Sposa bagnata

Scritto da , il 2019-01-05, genere pissing

Guardavo il paesaggio fuori dal finestrino nervosa, era il giorno più bello della mia vita, mio padre seduto accanto a me, la macchina ci portava in chiesa mi mancava la saliva presi un sorso d’acqua dalla bottiglietta “Tutto bene tesoro?” “si” risposi con un filo di voce.

Quando arrivammo davanti la chiesa tutti gli invitati ci stavano aspettando, faceva un gran caldo sotto il vestito da sposa sudavo, forse anche l’agitazione, mi aprono la portiere scendo tutti mi applaudono mi viene quasi da piangere.

Mentre mio padre mi accompagna all’altare sono talmente emozionata che non mi accorgo di un piccolo particolare che da li a poco mi avrebbe condizionato l’intera giornata, non sto scherzando caro diario, fino quasi a rovinarmi il giorno più bello della mia vita.

“Sei bellissima Michelle” mi sussurra all’orecchio il mio futuro marito, tutti i parenti sono seduti in prima fila a guardarci il mio bellissimo abito da sposa con il corpino in pizzo effetto nude e ampio spacco sulla schiena fa rimanere tutti a bocca aperta.

Quando inizia la cerimonia l’emozione inizia ad affievolirsi ci siamo penso dentro di me “Ringraziamo Michelle e Diego, per la loro scelta coraggiosa” esordisce Don Alfio all’improvviso il particolare che prima non avevo notato si fa sentire “Oddio la pipi” penso tra me maledico la bottiglietta d’acqua che mi ero scolata in macchina.
In queste situazioni il tempo sembra un eternità, per fortuna il mio lavoro d’infermiera mi consentiva di resistere in quanto durante i turni sono abituata a tenerla per lungo tempo, riesco a distrarmi e al momento del fatidico si neanche sento più lo stimolo.

“Diego accolgo te nella mia vita…” “Vi dichiaro marito e moglie” applausi scroscianti della chiesa io che piango insomma il peggio sembrava scongiurato credo ti poter gestire la situazione ma invece mi sbagliavo caro diario.
Finita la messa dobbiamo firmare il registro mi avvicino alle testimoni “ Sapete dov’è un bagno?” “Si è qui dietro in sacrestia” “Vi prego accompagnatemi sto per scoppiare”. Purtroppo quello che non potevo sapere caro diario, che il bagno fosse occupato da Jason che stava sfondando il culo di Suor Letizia (leggi Mistero della fede).

Noi sappiamo tutti che toro da monta sia Jason, io per prima l’ho provato, quando scopa non sente ragioni abbiamo bussato in vano ma a parte i gemiti della copula, non abbiamo ricevuto risposta. “Forza stringi i denti la fai al ristorante” mi dice Nicole “Ci provo” risposi con un filo di voce.

Continua…

Questo racconto di è stato letto 1 4 0 5 3 volte

Segnala abuso in questo racconto erotico

commenti dei lettori al racconto erotico

cookies policy Per una migliore navigazione questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti. Proseguendo la navigazione ne accetti l'utilizzo.