pulp Erotismo e sangue, contenuti forti di efferatezze e situazioni eccitanti

Le ultime storie per adulti del genere pulp

Il genere Pulp raccoglie quei racconti erotici che propongono vicende dai contenuti forti, abbondanti di crimini violenti, efferatezze e situazioni macabre. Storie di erotismo e sangue. Storie per adulti che contemplano sofferenze fisiche, mutilazioni e/o addirittura morte. Il connubio sesso e morte sfocia spesso nel mistero, in questa categoria invece troverete racconti erotici espliciti, che lasciano decisamente meno spazio all’immaginazione.

6 0 7 racconti erotici del genere pulp e sono stati letti 2 4 5 8 5 3 5 volte.

Il cacciatore di fantasmi. La mummia.
-Ahahah… penso alla faccia della mia amica quando vedrà tutto quel casino! E’ una precisina lei!- -Ecco! Dimenticavo… teli protettivi per i mobili e cartoni per le macerie e una fotocamera per riprendere quello che troviamo dentro il loculo…- -Ma cosa ha poi scritto il fantasma sadico? Su tutti quei fogli!- -Un notaio proprio! Ha...
scritto il 2018-10-10 | da Tibet
Nostra Signora degli Incubi
Il documento che vi apprestate a leggere è la trascrizione delle parole che la medium ******* *********** ha pronunciato incanalando il potere della nostra più antica antenata, Nostra Signora degli Incubi. Il significato di questo messaggio è attualmente al vaglio dei nostri Intermediatori, che non hanno ancora individuato la donna che...
scritto il 2018-10-09 | da Aletheia
Il cacciatore di fantasmi. Il vano nascosto.
Finisce che le pizze le mangiamo fredde. La bacio, ma solo per riconoscenza perché ha portato la salsa chili per le pommes frites, gran donna! Per non parlare dei dolcetti nauseamente unti ma buonissimi? Ci lecchiamo a vicenda le dita deliziosamente coperte da zucchero a velo. Ho dimenticato qualcosa? Cosa abbiamo fatto prima delle pizze?...
scritto il 2018-10-08 | da Tibet
Sono una prostituta
Si ebbene si, sono una prostituta, a tutti gli effetti, e ora, seduta nella mia bella camera di un noto albergo di Roma ho voglia di raccontare una parte della mia vita. Intanto, non voglio ingannare nessuno, sono nata uomo, con tanto di pistolino, semi inutile, fino a circa diciotto anni, e poi si è svegliato, non come immaginavo, ma insomma....
scritto il 2018-10-08 | da TATO
Fantasy Italiano
Priscilla Vigo, dama dell'Imperivm e maga del collegio urbinate, sedeva sul divano del salotto privato, nella sua residenza nobiliare di Capo Spartivento, quella lingua di terra che divide in due rami il lago Lariano. La sala non aveva finestre, ma era illuminata da un alto braciere in ferro battuto, i cui bagliori si riflettevano, come onde del...
scritto il 2018-10-07 | da Hermann Morr
Della violenza condizionante e Dei condizionabili
Attratto dall’affermazione di Cigno, il quale ha scritto in un commento al quesito di Tibet che sarebbe interessante aprire discussioni sulle nostre opinioni più di frequente, mi è venuta in testa questa domanda alla quale invito chi ne ha voglia a dare una battuta di replica. Questa notte vagando al mio solito tra notizie e letteratura mi...
scritto il 2018-10-05 | da S.I.
L'ostaggio (CAP. 8)
Sara passò la notte in quella scomoda posizione rabbrividendo per il freddo e piangendo per sua disperata situazione; alle prime luci dell'alba vide avvicinarsi un corteo capeggiato da Aamin e dietro il feretro con il corpo del fratello portato a spalla dai suoi amici seguito da tutti gli abitanti del villaggio di tende. Sara si contorse...
scritto il 2018-10-05 | da Pensionato
To sink. Affondare... epilogo. (di Flamerebel e Tibet )
Quale è il demone che ti rincorre, Raissa? Ti guardo nuda accanto a me, nel sonno i tuoi lineamenti si sono ammorbiditi, qui, ora... sei innocente. Sei bella. Metto una mano sotto il tuo seno e ascolto la voce del tuo cuore, non mi rassicura. Sto giocando una mano perdente, si... ho le carte sbagliate, io che non posso più fare a meno di te...
scritto il 2018-10-01 | da Tibet
L'ostaggio (CAP 3)
L'OSTAGGIO ( CAP. 3 ) Anche il corpo di Ingrid penzolava dal soffitto appeso per le caviglie, con le cosce oscenamente larghe e si intravedeva che dalla figa e dall'ano sporgevano due pali di legno:”Così trattiamo le cagne degli infedeli!!!” gridò Mohamed con un sorriso sadico che gli trasfigurava il volto. “Purtroppo non ha resistito al...
scritto il 2018-09-30 | da Pensionato
L'ostaggio (CAP 2)
CAP. 2) Sara si dava da fare nel piccolo ospedale da campo allestito da medici senza frontiere ai piedi di colline brulle, nelle vicinanze di una cittadina che mostrava i segni del passaggio della guerra: alcune case erano sventrate dai colpi di mortaio che dalle colline si erano riversate sull'abitato, dappertutto c'erano i segni di colpi di...
scritto il 2018-09-30 | da Pensionato
To sink. Affondare... sesta parte. (di Flamerebel e Tibet )
Un bagliore di speranza. Una parvenza, frammenti di me stessa persa nel desiderio. Volevo essere diversa, volevo essere migliore. In un’altra vita avrei persino il coraggio di amare, in un’altra vita… Questa è una prova della mia fermezza, la mia mente vacilla, mi fa immaginare cose non vere. Respiro piano, lo voglio. Devo. Dannato figlio...
scritto il 2018-09-27 | da Tibet
To sink. Affondare... quinta parte. (di Flamerebel e Tibet )
Quanto è vero il suo desiderio? Non ci credo alla sua voglia, lei sta mettendo in atto le arti femminili vecchie come l'umanità, mette in campo il suo corpo. Ed è bella! La donna più bella che mai ho avuto. E prima? Mentre la sodomizzavo crudelmente per farle capire chi dominava l'altro? Ebbene sentivo che in sostanza lei godeva della...
scritto il 2018-09-22 | da Tibet
Germany 2
Marlene disse a Caren che ci poteva stare un estintore in culo e Caren annuì arrossendo. Gli chiese che tipo di dolore vorrebbe provare........Caren disse:il più forteeeeerrhhh Marlene gli disse di scegliere il trattamento e gli fece l'elenco mentre mise un altro pannolino in mezzo alla figa fradicia di umori. I trattamenti sono:...
scritto il 2018-09-22 | da Devote
Germany
Tacchi alti bionda occhi verdi,Caren suona ad uno studio in centro a Berlino.Gli apre una infermiera che gli dice di accomodarsi che appena possono la ricevono. Ahhhhgggggggeeeeeekkkkuuuuikkk arrivo'dalle stanze delle urla strazianti che la fecero bagnare.Chiese alla infermiera un assorbente per non bagnare la sedia. Uuuuuuiiiakkkkkohhhhhh altre...
scritto il 2018-09-21 | da Devote
Burn the witch
1692 - Parristown Nessuno lì aveva mai letto i testi del reverendo Mather. Non ve ne era bisogno. Il fanatismo spingeva le menti più deboli a contrastare l’inspiegabile con l’inutile arma della paura e, il più delle volte, con il fuoco. «Bruciate la strega!» gridava il fattore. «Ardete viva la sposa del demonio!» sbraitava con la bava...
scritto il 2018-09-19 | da Angela Kavinsky
To sink. Affondare... terza parte. (di Flamerebel e Tibet )
Poco dopo siamo nuovamente in macchina. Dei raggi di sole riflettono nello specchio facendomi stringere gli occhi. Guardo il sole morire dietro l'orizzonte. Siamo silenziosi, entrambi chiusi in pensieri che non vogliamo esternare. La casa della veggente si trova nella periferia est, una zona desolata, marcia e squallida. La casa veramente è una...
scritto il 2018-09-18 | da Tibet
To sink. Affondare. Seconda parte. (di Tibet e Flamerebel)
La notte arriva silente come una dama ottocentesca vestita di nero tessuto. Le luci adornano a festa una città che non dorme mai. Passiamo quartieri, nei primi vediamo limousine sfrecciarci di fianco, strade larghe, palazzi eleganti, architetture futuristiche e non, guardo dal mio sporco finestrino cosa ho davanti, seppur mi piacerebbe poter...
scritto il 2018-09-17 | da Tibet
Questo Bella non lo sa 6
6. Per mestiere o per piacere. Fine. Le campane suonano a morte. Non realizza da dove venga questo suono, Bella né per quanto tempo ha dormito. Lui? Alza il capo e lo vede, immerso nelle lenzuola bianche fino agli occhi, strette a disegnare la linea delle labbra violacee, visibili sotto il lino trasparente. Bianco come senza vita, gli occhi...
scritto il 2018-09-13 | da S.I.
Questo Bella non lo sa 5
5. Gina non sa più gridare. Hanno fatto appena a tempo a entrare in casa, quasi subito il temporale esplode in diluvio. Bella si è svegliata, accarezzata dalla fragranza di lavanda delle coperte che Neta stende sul filo nero adesso che non piove più. Quel filo teso tra due alberi. Profumo misto all'odore dolciastro della pioggia appena...
scritto il 2018-09-13 | da S.I.
Questo Bella non lo sa 4
4. Se proprio devi legarmi fallo almeno con un filo che sia di tua invenzione. Un silenzio innaturale riempie la cucina, dandole la sensazione di stare sognando mentre strofina i mobili dal grasso colato dal lavoro di frittura. Ad un tratto la raggiungono le voci, il silenzio era solo dentro lei distratta. Sente Gina e il Dasho parlottare quasi...
scritto il 2018-09-13 | da S.I.
Questo Bella non lo sa 3
3. Resa dei conti *** La nave che li ha fatti fluttuare sino a qui si muoveva lunga e nera come una pantera, correndo in mezzo a onde feroci. Da quella tempesta notturna Bella si era chiesta spesso che faccia avrebbero fatto mai le amiche e le sorelle e le ragazze di campagna tutte. Tutte loro che l'avevano salutata con abbracci che sanno quasi...
scritto il 2018-09-13 | da S.I.
Questo Bella non lo sa 2
2. Maledetti il bianco e il nero Bella invece sa e teme di tutt'altro. Prima che venissero qui insieme Dasho aveva già a pendergli sul capo quel processo dovuto ad una notte all'Eur , l'ultima di scorribande fra tacchi chilometrici e minigonne, utili a esaltare caviglie eleganti e culi alti, in vendita alla fiera dell'est, mal coperti da...
scritto il 2018-09-13 | da S.I.
Questo Bella non lo sa
1. Sibilla I piccioni le toccano i piedi, quei colombi cittadini con lo stomaco eternamente vuoto beccano tra i sampietrini, è pentita di non essersi portata niente da sbriciolare. Dasho le sta accanto e non la vede, da quando i genitori le hanno imposto di pigliarlo per marito è sempre stata lei a cercare il suo contatto. In fondo si era...
scritto il 2018-09-13 | da S.I.
Bounty Hunters 2
Tempo: 48 ore dopo Luogo: Gaycity, superficie di Titania, luna di Urano. Gaycity è un posto in cambiamento continuo,irrequieto come i suoi abitanti, ogni volta che si passa da quelle parti bisogna riorientarsi da zero, come trovarsi ogni volta in una città diversa. In questa occasione era di moda il Gommex, un materiale da costruzione vetroso,...
scritto il 2018-09-12 | da Hermann Morr
Übermensch- L'alba.
Alba. Dosseno aveva apparenti abitudini, che lo tenevano aggrappato alla quotidianità. Prese il suo portasigarette e ne estrasse una davidoff gold, prese a tirare ampie e fumose boccate, intorno al fumo la sua terribile insonnia. Era ereditaria, tutta la sua famiglia ne era stata afflitta. Si diceva che dopo i vent' anni i Dosseno la notte non...
scritto il 2018-09-11 | da Semiramis
cookies policy Per una migliore navigazione questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti. Proseguendo la navigazione ne accetti l'utilizzo.