Erotici Racconti

Il mio amico James

Scritto da , il 2016-11-20, genere gay

Conosco James nel mio ultimo viaggio a Boston,lui e' un bellissimo ragazzo di colore che lavora in un hotel al centro di Boston.
Mi colpi' subito la sua bellezza,il suo viso,il suo sorriso,appena mi consegna le chiavi della camera,il mio sguardo che non riesce a staccarsi su di lui,e' immenso,anche il suo fisico,prima di lasciare il negrone della reception gli lascio una mancia,lui con un bel sorriso,buon soggiorno mister Pavone.....
Gli chiedo il suo nome,JAMES !
La mia camera al 5 piano e' molto bella e pulita,subito apro e sistemo le mie cose dalla valigia,e mi fiondo nella doccia,mentre mi lavavo,pensavo a James,ero molto eccitato e avrei voluto dedicargli una bella sega,ma decisi di uscire e riposarmi un poco.
Disteso nudo sul grande lettone,mi ero addormentato come un sasso.
Un taxi mi porta all'hotel un ultima valigia che avevo lasciato all' aeroporto,e james in persona viene a consegnarmela.
Busso' piu volte,poi decise di entrare usando il passpartu',e ebbe alla vista il mio corpo nudo che dormiva a pancia sotto,il mio bel culetto era quindi in bella vista!
Dopo circa due ore esco per fare una passeggiata,al mio ritorno in camera trovo un biglietto,c'era scritto: Salve mister Pavone mi dispiace per essere entrato prima nella sua camera mentre dormiva,non pensavo di trovarla nudo,e'stato cmq una bella cosa per me,nel caso avesse bisogno di QUALSIASI cosa,non faccia complimenti!firmato James.
Questo QUALSIASI scritto in maiuscolo mi fece venire il cazzo duro!pensai subito che James era disposto a divertirsi con me.
Rivedo James alla reception e lo ringrazio per il biglietto,ma vado oltre,chiedo al ragazzo quando staccava il turno di lavoro,e se avrebbe desiderato essere mio ospite a cena magari in un bel posto di Boston che non conoscevo.
Subito James accetto' l'invito e mi indico' l'orario di quando poteva essere libero.
Ok aspetto nella mia camera,senza problemi.
10 minuti prima bussano alla mia camera,un cameriere mi porta una bottiglia di champagne con due bicchieri!
Poco dopo arriva James in camicia bianca e jeans,senza la sua solita divisa,era ancora piu' bello.......
Beviamo lo champagne e James mi accarezza il viso,poi si avvicino'con il viso a baciarmi.Fu' bellissimo,le sue labbra sembravano di velluto nero,gli sbottonai la camicia e iniziai a leccare i suoi addominali muscolosi,la pelle liscia e profumata di James mi mandarono in estasi.
Avrei voluto spogliarlo tutto e fargli una bella pompa,ma mi limitai a baciargli i capezzoli e a ricomporlo per uscire insieme dalla camera.
Un taxi ci porto' in un bellissimo ristorante che James mi aveva consigliato di prenotare,la cena fu ottima,ma gia' mi pregustavo il dopo cena,due ore seduto con il cazzo nelle mutande.,duro da farmi male.
James oltre ad essere molto bello e dotato,si rivelo' un perfetto gentiluomo,e un grande amante,mi tratto' come una signora,delicato e gentile,mi fece fare quello che non avevo mai fatto prima,non solo sesso,era bellissimo stare con lui,i suoi baci e le sue attenzioni erano superbe e uniche,il mio soggiorno a Boston anche!

Questo racconto di è stato letto 2 8 7 5 volte

Segnala abuso in questo racconto erotico

commenti dei lettori al racconto erotico

cookies policy Per una migliore navigazione questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti. Proseguendo la navigazione ne accetti l'utilizzo.