Erotici Racconti

Oltre mia moglie

Scritto da , il 2016-12-18, genere gay

Sono sposato da oltre 10 anni,sono un bell'uomo di 45 anni,alto 1.95,occhi verdi,palestrato e con un bel cazzo di 26 cm......,mia moglie mi a dato 2 bellissimi figli,ma adesso fa' la mamma a tempo pieno! di tanto in tanto,facciamo una sveltina,mai un bel rapporto sessuale,mai una volta mi avesse fatto un pompino,mai mi a concesso il culo,insomma ho molte voglie che mi turbano.
Spesso ho pensato di tradire mia moglie,poi un giorno mi capita una bella donna.Eravamo al mare,lei era la classica troiona che si faceva fare di tutto,io cercavo una cosi'.....ci vediamo e andiamo in una pineta,mentre cercavo di farmi venire una erezione,pensavo a mia moglie,hai miei figli,la paura che potevo venire ricattato,oppure che mia moglie si potesse accorgere,insomma non mi riusci' avere una erezione,tornammo alla macchina,io ero a pezzi,c'ero rimasto male,una figura del cazzo con una donna in quel modo mai mi era capitato,una vergogna che mi fece entrare ancora piu' in depressione.
Poi un giorno mentre al bagno dell'Autogrill stavo pisciando,mi accorsi che un ragazzo mi osservava il cazzo,anche se moscio era grande,e io invece di andarmene rimasi a toccarmi il cazzo e lo mostravo fiero al ragazzo,lui mi tocco' appena,sentivo la sua mano sulla mia cappella e subito il mio bestione si sveglio' e divento' duro!
Entrammo in uno dei bagni,e il ragazzo comincio' a farmi un bocchino,ero cosi' eccitato da venire quasi subito,senza neanche avvertirlo quasi lo stavo affogando dalla enorme quantita di sborra che schizzai nella gola del giovane.
Era strano,non sono un omosessuale,non sono mai stato con un uomo,ma ero venuto e mi era piaciuto,chiesi al ragazzo se potevamo vederci in seguito,per fortuna era della mia stessa citta' e ci scambiammo il cell.
A casa pensavo spesso al ragazzo,passarono tre giorni poi decisi di chiamarlo!
Ci incontrammo in un bar,lui aveva casa libera,e andammo a casa sua,un piccolo e piacevole bilocale,ci spogliammo e subito il mio cazzone di 26 cm divento' un bastone,Marco inizio' a succhiare e leccarmi le palle,poi inizio' a leccarmi il buco del culo e scopri' che mi piaceva un casino,intanto misi un dito nel culo del giovane ,lo sentivo bello stretto,ma accogliente e caldo,per via delle mie generose dimensioni Marco prese del lubrificante,e provai a penetrarlo,con fatica riesco a incularlo,provai un grande godimento,quel pomeriggio in tre ore venni molte volte,ero distrutto ma sempre eccitato,mi sembrava di impazzire,mi piaceva molto,finalmente avevo trovato una bocca e un culo in grado di accogliere e di farmi godere!
Con Marco ci vedevamo spesso,con lui stavo bene e non avevo timori,fare sesso con lui mi piaceva e non mi faceva andare in paranoia non mi sembrava di tradire mia moglie in quanto uomo,poi con Marco non avevo la paura che si potesse innamorare e crearmi problemi,lui era solo innamorato del mio cazzo,gli piaceva e mi procurava piacere,ma provavo piacere anche a baciarlo,anche lui aveva un bel cazzo,un giorno provai a prenderlo in bocca,e la cosa non mi fece schifo......
Adesso,oltre a mia moglie,posso permettermi di avere senza problemi un uomo che mi fa' godere e stare bene.senza conseguenze familiari.......

Questo racconto di è stato letto 5 8 2 0 volte

Segnala abuso in questo racconto erotico

commenti dei lettori al racconto erotico

cookies policy Per una migliore navigazione questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti. Proseguendo la navigazione ne accetti l'utilizzo.