Runnin'

Scritto da , il 2021-10-14, genere etero

Scrivere un racconto in mezz'ora, sembrano tanti minuti, ma dipende dall'ispirazione.

Se ti costringi a farlo poi, diventa quasi impossibile, un po' come quando a scuola la professoressa diceva: oggi compito d'italiano, tema! Su forza.

Hai voglia a dirti Forza! il foglio rimaneva rigorosamente bianco, e non c'era nessuno sforzo mentale in grado di farvi apparire del testo.

E quindi... niente, ci provo, prendo ispirazione dalla mia gamba sinistra che oggi mi fa un po' male e scendo in strada, anche complice una certa signorina che da un po' frequenta l'angolo di casa mia.

Eccomi qua, come ogni sera a far marchette, pantaloncini in finta pelle e blusa con ampia scollatura a incrocio, ma ampia eh che quando mi muovo il mio generoso seno mi sbuca da ogni dove.
Stivali neri d'ordinanza, al ginocchio, e borsetta pure intonata.

Ma questa sera fa freddo, per fortuna ho messo su i collant pesanti ed un foulard loop al collo, ma non basta il freddino si fa sentire, ma che ci posso fare è la divisa da mignotta non posso esimermi dall'indossarla, spero solo passi presto qualche cliente.

Sono le due del mattino, sono stanca e infreddolita, un solo cliente, poca roba e tanto freddo.
Dovrei mettermi a correre per scaldarmi, quasi quasi invece mi iscrivo ad un sito di escort, qui non posso stare più, basta me ne vado.

A casa mi faccio un tè, mi scaldo la borsa dell'acqua calda e mi metto sotto una coperta, se mi ammalo addio lavoro.

Apro un sito per escort a caso, ce n'è uno che prende tutta Italia, è diviso per zone e fa al caso mio, mi iscrivo, metto una mia foto sexy e che vi devo dire, mi addormento.

La mattina mi sveglio tardi al suono del cellulare, è un cliente per questo pomeriggio. Hei di già, ma bene.

Il pomeriggio arriva ed io ho già altri due clienti, evviva la tecnologia, evviva la prostituzione 2.0 devo solo imparare ad organizzarmi, non posso ricevere in casa, troppo piccola, troppo incasinata, magari coinvolgo un'amica del giro, lei ha una bella casa grande.

La sera ho già incassato più di 300 euro, stesse prestazioni ma con più calma, vestita bene e al caldo, a pensarci prima.

======
Ecco è passata mezz'ora da quando ho iniziato a scrivere questa menata, niente sesso esplicito ma una verità ispirata dalla ragazza che ieri sera era all'angolo di casa mia, vestita come l'ho descritta nel racconto.
Magari aspettava il fidanzato, chissà... ma a me ha ispirato il racconto, o forse son io che devo farmi vedere, ma da uno bravo.

Questo racconto di è stato letto 1 0 9 1 volte

Segnala abuso in questo racconto erotico

commenti dei lettori al racconto erotico

cookies policy Per una migliore navigazione questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti. Proseguendo la navigazione ne accetti l'utilizzo.