Un giorno a Napoli

Scritto da , il 2017-03-04, genere gay

Napoli e' una citta' bellissima e affascinante,spesso capita che mi fermo qualche giorno,ma questa volta era per lavoro.
Sono imbarcato come marinaio su un traghetto,adesso in cantiere a Napoli per lavori.
Un giovane operaio del cantiere era impegnato a lavorare nel salone del secondo ponte,in quel momento eravamo soli,lui molto carino,avra' avuto al massimo 22 anni,Napoletano.Parliamo del piu' e del meno,poi l'argomento cade su locali di Napoli,di quelli un po' particolari.....Io sapevo dell'esistenza di un discopub dove c'era un giro di escort,sia maschili che femminili.Il giovane operaio conosce bene questi locali,e quello specifico che conoscevo,era frequentato al 90% da uomini,e da marchette maschili.
Ah,bene,non ricordo bene la zona,sapresti indicarmela?
Il ragazzo mi fa' capire dove si trova il posto,e mentre lavora lo vedo spesso guardarmi,per poi chiedermi se sono gay......
Si rispondo,ma non lo sa' nessuno e quindi ti prego di non fartelo scappare con i miei colleghi.
Suona la sirena del cantiere per dichiarare il fine lavoro,tutti si preparano per uscire,lui invece rimane a parlare con me,vuole sapere se sono attivo oppure passivo,e mi fa' sapere che lui a un bel cazzo!
Ah,bene...... io sono versatile,piu' passivo,mi fa' piacere che hai un bel cazzo! sei mai stato con un altro ragazzo ?
Si,spesso per soldi,non sono un marchettaro,ma adesso prendo la paga il 20 e siamo al 14 senza soldi,se voglio uscire per una pizza ,se voglio fare una ricarica al cell. spesso mi faccio fare un pompino alla stazione......
Senti,se vuoi andiamo nella mia cabina,e ti faccio una pompa,io scendo verso le 20.00 e andiamo a mangiare una pizza insieme,ti va'?
Va bho',andiamo che sono pieno e voglio sborrare!
Il ragazzo era ben messo,un bel cazzo doppio e di almeno 22 cm,mi feci sborrare in bocca ingoiando tutto,poi dopo avergli leccato bene la cappella,lo salutai dando appuntamento per la cena.
Il giovane puntualmente era di poppa alla nave,scesi e insieme andammo a mangiare una pizza,era ben vestito,e guardandolo bene era proprio bello,non mi ero accorto dei suoi occhi verdi,e il suo sorriso era bellissimo.Dopo andiamo a bere nel locale che mi aveva indicato,una bolgia di maschi che alla vista del mio giovane operaio,lo mangiavano con gli occhi!
Preso dalla voglia di sesso,e un po' dalla gelosia,volevo il ragazzo tutto per me.......proposi al giovane Napolentano di venire a dormire con me,in cambio gli regalavo 50 euro.
In pochi minuti eravamo nudi nel mio letto,questa volta mi fece mettere a pecora e dopo avermi leccato il buco del culo,prese del Luan che avevo messo sul comodino e mi inculo' di brutto,scopammo per delle ore,ero distrutto,ma alle 4 il ragazzo mi chiese di andar via,non voleva farsi vedere dai suoi colleghi,e neanche io.....quindi ci baciammo e purtroppo il giorno dopo la nave era pronta per partire....chissa' se lo rivedro' piu!!

Questo racconto di è stato letto 7 3 4 2 volte

Segnala abuso in questo racconto erotico

commenti dei lettori al racconto erotico

cookies policy Per una migliore navigazione questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti. Proseguendo la navigazione ne accetti l'utilizzo.