Un giovane ragazzino di 18 anni 2 cap

Scritto da , il 2022-09-21, genere dominazione

la mattina mi ha svegliato senza un minimo di grazia, prendendomi x i capelli prendilo in bocca troia e mi ha sputato in bocca ripetutamente io lo preso in bocca lui me lo spingeva in gola io avevo continui conati di vomito, se vomiti lo mangi x colazione, dopo un pò mi è venuto in bocca io ho mandato giù poi ci siamo lavati lui è andato in bagno, poi è toccato a me siamo andata al lavoro ogni tanto mi toccava il culo, se sbagliavo qualcosa erano schiaffi ho calci, finito la sera, ero la sua puttana dove sfogare la sua rabbia. prima mi ha portato in bagno mi ha messo il doccino nel culetto impara puttana lo voglio pulito, poi mi ha sverginato senza che potessi fiatare l'unico lubrificante erano i suoi sputi, mi è entrato con un colpo secco mi aveva chiuso la bocca con un fazzoletto, x non farmi gridare mi uscivano le lacrime x il dolore che mi provocava , ma dopo un po stavo godendo sono venuto senza toccarmi .
tutte le sere dovevo servire il mio padrone, in tutto era un crescendo di insulti schiaffi in faccia da farmi cadere in terra, calci x farmi rialzare se la notte doveva pisciare me la faceva nella bocca io mandavo giù. arrivati al venerdì che avevamo il weekend libero mi fermo davanti ad una farmacia ordinandomi di andare ha prendere dei clisteri ed una scatola di viagra, dovetti farlo xk si stava incazzando dopo un mio rifiuto. non contento mi ha portato in un negozio di cinesi mi ha comprato dell'intimo, da donna trasparente, e dei trucchi, alla sera sera mi costringeva con l'intimo e ha truccarmi voleva che mettevo tanto rossetto.
quel weekend, mi rovino non so quante volte mi abbia scopato, maltrattato in tutti i modi, prendevo schiaffi mi inculava in piedi alzandomi di peso, odiava il mio pisellino diceva che non serviva ha nulla, x quanto era piccolo, e al ritorno me lo avrebbe fatto essiccare, doveva solo servire x pisciare, spesso mi dava anche dei calci sul pisellino da farmi piegare dal dolore, e lui ne approfittava x penetrarmi con violenza. ormai ero suo schiavo in tutto non potevo venire senza un suo ordine, e quando mi faceva venire dovevo ingoiare il mio sperma ma tutto questo mi piaceva lo adoravo, il mio padrone, anche con la sua crudeltà, mi dava ai suoi amici, mi facevano di tutto mi prendevano in doppia anche fisting con la mano ormai il mio culo era diventato una vagina mi facevano clisteri con il piscio cera uno molto violento che addirittura mi ha messo dei pesi sul mio pisellino e mi inculava facendo oscillare i pesi causandomi del dolore atroce mentre lui mi scopava con violenza. dovevo servire ha tavola e poi stare sotto il tavolo se qualcuno doveva fare pipì cero io con la mia bocca. avevo donato corpo e mente al mio padrone.

X CONTATTI HO CONSIGLI SCRIVETE A ( a.lola.milu@gmail.com )

Questo racconto di è stato letto 5 7 5 0 volte

Segnala abuso in questo racconto erotico

commenti dei lettori al racconto erotico

cookies policy Per una migliore navigazione questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti. Proseguendo la navigazione ne accetti l'utilizzo.