Erotici Racconti

Ricattato dal mio dipendente

Scritto da , il 2017-03-02, genere gay

Mi chiamo Fabio,sono titolare di un ristorante a Roma,sono sposato con due figli,mia moglie e' molto ricca e il ristorante non e' altro che uno sfizio,voluto da lei.
Un giorno viene un ragazzo a chiedere lavoro,viene da Cuba,e' un bel ragazzo.Alto e un bel viso dolce,lui a lavorato in qualche ristorante come cameriere con ottimi requisiti.
Decido di assumere Raul,subito si dimostra in gamba,i clienti sono soddisfatti anche per il suo modo di fare e per le lingue che parla.
Sono passati 3 mesi e Raul ormai e' ambientato ,tra noi e' nata una bella intesa,un pizzico di confidenza ma sempre nel rispetto che c'e' tra dipendente e titolare.
E' capitato spesso,nei momenti di relax ,che Raul si togliesse la camicia anche per le pulizie del locale,e onestamente il Cubano e' un bellissimo ragazzo,addominali a tartaruga,nelle ore libere pratica palestra,tonico e perfetto,compreso il culo e un pacco che deve essere bello da scartare!
La mia vita etero e' perfetta,con mia moglie non ci sono problemi,ma vedere quel fisico spesso a torso nudo,mi metteva una certa eccitazione,ero in momento della mia vita che avrei voluto esplorare tutte le fantasie erotiche,e lui suscitava in me molta curiosita'.
Raul da buon Cubano marchettaro ,come del resto il 90 % dei cubani ,donne e uomini,capisce le mie intenzioni,le mie voglie,le mie curiosita',e cerca di trovare ogni situazione per mettersi in mostra.
Nel retro abbiamo un magazzino,dove ci sono dei bagno per il personale e una doccia,il ristorante era chiuso,gli altri dipendenti erano usciti e Raul si era fatto una doccia,era nudo e stava facendosi la barba,quando entro e mi trovo davanti questa statua greca!
Raul non si scompone minimamente,anzi lo vedo continuare a radersi e toccarsi il cazzo che vedevo crescere leggermente......
Mi avvicino e gli faccio i miei complimenti per il suo fisico,e lui,solo il fisico?
E prendendo il cazzo in mano,mi dice,e questo ti piace?
Ah,che devo dirti,hai un signor cazzone,ma non sono io quello che deve giudicare,saranno le numerose donne che ti stai scopando.
Si,infatti sono molte,e mi hanno anche scassato le palle,ma avrei voglia di farmelo succhiare da un maschio.....
Rimasi un attimo attonito,poi,ma sei pazzo?
No,toccalo vedrai che ti piace...
Noooo.non sono un finocchio io!
Nemmeno io....ma se non hai mai provato non puoi capire!
Davanti a quel monumento alla bellezza,con un cazzo dritto da paura,persi la testa,lo presi in mano e iniziai a segarlo,poi Raul mi prese la testa e spinse la mia bocca sopra la sua grande cappella,fu' cosi' che feci il mio primo pompino della vita!
Mmmmmmmm come succhi bene,ci sai fare sai! siiiiii dai leccami le palle,mmmmmmche bello.....
Ero come ipnotizzato ,non riuscivo a reagire,a sottrarmi a quel cazzo,poi il cubano mi appoggio' al tavolo,prese della margarina che era a portata di mano,la spalmo' bene sul mio buchetto stretto,e affondo' la sua cappella facendola entrare....
Sentivo il suo cazzo scivolare sempre piu' dentro,avevo paura del dolore,ma Raul fu' bravissimo,mi lasciava il tempo di riposarmi ,si fermava e solo dopo entrato tutto e avermi dilatato il culo,inizio' a scoparmi.
Sentivo schioccare le sue palle sul mio culo,poi cambio' posizione,mette le mie gambe sulle spalle e mi incula alla grande,io godevo e urlavo di piacere,lui usava parole pesanti,come puttana,troia ecc,mi sputava in faccia mentre mi scopava,io stavo godendo come una cagna in calore.....
Venne varie volte,facendomi bere la sua sborra,poi una bella doccia,e tornammo a fare le nostre cose.
Ma da quel giorno le cose cambiarono....avevo voglia del cazzo di Raul e volevo farmi scopare ancora,e per due mesi lo abbiamo fatto tutti i giorni.
Arriva il fine contratto di lavoro,dovevo decidere se rinnovare o meno,ma per farlo doveva passare un periodo di qualche settimana,e comunicai a Raul che lo avrei richiamato quanto prima.
A quel punto a Raul scatto' un ira pazzesca,incazzato inizio'a minacciarmi,dicendo tutto a mia moglie,facendogli vedere anche dei video fatti a mia insaputa mentre mi inculava.....
Ero terrorizzato,se mia moglie mi buttava fuori casa,ero rovinato!
Decisi di assecondare il ricatto del Cubano,facendogli un contratto a tempo indeterminato,e qualche manciata di centinaia di euro,per comprare il suo silenzio,ma per proteggere il mio patrimonio!

Questo racconto di è stato letto 7 0 0 9 volte

Segnala abuso in questo racconto erotico

commenti dei lettori al racconto erotico

cookies policy Per una migliore navigazione questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti. Proseguendo la navigazione ne accetti l'utilizzo.