Grazie a mia moglie

Scritto da , il 2017-02-27, genere bisex

Salve,mi chiamo Franco,35 anni ,sono un bel tipo alto e palestrato,occhi verdi,e una moglie che e' una strafica.....Mara,28 anni fisico da modella,culo da far invidia a migliaia di donne.
Siamo sposati da 2 anni,la nostra vita sessuale e' perfetta,facciamo sesso spesso e in posti piu' strani,non abbiamo tabu' e problemi particolari.
Da qualche mese e' venuto un nuovo collega,lavoro in banca.Daniele e' un ragazzo molto bello,single,e' di Napoli ,da poco nella mia filiale e nel mio paese,quindi a bisogno di familiarizzare e conoscere persone.
Spesso Daniele con la giacca e cravatta indossa dei jeans molto stretti che gli mettono in evidenza un bel pacco generoso.
Un giorno entro in bagno e vedo Daniele pisciare.....aveva in mano un idrante,un cazzo moscio da paura!
Anche se sono etero e scopo regolarmente mia moglie,spesso penso a Daniele e al suo pitone.....anche a letto con Mara mentre la scopo,penso al pitone del mio collega...
Mi sembra di impazzire,non capisco cosa mi sta' succedendo.Etero,una moglie da far invidia a tutti che amo e scopo regolarmente,ma spesso scatta questa molla dentro e mi blocco.
Decido di invitare Daniele a cena.
Mara a un vestito molto sexy,cenetta alla grande,vino buono e un bel sigaro,serata perfetta! Ma il mio piano e' un altro,cercare di far invaghire il mio collega di mia moglie e poi provarci io con lui......
Con una scusa banale mi allontano da loro,vado a prendere in cantina quel Brunello del 2002,torno subito.....
Dopo 10 minuti torno,Daniele lo vedo molto eccitato,Mara nervosa.....
Capisco che Daniele ci abbia provato!
Spesso invito il mio collega a cena a casa mia,poi un giorno tornai a casa prima del tempo,era sabato e Mara era a letto con Daniele!
Nudo come mamma l'ha fatto.....e con il suo uccellone bello bello!
Feci vestire Mara e la feci uscire subito,vai a farti un giro per freddare i bollori,torna piu' tardi.
Mentre Daniele,rimase sul letto ancora nudo,ad aspettare una possibile punizione da parte mia,era spaventato,pensava che avessi fatto uscire mia moglie per restare soli e ammazzarlo di botte,ma non fu' cosi!
Senti Daniele,ti capisco,anche io ci sono passato in passato,e poi la colpa e' mia,dovevo immaginare un bel ragazzo single e una fica allucinante,saresti stato fesso a non farlo!
Adesso per risolvere la cosa ti chiedo un favore,so' che non vuoi farlo,e' contro natura,ma anche io sono contro natura,non riesco a dimenticare il tuo cazzo,dal primo giorno che lo visto al bagno,non sono gay ma voglio togliermi la curiosita' di toccarlo!
Daniele riprende fiato,aveva temuto per la sua incolumita',e mi invita quindi a toccare il suo cazzone.Appena lo tocco diventa subito duro,adesso vederlo in tiro fa' paura!
Mi cimentai nel mio primo pompino della mia vita,solo quando villi prenderlo in culo ebbi un pentimento,il dolore atroce mi feci urlare da impazzire...
Ma ormai il dado era tratto,o meglio il culo era rotto!
Mia moglie la perdonai e tornammo a vivere tranquilli come prima,ma adesso il mio collega e' diventato il mio amante!

Questo racconto di è stato letto 1 2 6 0 7 volte

Segnala abuso in questo racconto erotico

commenti dei lettori al racconto erotico

cookies policy Per una migliore navigazione questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti. Proseguendo la navigazione ne accetti l'utilizzo.