Una moglie pudica 3 parte

Scritto da , il 2021-11-24, genere dominazione

lui è partito x 2 giorni quando è tornato a casa lei non era in ginocchio perchè non sapeva quando sarebbe rientravo lei è corsa subito da lui x inginocchiarsi lui la scansata con un calcio gli a detto lurida puttana cosa ai preparato x cena gli ha detto che ancora gli facevano male le tette lui si è messo a ridere poi è andato nel suo ufficio a preso 2 mollette di acciaio glie le a messe sui capezzoli urlava x il dolore lui gli ha toccato la fica era un lago cosi gli a detto che se si lamentava ancora gli avrebbe frustato le tette a sangue .cosi a mangiato un panino a detto a lei che doveva dormire con le mollette lui è andato a letto poi è andata anche lei lui era nudo con il cazzo dritto lei si è avvicinata con la bocca gli a detto posso signore lui ha acconsentito se lo è infilato tutto in bocca lui la presa x i capelli gli ha alzato il viso sputandogli poi gli ha detto montami sul cazzo lei ha obbedito facendo uno smorzacandela godeva in continuazione lui gli diceva sei una puttana ti farò scopare da tutti fino ha lacerarti la fica lei gli rispondeva si fammi tutto quello che vuoi portami anche a battere farò la puttana x te. grazie x aver scoperto che sono una troia masochista che godo x la vergogna e x il dolore. cosi si è addormentata a i suoi piedi la mattina a preparato la colazione x il suo padrone lui si è alzato a fatto colazione dopo gli a tolto le mollette a fatto i suoi bisogni ed è andato al lavoro .pensava ha sua moglie che si vergognava. adesso invece era diventata una puttana, masochista invece lui più andava avanti più diventava sadico. la sera gli aveva preparato una sorpresa. un suo autista rumeno che abitava con i suoi cugini in una casa fatiscente gli ha detto se voleva gli avrebbe mandato una puttana x il fine settimana che potevano fargli quello
che volevano però lui doveva mettere delle microcamere lui ha accettato ringraziandolo non sapeva che era la moglie perchè nessuno la conosceva cosi quando torna a casa dice alla moglie di prepararsi x la doveva portare ha lavorare lei gli dice che lavoro doveva svolgere lui la prende ha schiaffi la fa inginocchiare si fa fare un bocchino con ingoio .lei si prepara si trucca forte rossetto vivace poi va da lui gli dice se andava bene lui gli risponde adesso sei pronta x fare la puttana. la porta dai rumeni gli dice di bussare di dire io sono la puttana del amministratore, cosi bussa lui gli dice chi è lei gli risponde sono la puttana piano x non farsi sentire dai vicini lui gli dice parla più forte lei alza la voce dice sono la puttana del amministratore apre la porta la fa entrare lei dice buongiorno lui gli da un pugno allo stomaco la fa piegare in due padrone lei tossiva gli dice mi scusi cosi la porta nel salone gli presenta i suoi cugini e gli dice che sarebbe stata con loro x il fine settimana perciò x quei 2 giorni lei sarebbe stata la loro moglie e schiava doveva pulire la casa cucinare soddisfare loro in tutto senza obbiettare poi la fanno spogliare la lasciano in intimo gli dice tutto chiaro lei risponde si padrone loro si siedono in salotto gli dicono di portare delle birre intanto il marito registrava tutto lei è andata in cucina a prendere le birre in frigo non cerano cosi torna di la dicendo che le birre non cerano si alzano la riepono di calci e schiaffi uno di loro si toglie la cinta frustandola poi gli dicono di andare al bar x farsi dare 20 birre. lei gli dice che doveva vestirsi lui si alza la prende a schiaffi ti devi sbrigare puttana gli mette sopra un giaccone da lavoro e la manda al bar lei gli dice che non aveva soldi lui gli dice arrangiati. cosi va al bar tutti la guardano lei gli dice che voleva 20 birre ma non aveva soldi cosi il barista gli dice di andare ai tavoli x farsi pagare una birra cosi lei è andata ai tavoli del bar dicendo se gli pagavano una birra noi te la paghiamo ma tu vai sotto i tavoli e ci fai un bocchino puttana alcolizzata cosi e andata sotto i tavoli facendo 20 bocchini ingoiando tutto gli faceva male la mascella a preso le birre ed è tornata a casa gli a portato le birre al salotto uno si è avvicinato gli a detto che puzzava di sperma cosi tutti gli anno sputato in faccia dicendo di andarsi a lavare i denti 1 la accompagnata al bagno lei gli a detto che non aveva lo spazzolino allora usa quello della merda. lei si è sciaquata nel bidè è tornata in salotto stavano fumando la sigaretta quando anno finito di fumare glie l anno spenta a dosso a fine serata era piena di bruciature poi loro sono andati ha letto lei è passata da un letto a un altro poi gli anno detto che doveva pulire la cucina e il bagno poi poteva riposarsi un po la mattina si sono alzati lei ancora dormiva anno riempito la vasca di acqua fredda l anno trascinata in bagno x i capelli e buttata in acqua gelata gli anno detto che si doveva alzare prima di loro cosi tutti gli anno pisciato addosso in faccia facendogli aprire la bocca uno alla volta anno cacato vicino a lei poi si sono fatti pulire il culo sporco di merda lei a obbedito dopo si e lavata è andata in cucina a preparare il caffè. poi l anno scopata in doppia spaccandogli fica e culo poi è andata a preparare il pranzo a apparecchiato la tavola a messo a fare il sugo poi a cotto la pasta gli faceva male il culo aveva anche qualche rivolo di sangue la serviti in tavola a lei l anno fatta inginocchiare vicino a loro ogni tanto gli davano un rigatone bollente ficcandolo in bocca x farla scottare finito di mangiare a dovuto ripulire tutto poi a preparato il caffè quando stava x uscire uno di loro è andato in cucina gli a versato un po di caffè sulle tette gli a bruciato i capezzoli lei piangeva x il dolore poi gli a portato il caffè a preso una bottiglia di rum anno riempito un bicchiere pieno glie lo anno fatto bere tutto di un sorso lei non era abituata ai liquori cosi e caduta in terra. si sono tolti la cinta dei pantaloni l anno frustata in quattro finche non si è rialzata poi l anno inculata tutti senza pieta riempendogli il culo di sperma poi gli anno messo un tatto di sughero e l anno mandata via sotto cera il marito la portata a casa lei era stanchissima si è subito addormentata sul divano con il tappo al culo. continua (x o rimproveri consigli o contatti scrivere ...( a.lola.milu@gmail.com )

Questo racconto di è stato letto 2 7 3 3 volte

Segnala abuso in questo racconto erotico

commenti dei lettori al racconto erotico

cookies policy Per una migliore navigazione questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti. Proseguendo la navigazione ne accetti l'utilizzo.