Slut

Scritto da , il 2022-08-22, genere orge

Oggi voglio essere puttana, considerata puttana, conosciuta come la puttana, desiderata puttana, oggi la mia perversione è questa e ma la godo.

Voglio un cazzo da ciucciare, come fosse un calippo, lo ciuccio nel modo più sconcio che mi viene in mente, sbavando e facendo rumori con la bocca.

Voglio un cazzo in figa e lo voglio tutto dentro, voglio sentirlo duro e potente, che mi riempia.

E voglio pure un cazzo nel culo, che mi allarghi, voglio che mi faccia male, che mi spacchi, e voglio sentirlo dentro insieme all'altro in figa, li voglio tutti e due, li voglio sentire mentre sfregano uno contro l'altro ed io nel mezzo.

E voglio pure altri maschi, pronti a darsi il cambio, con i cazzi già eretti per il mio gusto nel guardare.

Sono qui in magazzino con questi cinque ragazzi, parliamo di lavoro e di ferie, parliamo ma non so cosa dico, io li vorrei tutti addosso a me ora, a strapparmi i pochi vestiti che indosso, a scoparmi come una puttana e invece parliamo del più e del meno mentre controllo quel che scarichiamo da un bilico.

Questo racconto di è stato letto 2 8 5 9 volte

Segnala abuso in questo racconto erotico

commenti dei lettori al racconto erotico

cookies policy Per una migliore navigazione questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti. Proseguendo la navigazione ne accetti l'utilizzo.