.mery e?

Scritto da , il 2021-03-19, genere zoofilia

Finalmente inizio' l'estate e ci stavamo già gustando il nuovo viaggio che avevamo organizzato con mio marito Ernesto e che volevamo fare da un po' di tempo.
Non avrei mai pensato che si sarebbe trasformata in un insolita e indimenticabile estate.
Thailandia, mare, relax e natura!
Ci eravamo informati su qualunque dettaglio che ci sarebbe potuto essere utile.
Arrivò il giorno della partenza, pochi bagagli e tanta voglia di rilassarci.
Leggendo qua e là di cosa avremmo potuto fare e vedere, oltre alle bellezze naturali, avevo letto che nei centri urbani, alla sera in particolare, c'è un grosso movimento di ragazzi e ragazze per locali, oltre a divertirsi è facile trovare ragazze o giovani trans che fanno sesso a pagamento con pochi spiccioli, e avevo visto foto di giovani trans veramente carini che mi avevano incuriosita, non ne avevo parlato con mio marito, visto l'argomento un po' insolito per noi, non siamo bigotti ma abbiamo sempre avuti dei limiti dettati dalla nostra cultura.
Partenza e arrivo, un po' stanchi ma felici per i giorni a venire.
La struttura era molto bella, accogliente e con molti servizi, avevamo l'accesso in piscina direttamente dalla stanza, non avevamo fatto pensione completa perché volevamo curiosare in giro e assaggiare le varie specialità, in particolare il pesce, avevamo letto che i prezzi pagando in euro erano molto ma molto convenienti.
Passammo il primo giorno tranquilli rilassandoci in piscina e coccolandoci al sole, all'imbrunire decidemmo di fare una bella doccia ed andare in città.
Chiamammo un taxi che ci porto in centro con soli 4 euro.
In giro c'era tanta gente, perlopiù ragazzi e ragazze seduti ai tavoli dei locali che chiacchieravano e si guardavano in giro, capimmo a breve che tanti erano lì in cerca di turisti ai quali offrivano sesso per pochi soldi.
Quasi tutti parlano l'inglese per cui chiedendo in giro ci indicarono un locale dove avremmo potuto gustare del buon pesce, dopo circa 10 minuti di passeggiata arrivammo, il locale all'esterno aveva molti tavoli ed alcuni erano occupati da ragazze o ragazzi.. che sorseggiando guardavano i turisti in modo particolare..
Cenammo meravigliosamente e alla fine il conto ci sbalordi', con 15 euro in due, avevamo preso quello che in Europa sarebbe costato dieci volte in più.
Durante la cena parlammo del più e del meno ed in particolare delle tante ragazze che c'erano in giro, alcune veramente molto carine, conoscendo mio marito vidi la sua curiosità e chissà, forse speravo, che sfociasse in qualche proposta.
Uscimmo dal locale che erano quasi le 23, luci suoni e chiacchierio facevano da cornice ad una splendida e calda serata, le strade erano piene e tutte quelle ragazze che prima erano sedute, in giro e a gruppetti fermavano i turisti che loro riconoscono al volo, così come capitò anche a noi, offrendo sesso a pagamento per tutta la notte, alcune erano veramente molto belle ma facendo cenno di non essere interessati comunque non disturbavano più di tanto. Prendemmo un taxi e rientrammo in albergo, il tassista parlava in inglese ed era molto loquace, ci chiese ridendo quante proposte avevamo ricevute per strade..
tante rispondemmo..
attenti perché molte non sono ragazze..
comeee?
E si, sono transessuali, qui vengono molti turisti che cercano entrambe le cose...
ok grazie ma non siamo interessati..
Il mio ok era per darvi un informazione rispose, qui c è di tutto ed anche di più, basta cercare..inoltre negli alberghi non fanno storie se si porta qualcuno..
Ok grazie.
Arrivammo in albergo, il tassista ci salutò e allungandoci un talloncino con il suo numero di telefono ci disse che qualunque cosa ci sarebbe potuta servire ci avrebbe potuto aiutare..
Arrivammo in stanza e dopo una bella doccia ci mettemmo a letto, chiacchierammo sulla serata e sui prezzi veramente modici, passammo a quanto ci aveva detto il tassista e al fatto che molte di quelle ragazze erano invece dei trans e fu lì che mio marito prese l'iniziativa:
perché non ci proviamo?
In che senso? dissi un po' stupita..
Come in che senso, ne scegliamo una e la portiamo in albergo.
Inizialmente sorrisi poi presa dall'euforia delle vacanze risposi..
Ma tu cosa vorresti? Una lei che sotto sia un lui? O una lei e basta..
Si, una lei che sotto sia un lui, mi piacerebbe vederti e magari partecipare in qualche modo..
Dopo un po' di esitazione per la cosa insolita risposi..
Si ok proviamo, al massimo non facciamo nulla..
Ok domani vediamo..
Fu una notte insonne a dire il vero, pensavo alla proposta di Ernesto e a come avevo accettato velocemente, forse quanto avevo letto prima di partire mi aveva eccitato inconsciamente..
Passo' la notte e arrivò il giorno, ci svegliammo presto perché avevamo prenotato un uscita in mare, ci avrebbero portato su un isolotto a una decina di miglia dove avremmo potuto gustare il paesaggio e le specialità del posto, tutte cucinate in spiaggia.
Passammo una splendida giornata, ci bruciacchiammo nonostante la crema ad alta protezione ma non più di tanto, durante la giornata pensai spesso alla sera che doveva arrivare e che puntualmente arrivo', arrivati in albergo ci preparammo e chiamato il nostro tassista, ormai di fiducia, andammo in città.
Ne avevamo parlato poco con Ernesto durante la giornata ma penso che entrambi non vedevamo l'ora di sperimentare quanto ci eravamo preposti.
Cenammo e poi via per le strade alla ricerca di qualcosa che ci avrebbe fatto incuriosire.
Come la sera precedente in giro era pieno di gruppetti di ragazze ma non era semplice capire cos'erano effettivamente, cosi quando qualcuna ci chiedeva se volevamo compagnia chiedevamo cosa avesse potuto fare e dalle risposte si capiva il sesso, in effetti la metà ci rispondevano che sarebbero potuti stare sia con l'uno che con l'altro.... vista la prima esperienza la facilità e l'abbondanza della scelta avevamo deciso di scegliere bene, ci guardavamo in giro finché entrambi guardammo una ragazza seduta davanti un locale che ci sorrise quasi invitandoci, ci avvicinammo e constatammo che era davvero molto bella, bei seni e bellissime gambe, impossibile pensare ad un lui.. finché lei prendendo l'iniziativa ci disse..
Cercate compagnia?
Dipende..
ok se volete io posso giocare con entrambi..
Di che sesso sei?
Sono un trans e sono ben dotato..
Ok disse mio marito, quanto vuoi?
20 euro per la notte più il costo taxi del rientro..
Fu un sì convinto da parte di entrambi.
Chiamammo il solito taxi che arrivò velocemente e quando ci vide sorrise ma non disse nulla, ci accompagno' e arrivammo in albergo.
A quell'ora non c'era nessuno ma io e Mery (così si chiamava la ns amica) preferimmo entrare dalla parte della piscina per non dare all'occhio mentre Ernesto fece il giro normale, ci aprì e finalmente fummo in stanza.
Una doccia a turno, prima io ed Ernesto poi tocco' a Mery, restai in accappatoio e lui mise dei pantaloncini, Mery uscì dalla doccia con l'asciugamano sulle spalle ma sotto nudo, con stupore si vedeva tutta, aveva un bel seno rifatto ma veramente bello e più sotto un arnese eccezionale tanto da far dire a mio marito.. Però... !!
Mery era abituata e non era timida come noi, sedendosi sul letto chiese se avevamo avuto qualche esperienza...
No è la nostra prima volta..
Ok tranquilla vi aiuto io..
Tranquilli perché sono controllata e godo di buona salute ma se volete mi metto il preservativo... E così
dicendo si avvicino' a me e mi aprì l'accappatoio, iniziò ad accarezzarmi, mio marito ci guardava, era molto strano ma eccitante, era una bella donna ma sapevo anche che non lo era, mi bacio' i seni, era molto dolce, mi prese la mano e la mise sul suo pisello, uauuu che grande ed era già duro, mi carezzava e mi baciava tutta e per me era estasiante, mi bagnavo è non mi curavo più di niente.. mi fece distendere sul letto mi allargò le cosce e mi lecco', venni dopo due minuti... mi propose di entrare in acqua, mi piaceva l'idea e dissi di sì, aperta la porta della stanza entrammo in piscina che a quell'ora era vuota, mio marito si sedette sulla sdraio a guardarci, eravamo nude, lei si strofinava e mi toccava, si infilò tra le mie gambe con le sue e mi poggio' il cazzo tra le gambe, duro e grosso, ci volle poco da com'ero bagnata e mi fu subito dentro..
proseguo mi disse... ?
Si si..
Ernesto ci guardava e mi chiese se mi piaceva, si tanto risposi..
Mery iniziò a scoparmi e non si stancava mai, io venivo e non riuscivo a dire più basta, mio marito si godeva lo spettacolo, una due tre quattro volte, forse anche di più, godevo godevo godevo, quando riprendevo fiato mi precipitavo a succhiarle le tette e il cazzo ma mery sapeva come riinfilarmi e godevo quando sentivo che spingeva mentre le succhiavo le tette, cominciò a tirarsi indietro anche lei, le piaceva ma voleva resistere, la strinsi con le mie cosce a me e lo sentii arrivare fin dentro la pancia, ahhh come godevo.. Non riuscendosi a staccare cominciò a godere anche lei.. Mi abbassai e non ne persi neanche una goccia.. Mi riempi' la bocca di sborra.. Tanta tanta ma tanta.. Fece un bel respiro e si fermò, si girò verso mio marito che era accanto a gustarsi il tutto, glielo prese in bocca e dopo un paio di succhiate venne a flotte anche lui.. . Che nottata!!
Finito si ricompose la pagammo e chiamammo il taxi che la riportò a casa, prima di uscire ci disse..
Se volete questo è il mio numero, anche se volete qualcosa di più spinto avvertitemi, vi sorprendero'.
Ci addormentammo parlando di quanto era stato bello per entrambi e eravamo quasi stupiti della nostra normalità ad approcciarci alla novità insolita ma decisamente eccitante.
Ci svegliammo un po' tardi, una buona colazione e ci sdraiamno in piscina, la mente era costantemente rivolta a quel pensiero, e la proposta fatta da Mery prima di uscire tornava ripetutamente in testa..
Cosa aveva voluto significare con "qualcosa di più spinto"..
Per entrambi quella proposta dopo quella serata era un chiodo fisso, ma nessuno dei due prendeva l'iniziativa di parlarne, finché fui io a dire..
Ma secondo te a cosa si riferiva?
Non saprei, forse a due di loro insieme o forse ad un lui e una lei per giocare in quattro..
Si forse è questo che voleva dire..
Perché non lo chiediamo?
Si si.. risposi al volo, era tanta la curiosità mista all'eccitazione, e poi.. quel cazzone che mi pompava instancabile non l'avevo dimenticato, mi bagnavo ancora solo a pensarlo...
Ernesto prese il telefono e compose il numero di Mery..
Rispose dopo un po' di squilli...
Ciao Mery, siamo la coppia di ieri, stai riposando?
Si ma non importa, ditemi.
Ecco, volevamo sapere cosa volevi dire ieri quando sei andata via con "qualcosa di più spinto"
Si senti' un sorriso dall'altra parte seguito da un " dipende da voi"..
Cioè?
Cioè più volete più posso offrirvi più costa, senza alcun limite o freno..
Non sapevamo che dire anche se era tanta la voglia di sapere..
Tu cosa ci proponi?
Se vi fidate faccio io senza dirvi nulla prima..
Anzi dovrete avere gli occhi bendati.. Pensateci e fatemi sapere, ma ricordatevi che costerà di più..
Quanto?
50 più spese se vi va..
Ok, ti faremo sapere..
Iniziammo subito dopo ad immaginare tutto quello che non avremmo mai potuto pensare, poi vinti dalla curiosità decidemmo di accettare..
Richiamata Mery dichiarammo la voglia di provare, chiarendo anche che in qualunque momento avessimo voluto avremmo sospeso il gioco senza problemi..
Ok rispose Mery ma so che non succederà, fatevi guidare, ci vediamo questa sera da voi, mi raccomando bendatevi bene e sarà molto molto più bello di ieri..
Ditemi però quali sono i vostri limiti..
Ci guardammo ed Ernesto rispose, nessuno ma niente dolore.
Ok perfetto ciao a dopo.
Chiaramente fu una penitenza aspettare la sera, fu una cena frugale e un attesa infinita.
Suonò il cellulare, era lei, siete pronti?
Si siamo pronti.
Allora nessun vincolo?
No nessuno.
Proprio nessuno?
No tranquilla, niente dolore e poi nel gioco è tutto ok.. sei sola?
Si e no, non posso scoprire il gioco. Bendatevi per bene ed apritemi la porta che da in piscina tra 5 minuti entro..
Ci bendammo, eravamo eccitatissimi come due adolescenti alla loro prima volta, ci sedemmo sul letto ed aspettammo che Mery entrasse.
Sentimmo dei rumori, alcuni un po' strani come se Mery parlasse sotto voce, era nella nostra stanza, ci salutò con un bacio e aiuto Ernesto a sedere sulla poltrona davanti al letto dicendo..
Siediti qui ed ascolta, goditi quello che senti senza far nulla poi toccherà anche a te..
Ancora dei rumori di spostamenti e poi sussurrò qualcosa come..
Tu stai fermo qui..
Si avvicinò a me ed iniziò a palparmi, conoscevo le sue mani, il fatto che fossi bendata mi eccitava più del giorno prima, mentre mi toccava parlava ad alta voce per far sentire ad Ernesto ed ogni tanto ripeteva..
Fermo lì.. pensavo si riferisse a mio marito..
Mi infilò due dita nella figa e mi fece saltare dal piacere..
Siii continua..
Ti piace?
Certo..
Mi poggio' il cazzo tra le gambe senza penetrarmi, mi bagnavo a sentirlo scorrere tra le cosce..
Tolse le mani ormai umide dalla figa e senza che me ne accorgessi me le ritrovai nel culo.. Le muoveva delicatamente mentre cercava di allargarmi il buco.. pensai volesse scoparmi dietro ma con il cazzo che si ritrovava sarebbe stato davvero difficile.. La lasciai fare anche perché era gradevole essere stuzzicata nel culo mentre mi carezzeva la figa con il cazzo.. finché non le sentii dire sottovoce..
Vieni gim..
Vieni gim..
mi sentii dietro un folto pelo poggiato sulla schiena e due palle vicino le sue dita e al mio culo.. avvenne tutto così in fretta che non ebbi il tempo di capire cosa stesse succedendo.. lei tolse le sue dita e aiutò qualcosa a prendere il loro posto, qualcosa di molto caldo mi entrò nel culo e nel frattempo Mery mi penetro' davanti.. Non avevo mai provato due cazzi contemporaneamente e quello che avevo dietro era molto caldo oltre a sentire che mi schizzava frequentemente in culo un sacco di sborra, povrai a toccare il suo sesso e sentii due grosse palle pelose.. Era troppo forte l'eccitazione che spingevo entrambi i cazzi più in fondo possibile, ebbi un paio di orgasmi molto lunghi finché anche Mery mi svuoto' tutto dentro.. Chi mi scopava da dietro era frenetico e doveva godere molto vista la quantità di sperma che mi fuoriusciva dal culo, sentii Mery uscire da dentro di me e mi sussurro ' nelle orecchie..
Adesso puoi vedere chi ti sta inculando.
Mi tolse la benda ed aprii gli occhi, incredula vidi dietro di me uno scimpanzé, evidentemente molto addestrato e che mi stava scopando, non sapevo che fare, Mery mi fece cenno di non dire nulla come promesso e che avrei potuto continuare solo se volevo, pensai di voler sentire quel calore nella figa e feci cenno a Mery se potevo girarmi..
Certo mi disse spostando gim e aiutandolo a infilarmi il cazzo nella figa..
Oddio che bello, era caldissimo, bruciava quasi e sborrava continuamente..
Nel frattempo Mery si spostò vicino ad Ernesto e iniziò a succhiarlo, credo non vedesse l'ora dopo aver sentito tutti quei mugulolii.. Era evidente che gli piaceva farsi succhiare da Mery che abilmente aveva iniziato a toccarli il culo, anche questo gli piaceva e si inarcava dal piacere, dopo un po' Mery lo stava inculando con le dita così come aveva fatto con me.. tutto mentre lo succhiava, io godevo guardando e tenevo bel stretto il cazzo di man nella figa che continuava a sborrare.. ad un certo punto Mery chiamo' gim che subito accorse e lo aiutò ad inculare Ernesto.. Si capi' che Ernesto godeva e iniziai a succhiarlo anch'io mentre Mery mi scopava da dietro.. fu un assieme di goduria.. Ernesto gridava e anche io strillavo dal piacere.. Finimmo tutti distesi, quando Ernesto si tolse la benda capi' anche lui di essere stato sverginato da una scimmia..
Non saprei dire se lo rifarei ancora ma non ho mai goduto così tanto.
Pagammo Mery il doppio del richiesto e nei giorni a venire facemmo sesso tra di noi eccitati da quello che avevamo fatto. Tornammo a casa dopo qualche giorno tenendo dentro di noi quel segreto difficile da capire e spiegare, avevamo fatto sesso con una bella trans ed il suo scimpanzé....

Questo racconto di è stato letto 5 2 9 5 volte

Segnala abuso in questo racconto erotico

commenti dei lettori al racconto erotico

cookies policy Per una migliore navigazione questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti. Proseguendo la navigazione ne accetti l'utilizzo.