La donna in carriera

Scritto da , il 2020-10-16, genere pissing

Avevo solo 32 anni, ma ormai era da diversi mesi che mi capitava di bagnarmi, di avere perdite involontarie abbondanti che i Lines Notte non potevano assolutamente assorbire, …. durante quel weekend, mio marito era via e la bimba dalla nonna, così avevo comprato diversi tipi di pannolini e super assorbenti e li avevo provati tutti per vedere se si sarebbero visti sotto i vestiti, …. per capire quanto assorbivano, …. per capire come sarebbe stato farsela addosso, …. mi avevano appena confermato il prolasso vaginale e l’incontinenza, …. quel lunedì era la prima volta che indossavo il pannolino in ufficio, …. erano i primi giorni in cui stavo imparando ad essere incontinente, ….

Indossavo un tailleur, gonna sopra il ginocchio e giacca attillata azzurro, un body leggermente lavorato bianco, collant blu 50 Den. e décolleté marroni tacco medio (8-9 cm) in coordinato con la mia borsa, …. sotto avevo un Tena Slip Super e una guainetta contenitiva bianca della playtex, …. i Tena pur essendo già allora i migliori pannolini non erano certo sottili e di TNT traspirante e silenzioso, …. mi ricordo ogni emozione come se fosse successo ieri, …. da una parte ero molto in imbarazzo per la paura che si vedesse, che si sentisse il rumore e poi non so, forse era una vergogna in genere per dover ammettere che a 32 anni dovevo mettere il pannolino come una bimba, …. da un altra parte invece, dopo mesi di paure e decine di incidenti, mi sentivo sicura e protetta, …. di nuovo padrona del mio tempo e della mia vescica, ….
Come sempre ero uscita di casa verso le 8 per andare in ufficio, penso già durante il viaggio in macchina, ma sicuramente una volta arrivata in ufficio avevo avuto qualche piccola perdita ed era bellissimo non sentirmi completamente bagnata come sarebbe successo fino al giorno prima con i Lines Notte, …. poi verso le 10 io e due colleghe veniamo chiamate in sala riunioni per partecipare ad un meeting assieme al nostro capo e ad altri dirigenti. Io avevo bevuto da poco una super tazza di caffè americano e in poco tempo aveva cominciato a scapparmi la pipì sempre più forte fino al punto che verso le 10.45 ormai la mia vescica pulsava e ad ogni contrazione avevo delle perdite, …. la riunione finisce, io mi alzo subito ma il nostro capo ci ferma sulla porta, il solo movimento di torsione del busto per girarmi verso di lui fu sufficiente a farmi perdere definitivamente il controllo e la mia vescica esplose, …. ricordo benissimo che la sensazione di paura, di terrore fu pazzesca, ero lì, in piedi davanti al mio capo ed alle mie colleghe con le gambe leggermente aperte, le mani conserte appoggiate proprio lì e sentivo la pipì scapparmi come un flusso violento e totalmente incontrollabile, …. per più di un minuto mi sono pietrificata e mi sono ripresa solo sentendo il mio capo ….
A.” Enrica, va tutto bene? …. Enrica, mi sente? …. Insomma signorina cosa le succede??”
E.” Mi scusi Dottore, mi scusi, …. è che devo assolutamente andare in bagno, mi sto facendo pipì addosso, ….”
A.” Andiamo Signorina non scherzi, è una donna sono certo che può aspettare 10 minuti che finiamo il de-brifing e poi saremo tutti liberi di prenderci una pausa, ….Sbaglio??”
Io abbasso gli occhi, stringo leggermente le gambe ed annuisco mentre sento la pipi continuare ad inondarmi il pannolino senza che potessi avere nessun controllo, …. per almeno 5 minuti continuo a gocciolare, …. mi risiedo al tavolo e solo allora riesco a passare una mano sotto la gonna per controllare la situazione, …. arrivo velocemente alle collant sulla pancia, poi in mezzo alle gambe e poi il sedere, …. fantastico sono asciutta, …. attraverso le collant posso sentire il pannolino caldo e ed un po’ gonfio, ma sono completamente asciutta, ….!!!! Ero molto imbarazzata, ormai dovevo ammetterlo, avevo bisogno del pannolino. Forse perché avevo già deciso di andarmene e stavo già facendo colloqui in giro da tempo, …. forse per pazzia alla fine della riunione mi avvicino al mio capo e, ….
E.” Sì, si sbagliava, …., io non ce la facevo più e mi sono fatta la pipì addosso, …. ma non si preoccupi, porto il pannolino come una bimba, ….!!! Ecco, dopo che mi ha fatto pisciare addosso, riceverà la mia lettera di dimissioni, …. Stronzo!!!”
non sono mai più tornata in quell’ufficio e non ho mai più smesso di portare il pannolino .


Questo racconto di è stato letto 4 1 7 9 volte

Segnala abuso in questo racconto erotico

commenti dei lettori al racconto erotico

cookies policy Per una migliore navigazione questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti. Proseguendo la navigazione ne accetti l'utilizzo.