Una ragazza curvy

Scritto da , il 2022-09-13, genere etero

mi presento sono un uomo di 54 anni vivo da solo, sono alto 1,83 castano occhi chiari lavoro come impiegato, il pomeriggio lo passo x fare passeggiate e spese.
ogni giorno mi recavo presso un supermercato, x fare la spesa giornaliera e x passare un po di tempo cerano più casse ma io andavo sempre alla stessa, cera una signora di circa 45 anni un po in carne io impazzisco x le donne grasse, era bellissima aveva un viso sembrava un angelo, due occhi scuri, che parlavano quando io ero in cassa la guardavo sempre diventava rossa, ha me piaceva di più non aveva anelli che dimostrassero un fidanzato, dovevo escogitare qualcosa! la sera quando usciva cera un signore assai anziano che l'aspettava, gli sorridevo sempre, lei ricambiava il sorriso, forze x educazione, così gli ho scritto una lettera come si faceva ai miei tempi, lasciando una mia mail, lei la presa messa in cassa la sera verso le 21,30 mi arriva la sua mail con un grazie ed un bacio io gli rispondo con le solite domande di rito, lei mi dice che era sola stava ha casa dei genitori, poi la invito ha mangiare una pizza, lei accetta ci diamo appuntamento in un parcheggio monta sulla mia auto e ci avviamo, andiamo in pizzeria la vedevo raggiante sicuramente non si aspettava la corte da me, io gli racconto di me lei mi dice che era stata sposata poi tutto è naufragato, ed è tornata da mamma e papà.
era vestita con una gonna dove si vedeva il suo culone bellissimo una camicetta, che metteva in mostra il suo seno forze una 5 gli sfioravo le mani lei mi sorrideva ero eccitato l'avrei sdraiata sul tavolo della pizzeria. così finito di mangiare siamo andati alla macchina ma non ho resistito lo baciata vicino ad un muro lei no no ti prego siamo x la strada io mi sono scusato ma vedevo che anche lei era eccitata, poi montati in auto, andiamo ha casa mia non sto nella pelle e di nuovo ha baciarla ma questa volta non si è sottratta, la toccavo in mezzo alle gambe gli prendevo la mano x fargli sentire la mia erezione dopo siamo andati ha casa mia senza neanche spogliarla lo gettata sul letto e ho iniziato ha leccare quella fica meravigliosa piena di umori godeva siiiiiiii siiiiiiiii haaaa vengo lo fatta venire con la mia lingua tanto aveva voglia poi è toccato ha lei ha prenderlo in bocca se lo affondava fino alla gola io intanto la masturbavo, poi lo girata alla missionaria glie è entrato in fica come nel burro era un lago dopo pochi affondi è venuta ancora haaaaaaa godooooooo porco io la scopavo come un toro tanto avevo voglia di lei l'avevo sognata x molto tempo e non mi ero sbagliato, dopo lo girata alla pecorina dove sbattevo le palle sulle sue chiappe floopp floopp, dopo poco siamo venuti insieme gridando il nostro godere, ci siamo addormentati abbracciati uno a l'altro, la mattina abbiamo rifatto l'amore, poi lo riaccompagnata ha casa ci siamo rivisti ancora.

X CONTATTI HO CONSIGLI SCRIVI HA XXXDON.SM@GMAIL.COM

Questo racconto di è stato letto 5 2 7 9 volte

Segnala abuso in questo racconto erotico

commenti dei lettori al racconto erotico

cookies policy Per una migliore navigazione questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti. Proseguendo la navigazione ne accetti l'utilizzo.