Lucrezia

Tutti i suoi racconti erotici e le sue statistiche

Ha scritto 1 0 3 racconti erotici i quali sono stati letti 3 9 8 1 7 9 volte.

Gianna e la marchetta mancata
Gianna mi viene incontro, si e messa in tiro questa sera, autoreggenti bianche e minigonna inguinale, e cazzo, sì proprio quello. Ha la proboscide che spunta da sotto; dovete sapere che quando eravamo a scuola, giravano storie sui suoi attributi, fin da quando si chiamava Roberto, ma a me una verifica sul campo, era preclusa in quanto donna....
genere: gay
scritto il 2021-02-12 | da Lucrezia
Sonno
Come tutte le mattine, Roberta stava percorrendo con la sua auto la strada panoramica, che da San Daniele del Friuli porta a Fagagna, quando all'altezza del Circolo del Golf chiuse gli occhi e l'auto iniziò a sbandare. Elisabetta che percorreva la stessa strada, seguendo l'auto di Roberta, stava sbadigliando rumorosamente quando si accorse...
genere: pulp
scritto il 2021-02-06 | da Lucrezia
One O One
101 - un numero, un titolo che non vuole dire nulla se non che è il mio centunesimo racconto. Non mi ero accorta l'altra volta di essere arrivata al traguardo del numero cento, ma va bene così, infondo, è divertente questo modo tutto americano di simboleggiare. Quindi di che parliamo? Di me? Oh ma che palle, che narcisista, sempre queste...
genere: comici
scritto il 2021-02-05 | da Lucrezia
A tutta birra.
Tutta colpa di Samael ed Hermann Morr, e dei nostri sciocchi discorsi da bar. __________________ Entrai all'Underground verso le otto di sera per trovarvi Hermann, era seduto da un po' al tavolo e discuteva con Samael. Se oltre che a me, aveva chiamato anche Sam la cosa si faceva seria, nelle le nostre chiacchierate alcoliche, solitamente...
genere: trio
scritto il 2021-01-31 | da Lucrezia
Faccia da troia
Avete presente di cosa parlo? Penso di sì, tutti più o meno nella vita si sono imbattuti almeno una volta, in quella donna che ve lo fa tirare, anche solo passandovi accanto e senza neanche guardarvi in faccia. Ebbene sì, è quella che viene definita "rizza cazzi", ma anche "faccia da troia", e se state pensando che io mi stia riferendo a me,...
genere: esibizionismo
scritto il 2021-01-29 | da Lucrezia
Notti invernali, cigolii ed altri pensieri
Nel buio si sente solo lo stridere di qualche molla in qualche letto. Qualcuno non dorme, è l'una e domani saranno stanchi, addormentati sul lavoro. O magari no, sono giovani e non avranno difficoltà a reggere il sovraccarico; pensieri, ansie, ripensamenti. Chissà chi è all'una che si da da fare, questo gnic, gnic, non riesco a percepire da...
genere: sentimentali
scritto il 2021-01-24 | da Lucrezia
Amareggiata, e tranquilla.
Scrivere un racconto perché qualcuno ti indica come spammatrice, e così ti costringe ad inventarti alternative per rimanere in contatto con altri autori, che ti aiutano a crescere, come autrice e come persona. Non so chi sia il soggetto, ho una mezza idea, ma non ho modo di verificarlo, quindi per ora mi asterrò dal nominarlo; d'altronde...
genere: interviste
scritto il 2021-01-15 | da Lucrezia
La notte tra la neve
Siamo ancora lì a ridere, oramai l'atmosfera è rilassata, siamo sei amici in uno chalet in mezzo ai boschi tra i monti, sotto una copiosa nevicata, che altro potremmo fare se non essere tutti in perfetta sintonia. Chi ha fame? Dico a voce alta, ovviamente tutti, tra la stanchezza del lungo viaggio e le performance amatorie, siamo stanchi ma...
genere: etero
scritto il 2021-01-13 | da Lucrezia
Se questo è amore
Mi chiami amore, ma amore cos'è. A volte ci chiamiamo amore, come se questa parola fosse il nostro nome e non già la dedizione per un sentimento verso una persona. Sento le tue mani su di me, e questo è amore? O semplicemente sesso; ma il sesso è un sentimento, o forse solo parte di esso. Sesso come sentimento, può nascere dall'amore o fine...
genere: sentimentali
scritto il 2021-01-11 | da Lucrezia
Settimana bianca
Prendere e partire, sì come no la si fa facile, ma la realtà è sempre diversa dal volere e volare. Così mi devo riorganizzare, prendere Yuko e Browserfast in stazione, andare al casello di Udine sud ad aspettare Hermann Morr e Vandal che arrivano insieme in auto. Poi aspettare Mr Gwyn che viene da solo, in un punto noto di Udine. Così al...
genere: orge
scritto il 2021-01-10 | da Lucrezia
Lù & Giò
Ciao, io vivo una seconda vita qui dentro, a volte però sparisco per un po' di tempo. Perché... perché così mi va. In realtà come tutte le seconde vite ha bisogno di pause; a volte di riflessione, a volte di fughe vere e proprie, eppoi è un po' il mio diario segreto e quindi devo stare attenta a farlo rimanere tale. Faccio una vita piena,...
genere: interviste
scritto il 2021-01-09 | da Lucrezia
Il fantasma dei Natali passati
Come ogni anno, anche questo Natale mi tocca lavorare. E sì che parenti e amici mi avevano detto di passarlo con loro, ma io ho risposto che non posso lasciare il mio lavoro, che questa è si una giornata speciale, ma per quelle come me che lavorano, è ancora più speciale perché posso fare tariffe più alte. Ecco chi sono, una lavoratrice...
genere: sentimentali
scritto il 2020-12-24 | da Lucrezia
Baldanza e codardia
Questa mattina uscendo di casa ho incontrato il signor Antonio, mi si è avvicinato e mi ha detto che mi dovrà parlare, ma non ora che va di fretta, mi farà sapere in giornata. Che palle, odio queste attese, rimarrò con i miei dubbi per tutto il giorno, perdendo la concentrazione sul lavoro lo so. Alle tre del pomeriggio sono a casa, ancora...
genere: etero
scritto il 2020-12-17 | da Lucrezia
Il garage
Sì dai inculami, spaccami dietro, dai che poi ti spompino. Tra me e Adriano erano queste le frasi che andavano di più al momento, e d'altronde il sesso tra noi era sempre stato come un fuoco che ti arde dentro. E poco ci importava se fossimo in auto, nascosti da qualche parte, o come in questo momento nel mio garage. Già il garage, l'avevo...
genere: etero
scritto il 2020-12-11 | da Lucrezia
Consapevolezza dell'essere
Sono tempi duri, per me come per altri dormiglioni tempi durissimi, dovendomi alzare alle 3 del mattino. È dura alzarsi, peggio fare tutte quelle cose, quegli automatismi, che normalmente si hanno e che servono ad evitare di dimenticare, che so, di spegnere il fornello o di tirare l'acqua in bagno. Ma alle tre del mattino, tutti i buoni...
genere: sentimentali
scritto il 2020-12-04 | da Lucrezia
Impasti e pasticci
Oggi stiamo a casa tutte e due, un evento da celebrare, inoltre fuori nevica, anche questo è un evento per Udine. Fuori fa un freddo becco, ma in casa il riscaldamento è al massimo, così possiamo vestirci solo della nostra pelle, come piace a noi. Sono in cucina, preparo i blinis, tipici panini russi, mi piacciono, sono facili da fare e...
genere: saffico
scritto il 2020-12-02 | da Lucrezia
Dubbi amletici
Fottere o non fottere, è questo il dilemma? Se sia più nobile resistere e nella mente soffrire gli arditi colpi del rimorso, oppure cedere e aprendo le cosce, por fine ad essi? Morirne, sditalinarmi in solitaria estasi, nient'altro e con una sana dormita, farsi passare gli arditi bollori. È comunque una soluzione da desiderarsi devotamente....
genere: comici
scritto il 2020-12-01 | da Lucrezia
La notte
La notte, un mondo allo specchio, ci vorrebbe il Bianconiglio a farci da guida. Ora nei mesi freddi poi con l'oscurità che cala presto, questo mondo al contrario arriva prima. C'è come un lungo crepuscolo, che parte da quando la città accende le luci, fino all'ora canonica quando tutti coloro che vivono di giorno sono a casa. Nella mia città...
genere: etero
scritto il 2020-11-30 | da Lucrezia
Sloppy and scream
Avete mai urlato a squarciagola? No ve lo chiedo così per conoscenza, perché ora io sto proprio gridando, con tutto il fiato che ho in gola. E ma no che avete capito, non mi stanno facendo del male, no anzi, mi stanno proprio facendo del bene; le mie sono urla di godimento. Sono a casa di un mio scopamico, e proprio quello stiamo facendo,...
genere: trio
scritto il 2020-11-25 | da Lucrezia
Meschina anzi che no
Sono a casa, oramai sono 10 giorni che sono qui. Mi giro nervosa, mi sento un leone in gabbia, ma non posso farci nulla. Sono qui per colpa di un'operazione al tallone, un raschiamento ad una calcificazione che mi faceva impazzire dal dolore cammina. Ora sto anche bene, mi muovo discretamente, ma ho un gambaletto rigido tra la gamba e il piede...
genere: etero
scritto il 2020-11-18 | da Lucrezia
Felis silvestris catus
Sono le ore 5 e 7 minuti di una domenica mattina, come lo so? Ovvio sto guardando lo schermo del cellulare. E perché in questo giorno in cui potrei anche dilungarmi pigramente nel letto, alle 5 e 7 sto guardando l'ora sullo schermo accecante di un cellulare? Ma ovvio, perché ho una gatta! L'animale in questione, che Wikipedia dopo una...
genere: sentimentali
scritto il 2020-10-04 | da Lucrezia
Strie ( Strega )
Sono le 5 e 33 di un lunedì mattina, grigio e freddo di metà settembre, che annuncia la fine dell'estate. Quella maledetta sveglia sta suonando da circa tre minuti, ed io da circa tre minuti sto cercando di raccogliere i cocci di un fine settimana assurdo e insonne. Ieri sera, ma forse era già oggi, sono tornata dall'A.N.A.L.E, la kermesse...
genere: etero
scritto il 2020-09-29 | da Lucrezia
A.N.A.L.E. finalmente
Sto imboccando con l'auto il vialetto di accesso alla strada, quando mi trovo di fronte Senzaidentitá: "hei ma vuoi forse farti mettere sotto?" dico con una punta di sarcasmo affacciandomi dal finestrino. "Aspetto Hermann, dobbiamo andare a prendere il treno" mi risponde sporgendosi per guardarmi le tette. "Ah, peccato, allora ciao" dico...
genere: etero
scritto il 2020-09-19 | da Lucrezia
A.N.A.L.E. si torna a casa
Dopo l'orgia di visi e di contatti umani durante la premiazione, si torna in albergo, è ora di tirare le somme. Premiata, non sono stata premiata ma è normale, autori molto più bravi di me lo sono stati e giustamente, lo riconosco anche io, senza fatica alcuna. Ho conosciuto gente interessante, ho pure organizzato un siparietto interessante...
genere: esibizionismo
scritto il 2020-09-16 | da Lucrezia
10. Viaggiando nuda - La mia prima marchetta.
Quella sera stessa la mia vita cambiò radicalmente, non so ancora se in meglio e comunque almeno esteriormente non si sarebbe notato alcun cambiamento ma dentro di me la rivoluzione era in atto. Mi prefiguravo come un’oscena creatura dedita alle più segrete e appaganti pratiche sessuali e per le stesse percepivo anche un lauto guadagno in...
genere: dominazione
scritto il 2020-09-14 | da Lucrezia
cookies policy Per una migliore navigazione questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti. Proseguendo la navigazione ne accetti l'utilizzo.