Il diario di mia moglie 4 parte scopata da un cavallo

Scritto da , il 2022-11-12, genere sadomaso

Andrea aveva ordinato a marina di dormire con il figlio ogni sera il figlio la scopava con violenza, quasi con odio lui era un sadico che teneva nascosta dentro questa sua perversione adesso poteva tirare fuori con il consenso del padre; doveva dormire con degli agi infilzati sui seni mentre lui la inculava senza lubrificarla provocandogli delle ferite anali molte volte interveniva Andrea che gli scopava la bocca ma questo non bastava lei era sempre bagnata godeva in continuazione ma questo sul diario non l'aveva scritto che era una masochista estrema; cosi il figlio d'accordo con il padre ogni giorno portava a casa degli amici e la faceva stuprare la bendavano, così non poteva vedere poi veniva picchiata con schiaffi e calci da x tutto anche con cazzotti Andrea dopo che veniva picchiata gli toccava la fica era un l'ago la scopavano con brutalità prima gli asciugavano la fica e poi la scopavano x fargli più male lei siiiiiiiiiii siiiiiiiiiii ancora massacratemi vengoooooooooo anche i 4 amici gli sborravano da x tutto e la lasciavano in terra distrutta.
ma non finiva così la sera poi stanca doveva preparare la cena e lei mangiava i loro avanzi se cerano altrimenti andava a letto a digiuno la mattina doveva fare colazione con il loro piscio e cereali lei viveva una condizione di schiavitù quando uscivano lei era legata con il cane nella cuccia doveva soddisfare anche lui sessualmente, così Andrea con il figlio con la madre l'anno portata da un loro amico che gestiva un tatto, l'anno rasata a zero e fatta inanellare senza anestetico la stanza era insonorizzata lei urlava x il dolore avevano applicato 2 anelli sui capezzoli 2 anelli nella fica e 4 sulla schiena in più e stata tatuata in testa con la dicitura esclava n 1 una freccia nel culo
con scritto è di chi vuole il mio padrone, il gestore del tatto aveva una fattoria con un cavallo in calore così lei è stata portata nella fattoria lei è andata sotto il cavallo
x prendere in bocca il cazzo moscio che subito si è eretto sentiva l'odore della fica di Marina l'aveva fatto addrizzare l'anno legata ad una staccionata a gambe larghe anno avvicinato il cavallo che nitriva lei era stata lubrificata a dovere avevano applicato degli anelli al cavallo altrimenti l'avrebbe lacerata lo anno avvicinato alla fica aiutato a trovare il buco e con un colpo secco gli è entrato nella vagina lei con un urlo disumano HAaaaaaaaaaaaa haaaaaaaaaaa mi spacca basta vi prego ma dal dolore è passata al piacere siiiiiii siiiiiiii ancoraaaa dopo poco è venuta siiiiii siiiiii vengoooooo ,intanto il cavallo la scopava sempre più forte finche non la riempita di sperma quando si è sfilato da lei e scesa un mare di sperma dalla fica ormai larga a dismisura che non accennava a chiudersi, l'anno sciolta ma non stava sulle sue gambe così l'anno portata a casa e dopo averla lavata l'anno messa a riposare. era scesa all'inferno, chissà cosa altro doveva subire?????????

X CONTATTI HO CONSIGLI SCRIVETE A ( a.lola.milu@gmail.com

Questo racconto di è stato letto 1 1 2 5 6 volte

Segnala abuso in questo racconto erotico

commenti dei lettori al racconto erotico

cookies policy Per una migliore navigazione questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti. Proseguendo la navigazione ne accetti l'utilizzo.