Tommy e...

Scritto da , il 2018-03-27, genere zoofilia

Non so se sia per tutti così, anche se, sentendo i discorsi delle mie amiche , dopo molti anni di convivenza nelle coppie, si rinforzano alcuni sentimenti ma affievolisce per tanti il desiderio sessuale, se non altro non rimane quella smania della ricerca, certamente chi più fantasia ha più a lungo riesce a mantenere il desiderio.
Anche per noi, siamo una coppia quasi cinquantenne, era terminato il periodo caldo e gestivamo la nostra routine con molta più calma del passato.
Sotto questo aspetto non ci siamo fatti mancare nulla, ogni fantasia condivisa l avevamo realizzata andando anche oltre ad una qualsiasi routine familiare, mio marito ama sapermi libera nel sesso ed anche a me piace oltrepassare i confini del “ lecito”.
Non avrei mai pensato ad altre possibilità fino a quando arrivò proprio l’impensabile.
Confesso che era al di fuori di ogni mia/nostra fantasia o modo di vedere il sesso ma come sempre accade arriva qualcosa che riesce a stupirti.. e nel nostro caso a riaccendere in modo impensato la nostra vita sessuale .
Viviamo soli in provincia vicino a Milano, figli ormai grandi ed accasati, per adesso niente nipotini da gustarsi. La nostra casa è una piccola villetta alla fine del paese ed alla sera, particolarmente d’inverno, quando sono a casa da sola perché mio marito tarda o addirittura resta fuori per lavoro, non mi sento troppo sicura, anche ascoltando quanto accade in giro, per questo abbiamo aumentato le luci esterne e reso visibile tutto intorno casa per svariati metri inoltre due anni fa abbiamo scelto di prendere un cane che oltre a farmi compagnia contemporaneamente mi fa stare più tranquilla.
Si chiama Tommy, adottato per non farlo finire in canile, aveva circa 5 mesi quando l’abbiamo preso, crediamo sia un beagleharrier un po' più grande della razza pura che arriva a 45/50 cm., Tommy arriva a 60 ed ha una corporatura robusta, molto docile con me e comunque tranquillo a meno che qualcuno non lo disturbi, allora diventa nervoso, ama farsi coccolare ed è sempre vigile quando sente rumori sconosciuti.
Circa un anno fa mio marito dovette restare fuori tre giorni per lavoro, era già successo ed era sempre venuto a dormire da me mio figlio con la sua compagna, questa volta non chiesi compagnia proprio perché con Tommy era molto tranquilla.
In quella occasione ero seduta davanti al camino sulla mia poltrona preferita, stavo leggendo un giornale, televisore accesso ma che neanche ascoltavo e mi ero avvicinata un po' di porto che è l’unico superalcolico che sorseggio ogni tanto, quella sera ne avevo proprio voglia anche se devo stare attenta perché mi da subito alla testa.. Tommy mi si era accucciato davanti a me sulla sua copertina sonnecchiando ma sempre vigile.
Si stava bene in casa, anche se fuori era freddino, avevo già cenato ed indossato il mio pigiama di flanella, leggevo e sorseggiavo il mio porto solo che un movimento sbagliato mi fece cadere addosso il contenuto del bicchiere, mi alzai per cambiarmi ma visto che la temperatura davanti al camino era molto gradevole decisi di restare in biancheria intima.
Mi misi comoda, versai dell’altro porto e ripresi a leggere, ero concentrata sull articolo e non mi accorsi che Tommy si era alzato fino a quando si avvicinò strofinandosi tra le gambe, sobbalzai un po' in quanto ero sempre vestita e sentire il suo pelo su di me mi aveva fatto venire la pelle d’oca lo carezzai comunque come al solito ed aspettai che si mettesse sdraiato, non ne aveva proprio voglia però e restò in piedi davanti a me sempre tra le mie gambe guardandomi, be dissi, resta pure lì fino a che non sei stanco e ripresi a leggere, sorseggiai ancora un po' e ne versai un altro dito promettendomi di non berne più perché cominciava a venirmi caldo e sentirmi un po intontita dall alcol, cercai di trovare una posizione più comoda che mi permettesse di sdraiarmi anche avendo Tommy davanti ma nel muovermi avevo allargato le gambe e….. tommy… lesto lesto mi aveva leccato proprio lì… non era mai successo nulla fino ad allora e quelle due leccate mi avevano messo un po' di ansia ma contemporaneamente quella lingua larga aveva coperto per bene tutto il mio sesso… inizialmente paura successivamente mi resi conto che era stato piacevole… avevo lanciato anche un urletto e questo aveva fatto allontanare Tommy, mi ripresi dalla situazione e cercai di non pensarci, ogni tanto scrutavo però cosa facesse lui… ma nulla era li che mi guardava tranquillo.. non riuscivo però a concentrami su altro, mi mossi di nuovo allargando le gambe per vedere se fosse una cosa voluta o casuale ed appena allargai le gambe si alzò e venne avanti diretto proprio lì.. o mamma dissi… vuoi vedere che.. ero bagnata sia dal caldo che dall’agitazione ma rimasi ferma quasi spaventata e incredula, lui però era venuto avanti ed aveva ripreso a leccarmi, impietrita lo guardavo e provavo comunque un piacere nel sentire la sua lingua andare su e giù.. incredula di quanto stesse accadendo ma compiaciuta allargai meglio le gambe e tommy riuscì ad insinuare la sua lingua proprio sulla mia figa e lo sentivo cercare il mio umore.. passarono svariati secondi e iniziavo a non resistere più, volevo venire, spostai gli slip e non appena sentii la sua lingua esplorare internamente e il mio clitoride sborrai urlando come da tempo non facevo… credo durò un bel po' il piacere, quando iniziai a riprendermi notai però che tommy aveva sguainato il suo pisello, oddio quanto ero enorme, la punta rosso fuoco e pieno di vene lungo tutto il dorso, cercava di montarmi la gamba ma non ci riusciva ed io riiniaziai ad avere voglia, no no con un cane no mi dicevo ma ero già in ginocchio davanti a lui che vista la posizione canina mi saltò sulla schiena, iniziò a dare colpi su gambe sedere senza riuscire però a montarmi, avevo chiuso gli occhi e speravo che trovasse quanto prima la strada, era inesperto per cui venne più volte sulla gamba e sul sedere ma non riuscì a far altro finchè si fermo leccondasi il suo grosso cazzo che ancora sbrodolava.. non so se fossi contenta o delusa ma tantè che anche io mi rialzai e feci subito una doccia per riprendermi.
Un po' stanca un po' intontita un po' vogliosa andai a letto ma fu una notte insonne, pensavo a come si muoveva e quanti colpi a vuoto aveva dato e quanto sperma aveva eiaculato durante tutto questo.. un uomo non ne ha neanche una decima parte, guardavo le lancette dell’orologio girare e non prendevo sonno, finchè decisi di alzarmi per bere un po'.. lui se ne stava sdraiato davanti al camino così come l avevo lasciato e pareva che nulla fosse successo, bevvi un sorso d acqua e mi sedetti davanti a lui, questa volta consapevolmente di cosa volessi riprovare, mi tolsi tutto da dosso e aspettai che lui si muovesse, ci volle poco, forse i miei umori facevano da segnale erotico ed in breve inizio di nuovo a leccarmi, lo lasciai fare un po' e poi mi chinai davanti a lui, aspettava questo, mi monto addosso e iniziò a darmi colpi colpi colpi, io mi spostavo e cambiavo inclinazione cercando di indirizzarli sulla mia figa, dopo un po' sentiii un primo affondo forte e veloce, sentii anche un po' di dolore perché non pensavo entrasse così tanto, riprese a montarmi e dopo un po' riusci di nuovo ad entrare e questa volta per bene.. o mamma o mamma aiutoooooo che bello andava su e giù velocemente e sentivo che il suo sperma mi riempiva come un flusso continuo sempre aperto.. si ingrosso dentro di me finche sentii un altro getto stavolta più abbondante dei precedenti e poi si fermò ma pulsava e sentivo il mio clitoride vibbrare venni andche io tante volte e restai ferma sotto di lui per circa dieci minuti finchè riusci a liberarsi e tornò al suo posto lasciandomi in un mare di sperma.
Ero distrutta ma soddisfatta e mai avevo goduto in questo modo.. la cosa si ripetè nei giorni successivi più volte finche arrivò il giorno che sarebbe arrivato mio marito.
Iniziai ad aver un po' di paura mista a vergogna su quanto accaduto e pensavo che avrei dovuto allontanare tommy davanti mio marito se ci avesse riprovato.. speriamo non si accorga di nulla pensavo… sistemai tutto senza lasciar segni dell’accaduto e intorno alle 18 mio marito arrivò. Saluti e sorrisi con le solite domande di come fosse andata e se tutto fosse filato liscioo, si si risposi nulla di che ma avevo la mente altrove… tommy appena visto mio marito accorse a fagli le feste corrisposte da carezze, io me ne stavo lontana per paura che potesse succedere qualcosa, ero vestita con pantaloni e maglione per evitare che si sentisse alcun odore.. mio marito si era subito sfilato i pantaloni e si era messo in doccia ed io iniziai a preparare la cena.. cenammo, ripulii e ci sedemmo per le ultime chiacchiere sul divano davanti al camino… sarà stata l assenza ma mio marito iniziò a carezzarmi, era palese che voleva scopare un pochino , mi levò il maglione e iniziò a sbottonarsi e sbottonarmi ma vedendo sott occhio tommy le dissi di continuare a letto… si dai tra un po' andiamo e continuò a sbottonarmi, mi slaccio’ bene e mi tolse i pantaloni, ero spaventata ma vedendo tommy che ci guardava avevo una strana voglia che aumentava e mi stimolava, mi tolse anche gli slip e mentre mi carezzava tommy si alzò e iniziò a leccarmi, sobbalzai e sgridai tommy spaventata non volevo che mio marito capisse qualcosqa, ma fu proprio lui a dire, dai lascialo fare vediamo che fa… impietrii ma sentivo la lingua di tommy entarmi dapertutto, sbrodolavo e meravigliata vedevo mio marito che si eccitava e si gustava la scena… ad un tratto mi disse mettiti in ginoccchio vediamo che fa… lo feci… ed il risultato fu quello che pensavo… tommy mi saltò in groppa e iniziò a montarmi davanti mio marito che si eccitava a vederci godere… volevo alzarmi ma mi tenne giù per una decina di minuti finchè tommy smontò e iniziò a fuoriuscirmi una lava di sperma… mio marito aveva il viso soddisfatto e stranito ma appena libera iniziò a montarmi con foga come non accadedeva da tempo anche lui… venne e forse… capì… ma non importa perché da allora è diventato il nopstro gioco preferito… io tommy e lui… di tutto e di più… che soddifazione gente!!!!

Questo racconto di è stato letto 1 3 1 8 6 volte

Segnala abuso in questo racconto erotico

commenti dei lettori al racconto erotico

cookies policy Per una migliore navigazione questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti. Proseguendo la navigazione ne accetti l'utilizzo.