza mi faceva strano… quel sogno poi… e la...
scritto il 2017-03-17 | da Blubear
Sentirsi sulla corda
Una fune che si insinua tra le labbra della fica, due nodi posizionati strategicamente, un gioco di dominazione raffinato, una lei obbligata a ubbidire e a non masturbarsi. Sdraiata sul letto, la notte ha portato un sonno rigeneratore, ma sento freddo. Mi ridesto un po’ e non ho il piumone a coprire la mia pelle nuda. Ho i brividi. Apro gli...
scritto il 2017-03-16 | da Evoman
Troietta nell'anima schiava
Ero maschio e ora sono diventata cindy femminuccia troiette nell'anima Dear Padrona Anna, as you know,the submitted slave man Cindy belongs to me. She admitted to be also your slave when in your town. I have agreed her wish at the condition that you will continue her education. She is quite good and I have decided to a parcial feminisation. That...
scritto il 2017-03-16 | da Cindy
“ Padroni e schiave, schiavi e padroni “ Parte 2
Si sentiva strana. Mai era successo, la sua fica vibrava. Vibrava come un Sol Minore di una chitarra spagnola. Ripenso alla giornata precedente. Ripenso a lui al suo grande cazzo, quando accarezzava ogni sua intima parte, plasmando quelle voglie come se lei fosse di creta. E quel rifiuto giunto inaspettato; come una doccia fredda. Perché si era...
scritto il 2017-03-13 | da SemplicementeNessuno
Violentata in una fabbrica abbandonata
Finalmente e' domenica. E' tutta la settimana che aspetto questo giorno! E' l'unico che ho per dedicarmi completamente a me stessa. Oggi voglio andare alla Fiera dell'antiquariato, un grande magazzino riaperto da poco. L'unico problema e' che e' un po' difficile da raggiungere. Ovviamente questi posti si trovano sempre fuori citta' e per chi non...
scritto il 2017-03-11 | da iris di sospiri
Fantásia (Cap. 7)
Capitolo 7: Okija. Sàpere aude. La porta era davanti a lei, ma non la vedeva, non poteva vederla: aveva chiuso gli occhi: non c'è la faceva più, avrebbe voluto fermarsi lì. Avevano camminato molto da quando era uscita dalla sua stanza, un passo dopo l'altro e quell’ultimo passo ancora le avrebbe fatto raggiungere il traguardo, in tutti…...
scritto il 2017-03-10 | da Blubear
Tua
"Nessuna domanda... Non voglio sentirti fiatare... Sei mia... E voglio fare di te ciò che voglio...ti è chiaro piccola lurida cagna!?!" la tua voce mi sbatte sulle labbra, mi fai ansimare ogni volta che chiami "cagna", abbasso lo sguardo non riesco a sostenere il peso delle tue parole e il tuo sguardo implacabile. La tua mano arriva senza...
scritto il 2017-03-10 | da BIMBA79
Il mio nuovo Cucciolo
Dopo la perdita di mio padre ho preso io le redini dell'azienda di famiglia,e pur avendo un figlio maschio ha deciso di lasciare tutto a me, sono sempre stata all'altezza delle sue aspettative, e non mi sono mai arresa ne fatta mai intimidire. Mio fratello invece è il classico buon a nulla, buono solo a divertirsi e far festa tutte le sere, se...
scritto il 2017-03-10 | da Moon light
Padroni e schiave, schiavi e padroni
Inizio per caso, in ufficio, dopo mesi di sguardi, frecciatine e minigonne corte, pantaloni slacciati al momento giusto, scollature provocanti, erezioni appariscenti. Venerdì 12. Basto uno sguardo, lei era eccitata, ma lo era anche prima, forse si era svegliata cosi. Si guardarono, si conoscevano. Non servivano parole, quando fu di spalle, lui...
scritto il 2017-03-09 | da SemplicementeNessuno
Il lavoro perfetto - Il primo giorno
AVVISO: Per chi legge per la prima volta questa serie, il primo capitolo non è questo, ma "Il lavoro perfetto - Il colloquio"...vogliamo lavorare senza prima fare un colloquio? ;) buona lettura! La sveglia suona alle 7.45. Mi sveglio di colpo al primo squillo, sbarrando gli occhi. Mi sento sveglia e vigile come se avessi ingurgitato venti tazze...
scritto il 2017-03-08 | da Alba6990
L'ultimo anno di scuola
Salve a tutti, mi presento sono Jessica, 20 anni. Frequentavo una scuola femminile, e ogni anno, ad ogni trimestre venivamo sottoposte a visita medica. Lo scorso anno fummo sottoposte a visita medica subito dopo essere rientrate dopo le vacanze di Natale. La segretaria della commissione come al solito veniva in classe e ci chiamava a gruppi di...
scritto il 2017-03-07 | da IL Dottore
La confessione di un’insegnante costretta ad essere una sex slave - 3
(segue dalla 2° puntata: https://www.eroticiracconti.it/racconto/25904-la-confessione-di-uninsegnante-costretta-a-2) (...) Erano passati solo pochi istanti da quando avevo udito la voce di Francesco pronunciare: “Ti stavo chiedendo, gentilmente, di spiegarmi come ti masturbi”, e lo sentii aggiungere: ”Anzi, visto che sei davanti al...
scritto il 2017-03-07 | da DarkEnjoy
Il lavoro perfetto - Il colloquio
Che cosa mi metto? Devo andare a un colloquio di lavoro. Che cosa metto? Voglio sembrare professionale, ma non voglio apparire una bacchettona. Finalmente trovo quello che sto cercando! Una camicetta attillata, una gonna che arriva a metà coscia nera, parigine nere e scarpette nere con un minimo di tacco. Prendo un paio di cose e mi guardo allo...
scritto il 2017-03-07 | da Alba6990
La dea Milena - 3a puntata: Il Contratto
Giulio fu così costretto a sedersi su una sedia in metallo freddissima; fece per emettere un grido di dolore, soprattutto quanto le palle piene di sperma caldo toccarono il freddo metallo, ma ricordando il monito di Alessia, ricacciò il grido in gola. – Vedo che hai già imparato le regole dello schiavo: quasi tutti quando si siedono su...
scritto il 2017-03-07 | da Paolo883
Samanta - Capitolo 3 -
Scena finale, musica, titoli di coda. Momento di silenzio generale. Dopo alcuni istanti, mentre ancora la musica finale riempiva l'aria, i ragazzi iniziarono a spezzare il silenzio con chiacchiere e commenti sul film. Samanta era riuscita a ricomporsi dopo il patto stretto con Alberto e si era guardata le scene finali del film in relativa pace....
scritto il 2017-03-07 | da Ronin Moonlight
Scoprirsi
Inginocchiarmi di fronte a te,con la testa chinata verso il basso X tanta eccitazione che avevo,con le gambe tremanti e gelide,tu che mi accarezzavi la testa...mi consolavi e mi sentivo più nuda di com'ero xk ti eri impossessato della mia anima e continuavi a fottermi la mente facendomi sempre provare emozioni nuove verso me stessa ed il mio...
scritto il 2017-03-05 | da N.A.
Fantásia (Cap. 6)
Capitolo 6: Es. Nosce te ipsum. "Mio dio! Che diavolo mi è preso! Amoreggiare con una donna! Che mi è preso!!!" Una miriade di pensieri le turbinavano in testa. "Non è da me, sicuramente mi hanno drogata! Non è possibile che mi comporti così. Che vergogna… E che schifo!!!" Era scioccata, ma anche sorpresa di se stessa, del suo...
scritto il 2017-03-04 | da Blubear
Medusa
– Sì? – Ehm, buongiorno... sono Marco, posso entrare? – Era ora. Sei il ragazzo del take away cinese, vero? Ho una fame... – No, sono un cliente. La ragazza all’ingresso mi ha detto di salire al terzo piano e di bussare qui. – Quale ragazza all’ingresso? – Quella alta due metri, con le meches bionde. – Ah, Ettore. – Ettore?...
scritto il 2017-03-03 | da Alessandra V.
Le verghe benedette
Sono Fiera, l'amante del cane Max, e volevo raccontarvi dell'esperienza di una cara amica. Lei si accoppia ai cani saltuariamente, non è una cagna come me, ma ha avuto un'adolescenza davvero particolare e me ne ha parlato a lungo. La sua famiglia è non solo credente, ma proprio bigotta. Lei con mille remore ha avuto un'adolescenza come tante....
scritto il 2017-03-02 | da Fiera3
La dea Milena - 2a puntata: La registrazione
LA REGISTRAZIONE Finalmente arrivò giovedì e alle 19 meno 10 si presentò davanti all’indirizzo che le era stato indicato. Gli aprirono, salì al 4° piano ed entrò in una reception elegante dove trovò una ragazza vestita con una specie di divisa di pelle nera. – Sono Giulio Colombo. – È qui per la registrazione all’harem. – Sì....
scritto il 2017-03-02 | da Paolo883
Una passeggiata nel parco
Mi fermai con l'auto all inizio della strada, lei mi stava aspettando da mezz ora. Lo notai subito, ma non dissi niente. -Cosa hai detto a lui?-chiesi guidando -Che andavo a bere qualcosa con delle mie amiche, padrone- -qualcosa la berrai di sicuro stasera...- sogghignai Non diceva nulla. Non gli era permesso. Del resto penso che questa storia...
scritto il 2017-03-01 | da sasha
La dea Milena
Da quando aveva visto la Sua foto su quell’annuncio in internet Giulio aveva perso il sonno. Si chiamava Milena, era alta (180 cm), slanciata, gambe lunghissime, bionda, la bocca sensuale dipinta di rosso, due seni perfetti, una carnagione bianchissima e due piedi perfetti. Gli occhi azzurri, di ghiaccio, davano una sensazione allo stesso...
scritto il 2017-02-28 | da Paolo883
Un cuscino di piacere - Il secondo incontro
Passarono alcuni giorni prima che rivedessi Giulia, la mia conturbante vicina. Come vi ho già raccontato, avevo passato molto tempo a fantasticare su di lei, prima che mi rendesse un suo schiavo. Da quel giorno, avevo trascorso gran parte del mio tempo libero a ripensare all’accaduto, masturbandomi come un ossesso al ricordo dei suoi...
scritto il 2017-02-27 | da FrancescoPV
Fantásia (Cap. 5)
Capitolo 5: Il dono. Faber est suae quisque fortunae. Elannah si voltò molto lentamente portando al di sotto del seno la mano che un attimo prima era tra le cosce di Inya, come a volerla proteggere; il palmo rivolto in alto e chiuso a coppa conteneva ancora parte degli umori raccolti durante quel massaggio intimo. Avanzò verso di me preceduta...
scritto il 2017-02-24 | da Blubear
Piegature
Accarezzo con lo sguardo la curva del tuo fianco, i segni delle costole, la carnosità della coscia. Posso quasi sentire la sensazione di sfiorarti con la punta delle dita ma le tengo ben lontane da te. Nella scura penombra della stanza la tua pelle bianca risalta particolarmente, in modo quasi accecante, di un candore tipico di chi sta chiuso...
scritto il 2017-02-22 | da Nebbia
cookies policy Per una migliore navigazione questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti. Proseguendo la navigazione ne accetti l'utilizzo.