Una insospettabile signora 3 cap

Scritto da , il 2022-07-06, genere zoofilia

il giorno dopo mi presento alla villa cera il fattore mi ha detto che ero stato bravo con la frusta dovevo essere più cattivo dovevo imparare a punirla sensa pietà facile a dirsi , però volevo riuscire poi ho chiesto al fattore fin dove potevo spingermi lui mi ha detto che non cerano limiti.. ma non ti devi innamorare xk se lei si accorge ti lascia!! xk mi lascia non vuole affetti.. più sarai duro più ti amerà!!! da domani io non ci sarò avrai le chiavi della villa potrai andare dove vuoi anche in camera sua.. il giorno dopo sono entrato in villa sono andato nella sua camera lei dormiva era bellissima l'avrei baciata invece mi sono avvicinato gli ho detto ancora dormi puttana? lei mi ha guardato incredula io gli ho mollato 2 schiaffi trascinata x terra a calci gli ho detto da domani si cambia troia ti voglio sveglia con il caffè pronto ai capito altro schiaffo!! lei è andata in cucina è venuta con il caffè gli ho detto io chi sono lei il mio padrone mi scusi x il mio comportamento poi con il pigiama lo portata alle stalle dove cerano le mucche succhia il latte dalla zinna della mucca come fosse un cazzo troia ma signore è sporca la zinna gli ho dato un calcio nel culo sbrigati lurida!! lei si è messa sotto la mucca succhiava il latte io mi ero eccitato vederla così ciucciava ciucciava credo che ci stava prendendo gusto poi lo tirata fuori e gli ho sborrato in faccia puliscilo porca!! lei ha eseguito poi lo chiusa in una cella della villa non ti voglio vedere mi fai schifo x buona parte della giornata è rimasta la poi ho preso un dog argentino lo portato da lei gli ho detto lui oggi è il tuo amante vogli vedere fare l'amore cagna! lei lo accarezzava da x tutto lo baciava in bocca se cadeva un po di saliva gli ordinavo di leccarla anche x terra poi con la mano è scesa fino alla guaina lo massaggiava finche non è uscito fuori il cazzo si è piegata lo leccava con devozione anche le palle lui si era accasciato su un fianco lei ancora con la bocca sul pene lo prendeva tutto con una maestria poi gli ho detto leccagli il culo cagna lei mi ha guardato sbrigati il tuo amante non può aspettare una troia come te, a eseguito poi gli ho detto datti a lui fatti scopare chissà forse ti mette in cinta, lei a quel punto gli scendevano le lacrime ma io non me ne curavo la scopava con una forza da spostarla lei siiii amore pompami spaccami la fica sono tua e del mio padrone!! quasi gli faceva sbattere la testa al muro finche non è venuto nella sua fica con il nodo dentro povero cane lei immobile mi sono tirato fuori il cazzo non ce la facevo più dall'eccitazione glie lo messo in bocca la scopavo lei gruuuuu gruuuuu non soffocare puttana quando stavo x venire lo affondato in gola svuotando tutto il mio sperma lei era rossa non respirava più il cane si era sfilato lo flilato anche io dalla sua bocca aveva mandato giù tutto dopo lo liberata mi sono fatto lavare da lei stavo x andare lei in ginocchio grazie mio signore domani la sua schiava sarà pronta x lei io senza degnargli di un saluto sono uscito .

X CONTATTI HO CONSIGLI SCRIVERE A ( a.lola.milu@gmail.com )

Questo racconto di è stato letto 7 3 9 7 volte

Segnala abuso in questo racconto erotico

commenti dei lettori al racconto erotico

cookies policy Per una migliore navigazione questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti. Proseguendo la navigazione ne accetti l'utilizzo.