Una bella storia gay

Scritto da , il 2022-06-12, genere gay

sono un signore di 54 anni moro alto 180 robusto un po di pancetta sono un prof di matematica vivo solo ogni giorno faccio delle passeggiate nei giardini pubblici dove vedo tanta gente mamme con i figli papa e mi riempio la giornata poi vado a casa ceno tv a letto vita che fanno molte persone della mia età, ma era un po di tempo che notavo un adolescente solo che passeggiava un giorno si avvicina e mi chiede se poteva telefonare con il mio telefono xk il suo era scarico io gli do il telefono lui fa la telefonata mi ringrazia era un ragazzo molto bello biondo occhi azzurri non altissimo capelli a caschetto molto femminile ,gli chiedo che fa qui xk non stai con i tuoi amici lui mi dice xk lo prendono in giro poi gli chiedo il nome Marco io gli dico Antonio cosi ogni giorno scambiavamo qualche parola lui mi parlava della scuola mi diceva che in matematica non andava molto bene io gli dico che ero un prof di matematica lui mi dice se potevo dargli qualche ripetizione chiedendo quanto volevo io gli ho risposto niente cosi mi fai un po di compagnia, è venuto a casa gli davo ripetizioni dopo una settimana mi a detto che a scuola andava meglio xk io gli spiegavo bene ma vedevo in lui qualcosa di diverso presa un po di confidenza lui mi preparava il thè lo prendevamo insieme poi è successo quello che non credevo succedesse, si è avvicinato a me dicendo grazie x quello che fa x me appoggiando la bocca sulla mia io sono rimasto immobile lui si è staccato poi mi a chiesto scusa ma io ero eccitato lo tirato a me baciandolo con più foga lui si è stretto a me perdendoci in un bacio unendo le nostre lingue poi mi a messo la sua manina sul pacco ma io ormai ero partito lui mi a sbottonato la camicia leccandomi il petto villoso con una grazia che non si può spiegare fino ad arrivare ai pantaloni che a sbottonato calandomi i slip io già avevo il mio pene eretto lui lo leccava prima il pene poi le palle fino ad arrivare all'ano con la sua linguetta poi e risalito piano piano fino alla bocca poi mi a infilato la lingua dentro ci siamo ancora uniti poi è sceso ancora sul pene prendendolo in bocca io ero in trans lo pompava con una maestria lo prendeva tutto fino alle palle poi si fermava con la bocca piena x poi ricominciare io gli ho detto sto x venire lui allora ancora più veloce finhè non sono venuto nella sua bocca lo a ripulito x bene poi mi a detto lo voglio nel mio culetto tutto io ero sdraiato sul letto lui mi baciava da x tutto finche non si e alzato di nuovo no stai fermo mi impalo io si è impalato si scopava come un amazzone vedevo che godeva siiiiii ancoraaaa siiii più forte lo voglio tutto dentro ancoraaa poi e venuto sensa toccarsi sulla mia pancia io invece o goduto nel suo culetto si è sfilato ed a leccato il suo sperma ci siamo salutati dandoci appuntamento al giorno dopo, ormai veniva a casa si vestiva da femminuccia, io non avevo mai provato una sensazione del genere, non vedevo l'ora che veniva a casa anche se mi rendevo conto che prima o poi sarebbe finita.

X CONTATTI HO CONSIGLI SCRIVETE A ( xxxdon.sm@gmail.com )


Questo racconto di è stato letto 4 3 6 1 volte

Segnala abuso in questo racconto erotico

commenti dei lettori al racconto erotico

cookies policy Per una migliore navigazione questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti. Proseguendo la navigazione ne accetti l'utilizzo.