La grotta

Scritto da , il 2017-06-06, genere incesti

Quella mattina Maria era andata in spiaggia prima di sua zia,aveva steso il suo telo poi era andata subito con i piedi in acqua,ritornò al telo per stendersi al sole ad aspettare sua zia,fece una panoramica della spiaggia,notò di fianco a lei una coppia con bambini,l'uomo che era con loro li rincorreva per impedirgli di entrare in acqua,mentre la donna che era con loro guardava la scena sorridendo.
Maria sorrise alle grida dei bambini,uno di loro rischiò di finirle addosso,notò la donna aveva un bel fisico,due belle gambe,un seno teso e sodo,pieno,notò le aureole grandi e la durezza dei capezzoli,visto che era in topless,il suo seno gli ricordava quello di sua zia Rosalia.
Dall'altra parte del suo telo invece una donna sui 60 anni ben portati che all'ombra dell'ombrellone sfogliava una rivista.
Si sdraiò volgendo lo sguardo verso la donna in topless che adesso gli dava le spalle,vide il costume alla brasiliana che indossava finire nel solco di quelle due natiche scoperte,quando la donna si voltò riguardò quei seni simili a quelli di Rosalia.
Gia sua zia,il giorno prima erano tornate dalla spiaggia,avevano fatto una doccia e poi nude si erano strette in un abbraccio,le loro labbra si erano incontrate,sul letto dei suoi zii,Rosalia l'aveva fatta godere come non mai,con le mani,la lingua,ed i suoi giocattoli,avevano cenato,passeggiato,e quando erano ritornate a casa erano finite di nuovo a letto,e prima di prendere sono avevano goduto di nuovo,erano sole visto che Piero era fuori per lavoro e ci sarebbe rimasto ancora qualche giorno.
Il ricordare il godimento del giorno precedente con sua zia,si accorse di sentirsi bagnata,il sole adesso era alto,sua zia era in ritardo,si alzò incamminandosi verso il mare,si ritrovò di fianco la donna in topless,era poco più bassa di lei,la sua abbronzatura era di giorni e giorni di sole,vide la pelle di lei luccicare al sole,si guardarono quando furono quasi spalla e spalla,si sorrisero,vide gli occhi di lei di un azzurro lucente,ci si specchiò,entrarono in acqua insieme tuffandosi all'unisono.
Quando si ritrovò distante dalla riva sentì il bisogno di toccarsi,infilò le dita al lato del costume,si aprì le grandi labbra,percorse la lunghezza della sua fessura,toccò il suo clitoride ebbe un brivido,quando alzò gli occhi di fianco a lei vide la donna della spiaggia che la guardava.
Ritirò la mano,stava per rimettersi a nuotare quando sentì la voce di lei..oggi è davvero bello stare in acqua..si voltò verso di lei..infatti è piacevole...le rispose guardandola.
..Ciao sono Barbara..le disse avvicinandosi
Maria..io sono Maria..
Barbara...finalmente ho potuto fare il bagno,quei discoli adesso si sono calmati..disse indicando con la testa verso i bambini che in acqua giocavano con l'uomo.
Maria..i bambini sono così,ma ho visto che tuo marito se ne occupa...le dice fissando quegli occhi.
Barbara..ahahahhh scusa,ma non sono miei figli,sono solo i miei nipotini e lui non è mio marito ma mio fratello,la loro madre è arrivata adesso insieme ai nonni...indicando l'ombrellone.
Maria ridendo..scusa credevo che fossero tuoi..le disse.
Barbara..ti pare,io mio marito l'ho lasciato 3 anni fa,visto che andava con altre donne,adesso sono sola libera di fare ciò che voglio..le disse sorridendo.
Uscirono dall'acqua insieme,Maria non potè fare a meno di guardare i capezzoli di lei,che adesso erano duri come due chiodi,vide le dita di lei entrare sotto la stoffa del costume per aggiustarlo sul suo culo,si sentì turbata.
Barbara gli chiese se poteva stendersi vicino a lei,si sdraiarono al sole continuando a chiacchierare,i bambini si erano stesi al sole anche loro,la mamma gli aveva dato dei biscotti,il papà (niente male) leggeva un quotidiano sportivo,mentre una coppia più anziana sorvegliano i bambini.
Arrivò anche Rosalia bellissima nel suo costume bianco,le sue natiche scoperte,il filo trale sue chiappe lasciava agli occhi degli altri la visione di quel frutto perfetto,stese il suo telo,si presentò a Barbara,Maria vide l'uomo che distolse gli occhi dal giornale ammirare la forme di sua zia.
La mattinata proseguì tra tuffi e sole,all'uscita dall'acqua il costume di Rosalia lasciava intravedere attraverso il tessuto bianco i grossi capezzoli,le aureole,la fessura,Maria vide Barbara indugiare con lo sguardo il corpo di sua zia,la quale sapeva di essere guardata trovandoci gusto.
Quando fu ora di pranzo la famiglia di Barbara iniziò a raccogliere le loro cose per andare a pranzo,Barbara dopo aver chiesto a zia e nipote se restavano in spiaggia,decise di restare con loro.
Barbara 42 anni,separata,un figlio,segretaria di una grossa multinazionale con sede a Venezia,single,alta 175,magra,capelli corti al collo,neri,due seni esplosivi,gran fisico,una bella donna,Rosalia in acqua l'aveva detto a sua nipote..è una bella donna..
Erano sdraiate al sole,chiacchieravano tra di loro,Maria chiese a Barbara se fosse rimasta in topless per tutta la giornata,si sentì rispondere...a me piace prendere il sole integrale,peccato che qui non si può,altrimenti..
Rosalia decise di andare a casa,Barbara quando la vide andare guardò Maria..è davvero bella la tua amica...Maria sorrise,e fissandola ..anche tu sei molto bella..le disse,sorrisero con Barbara che fissandola..trovi??..la ragazza smise di ridere..si..
Alzandosi..vieni?.. Barbara la guardò..dove?..Maria allungò la sua bellissima mano..a fare una passeggiata,ti porto dove puoi prendere il sole come piace a te..
Dopo aver preso i loro teli le due si incamminarono dove il mare infrageva le piccole e deboli onde,Maria adesso aveva dentro di se il desiderio di vederla nuda,la voleva,aveva notato come lei aveva guardato tutto il tempo Rosalia,pensava che sicuramente la visione di sua zia aveva eccitato Barbara,la quale in una chiacchierata si era lasciata sfuggire che da molto non faceva sesso,ricordava come l'aveva guardata in acqua mentre si toccava,non si era scandalizzata ne allontanata,aveva deciso ci avrebbe provato,la VOLEVA.
Quando arrivarono agli scogli Barbara seguì Maria che entrata in acqua iniziò a nuotare avendo cura di non bagnare i teli..hei ma dove andiamo?.. chiese Barbara..seguimi e non te ne pentirai.
Agli occhi delle due dopo una nuotata per aggirare gli scogli si presentò un piccolo spazio di pochi metri tra due costoni di roccia scoscesa,il posto poteva essere raggiunto solo a nuoto o con una barca,Maria sapeva che quello spazio veniva occupato dai nudisti,con adiacente una piccola grotta di pochi metri.
La spiaggia di pochi metri quadrati era l'ideale per non essere visti,alle spalle e ai lati una scogliera scoscesa,tra la spiaggia ed il mare una barriera naturale formata da scogli,di lato l'entrata della piccola grotta.
Quando furono sulla spiaggetta...ma è bellissimo qui..esclamò Barbara,stesero i teli,Maria slacciò il pezzo superiore del costume offrendo agli occhi di Barbara due seni perfetti,dritti,i capezzoli duri come chiodi,Barbara girandosi si tolse il bikini,Maria guardò il culo perfetto di lei che voltandosi gli mostrò una vagina contorniata di peli ricci a forma di triangolo,Maria tolse il suo esibendo la sua fica depilata,passò una mano sulla fessura,Barbara seguì con gli occhi la mano di lei.
Si sdraiarono sui teli...sei senza peli?.. Maria la fissò negli occhi..si mi piace..
Barbara distolse lo sguardo dalla fica di lei...stamattina in acqua ti stavi toccando?..Maria voltò la testa verso di lei..si..la testa di Barbara si voltò verso di lei..non hai il ragazzo?..Maria la guardò..si ma non è qui in vacanza...
Barbara si sdraiò sulla pancia,il viso rivolto verso Maria che ammirava le chiappe di lei,si mise su un fianco e con una mano raggiunse il fianco di Barbara che chiuse gli occhi,per la ragazza fu il lasciapassare,la portò su una natica di lei,ne sentì la tonicità,la morbidezza,le dita erano all'inizio del solco,mosse con delicatezza la mano accarezzando il gluteo la portò verso l'interno e sentì sfiorare le sue dita dai peli di lei.
Barbara..perchè ti toccavi stamattina?..la sua voce era diversa,il tono era di una donna eccitata.
Maria...ho ripensato al sesso fatto,poi ho visto il tuo seno..le dita scesero nel solco di lei che lasciò uscire un gemito..ohhh uhmmm...
Barbara aprì gli occhi,Maria avvicinò il suo viso a quello di lei,gli sfiorò le labbra con le sue,una sua mano le soppesò un seno, bello pieno,sodo,una mano di Barbara andò su una coscia di Maria,a poca distanza dalla sua fica,sentì un unghia di lei tra le labbra vaginali...sei bellissima..la voce di Barbara era impastata di eccitazione,si posiziò anche lei su un fianco,le accarezzò il seno strizzando un capezzolo..uhmcome è duro..le loro labbra si sfiorarono di nuovo,Maria stavolta gli fece sentire la punta della lingua,Barbara intanto scese sul collo di lei con piccoli baci verso il seno dritto di Maria,prese tra le labbra un capezzolo e succhiò,la sua lingua sull'aureola di lei,ritorna sul capezzolo e stringendolo tra le labbra lo strizzò..ohhhuhmmmmmmmmmmmmm...
Le loro bocche si aprirono alle loro lingue si attoricigliarono,le loro mani andavano veloci sui loro corpi,le dita di Maria giocavano con i peli pubici di lei,mentre Barbara tirò su di se Maria,le sue mani strinsero le natiche di lei,i loro seni schiacciati tra di loro...continua

Questo racconto di è stato letto 1 5 0 2 4 volte

Segnala abuso in questo racconto erotico

commenti dei lettori al racconto erotico

cookies policy Per una migliore navigazione questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti. Proseguendo la navigazione ne accetti l'utilizzo.