Cazzi suoi e cazzi miei

Scritto da , il 2021-11-24, genere bisex

Wanda era una gran porcona, nonostante fosse fidanzata con un manager che guadagnava tantissimo, di frequente la dava anche ai ragazzi che di tanto in tanto conosceva, ed era molto amica con Gigi col quale condividevo una storia di sesso a fasi subalterne. Un giorno Gigi mi cercò facendomi una proposta indecente, la Wanda vuole scopare con noi e vederci scopare insieme disse, e lei come sa che noi scopiamo dissi alzando un po' la voce, lei sa tutto di me rispose scusandosi. Gigi organizzò tutto a casa sua, ordinammo le pizze, mezza dozzina di birrette, un po' di risate e poi sesso. Lei fu la prima a spogliarsi e ci invitò a farlo pure noi. Le operazioni le dirigeva Wanda. Sotto le sue direttive, prima mi succhiarono il cazzo insieme, una sensazione mai provata prima anche perché Wanda non si limitava a succhiare il cazzo ma leccava anche palle e ano, poi ci scambiammo con Gigi e fui io a succhiare il suo cazzo mentre Wanda leccava un po' dappertutto, poi Wanda mi ordinò di leccarli la fica mentre da dietro Gigi mi inculava, sentivo il cazzo di Gigi dentro di me e nel mentre facevo impazzire di piacere Wanda, poi volle che fosse Gigi a leccarli la fica mentre io lo inculavo, poi invertì le parti con Gigi e mentre mi scopavo Wanda lei succhiava il cazzo di Gigi, qui dimostrò tutta la porca che era, come si muoveva era imbattibile, poi volle che fosse Gigi a scoparla mentre succhiava il mio cazzo, stavolta si dedicò solo al cazzo e li venni in bocca poi continuando a segarmi le schizzai completamente la faccia, fu una fantastica serata indimenticabile, anche perché era la prima volta che facevo sesso con 2 persone contemporaneamente.
Dopo circa 40 giorni Wanda ci invitò a bere un caffè e seria ci disse di essere incinta, voleva prendere tempo col suo manager, voleva che ci sottoponessimo al test del DNA per scoprire la paternità del bambino, effettuato il test bastavano 10 giorni per avere i risultati. Fantasticai sulla possibilità che il bambino fosse mio, in fondo non mi dispiaceva, io avrei continuato a fare i cazzi miei e lei i cazzi suoi. Dopo 8 giorni arrivò l'esito del test a quanto pare il bambino non era mio e neppure di Gigi, forse era del manager pensai.

Questo racconto di è stato letto 2 3 7 0 volte

Segnala abuso in questo racconto erotico

commenti dei lettori al racconto erotico

cookies policy Per una migliore navigazione questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti. Proseguendo la navigazione ne accetti l'utilizzo.