Madre

Scritto da , il 2018-02-08, genere incesti

Maria guardandosi allo specchio fece i complimenti a se stessa di come fosse in forma a 26 anni,guardò la sua vagina,i suoi seni e carezzandosi ritornò con la mente agli ultimi anni trascorsi,erano volati.
Dopo quella estate passata nel letto con i suoi nonni e gli zii,era ritornata a Milano nel suo mondo,aveva rivisto Giulia sua madre rientrata anche lei dopo una vacanza da amante del suo principale.
Nel tempo le due si davano piacere nei periodi di pause delle loro storie con altri/e,a volte solo loro due altre volte con Karima.
Fu in una di quelle sere che dopo l'allenamento della sua squadra di pallavolo mentre bevevano e ridevano al bar che rivide Filippo,non era cambiato per niente,si salutarono,parlarono di quella notte nel parcheggio,risero guardandosi negli occhi intensamente,quando lui gli chiese di accompagnarla a casa,lei rispose subito di si.
In auto nel tragitto che li separava da casa di lei,Maria senti tra le sue cosce quel fuoco che conosceva bene,infatti arrivati a casa invitò Filippo ad entrare,sua madre era in giro con il principale quindi sarebbero stati soli.
Tra un caffè e sorrisi i due finirono sul letto di sua madre,quella sera non fu come le altre volte,i due lo desideravano entrambi,il cazzo di lui svettò fuori gia teso,dopo essersi spogliati iniziarono ad accarezzarsi,a slinguarsi,quando lui la penetrò lei si avvinghiò con i piedi alla schiena di lui,voleva sentirlo tutto,la sua lingua nella bocca di lui vorticava come impazzita,quando la prese a pecorina sentì il grosso cazzo che la infilzava fino all'utero,sentiva le pareti vaginali stringerlo,i colpi che lui gli dava erano potenti & dolci si alternavano,questo la faceva impazzire,lei si sfilò dal quel manganello e iniziò con la lingua un lavoro che andava dalla cappella al buco del culo di Filippo,le aveva aperto le gambe e stirandosi tra esse leccava formando una scia di saliva,notò che quando la sua lingua si fermava sull'ano Filippo aumentava il piacere
Fu in quella posizione che Giulia trovò i due,quando Filippo cercò di nascondersi al suo sguardo Maria lo rassicurò prendendo nella sua mano il grosso cazzo dicendogli...no, è mia madre,vuoi che patecipi anche lei?..facendo l'occhiolino a Giulia.
Filippo non sapeva cosa rispondere,guardava Giulia che non perdeva di vista i movimenti di Maria.
Maria..."ti piacerebbe scoparti madre e figlia? Sai lei è bravissima"
Filippo..(ma..)
Giulia aveva iniziato a spogliarsi,Maria era salita a cavalcioni su di lui ed infilatosi dentro il grosso cazzo iniziò a cavalcarlo,mentre lui guardava la donna quasi nuda che si sfilava le mutandine,quando Giulia si portò vicino a loro baciò sua figlia,poi avvicinò la sua bocca a quella di lui e penetrò con la lingua la fragile barriera eretta dalle labbra di Filippo.
Maria adesso si era girate di spalle a lui e continuava a cavalcare quel bel cazzo,Giulia aveva portato la sua lingua sui due sessi,di tanto in tanto tirava fuori il grosso cazzo e dopo averlo leccato lo riponeva di nuovo dentro sua figlia.
Filippo era in paradiso,stava scopando Maria con la madre che leccava entrambi,sentiva dentro di se come delle scosse elettriche attraversare la lunghezza del suo corpo,sentiva i testicoli duri ed un piacere mai provato.
Quando poi vide le due in un 69 a cazzo duro si sedette per ammirarle,vedeva Maria leccare il grosso clitoride di sua madre,mentre questa aveva infilato le dita in fica e nel piccolo buchetto muovendosi dentro di lei,lui si accarezzava il cazzo.
Giulia.." ora lo voglio dentro quel bel cazzone che ti ritrovi"..
Filippo si accomodò tra le cosce di lei ed appena la sua cappella trovò l'entrata scivolò dentro riempendola.."ohoooo siii" sospirò Giulia..." ha un gran bel cazzooo"
Maria con la lingua baciava la schiena di lui,quando scese al suo buco il ritmo di lui si fece più frenetico,Giulia iniziò a godere continuamente,poi si girò mettendosi a quattro zampe..."ora fammi godere di nuovo".
Maria diede due leccate al grosso cazzo di lui,poi lo portò alla fica di sua madre,lui spinse appena e si ritrovò di nuovo dentro quella fica matura,Maria portò la sua fica davanti la bocca di sua madre che subito si avventò a slinguare.
Dopo l'ennesimo orgasmo Giulia si mise da parte lasciando il posto a sua figlia che una volta penetrata lanciò un grido.."siii cosiii vieni dentrooooooo".
Maria era a 4 zampe con lui che da dietro limava la vagina aperta di lei,Filippo avvertì la lingua di Giulia sul suo buchetto,la cosa gli piaceva tanto che si mise in modo che lei non avesse intoppi,tenedosi alle chiappe di Maria ed alzandosi un po sulle gambe.
Sentiva la lingua entrare dentro di lui,sentiva scorrere la saliva lungo le sue cosce glabre,il ritmo adesso era lento dentro Maria,voleva gustarsi il piacere della lingua di Giulia,poi sentì qualcosa di freddo spingere sul suo buco,sentì il suo ano aprirsi dopo una lieve pressione,sentì entrare dentro qualcosa che continuava a fermarsi per poi entrare,quando sentì un colpo secco il dolore gli fece voltare la testa alle sue spalle,vide Giulia che aveva legato alla vita un cazzo di gomma non molto grande di diametro ma abbastanza lungo,Giulia iniziò un avanti indietro,sentiva quel cazzo sfondargli lo sfintere,Maria in tutto questo avvertì che il cazzo dentro di lei fosse più grande,sentiva che pulsava,Giulia adesso lo inculava traendone piacere,ma anche Filippo adesso ne traeva un piacere mai provato prima,sentì lo sperma uscire dal suo cazzo in quantità mai avute prima,mentre Giulia continuava a fotterlo.
Così dopo quella sera Maria scoprì pochi mesi dopo di essere incinta, iniziò un periodo di riflessioni,si chiese se davvero volesse quel bambino,come avrebbe fatto con il lavoro e la scuola?
Parlò con sua madre,decisero di informare anche Filippo,insieme decisero di tenere il bambino e dirlo anche ai genitori di lui.
Adesso dopo una doccia era davanti allo specchio mentre la sua mano era scesa tra le labbra delle sua fica che trovò bagnata,aveva goduto pensando a quella sera,ma adesso doveva sbrigarsi,doveva vestirsi,andava a casa di Filippo sarebbe arrivato da lì a poco.
Diede un altro sguardo al suo corpo,guardò l'addome vide che incominciava a notarsi era di 8 settimane,pensò che tra pochi mesi diventava ...Mamma...

Questo racconto di è stato letto 1 5 9 5 0 volte

Segnala abuso in questo racconto erotico

commenti dei lettori al racconto erotico

cookies policy Per una migliore navigazione questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti. Proseguendo la navigazione ne accetti l'utilizzo.