La nuova macchina.

Scritto da , il 2020-11-23, genere incesti

Nascere zoccola, se per zoccola si intende fare sesso in ogni modo e quando ne hai voglia, è un'arte oltre che una goduria e credo che Maria, mia sorella, sia una top dell'argomento..
Tante le occasioni in cui non solo non ha esitato ma ha dato il meglio di sé.
Per lei godere è vita, non ha età, è la pillola magica per restare sempre giovane.
Ricordo quando decise di cambiare macchina.
Aveva, per uso quotidiano, una vecchia seicento Fiat, ereditata da suo marito scomparso quando era ancora giovane, non faceva più di due o tremila chilometri l'anno per cui anche se datata era sempre andata bene.
Come tutte le cose e con l'occasione degli incentivi, decise di comprare una nuova macchina.
Dopo averla accompagnata a vedere quanto c'era sul mercato e informarsi sui relativi prezzi, decise di prendere una Clio, non era molto grande, e il prezzo concordato le sembrò un buon affare.
Dopo circa tre mesi, chiamarono perché era arrivata e dovevamo ritirarla.
Era luglio, ed io mo trovavo da lei perché ero in trasferta per fare affiancamento nella filiale di regione, per cui la accompagnai.
Tornammo a casa con lei alla guida, contenta del nuovo acquisto e di come riuscisse a trovarsi bene.
Dopo pranzo mi disse che sarebbe scesa in garage a togliere qualche pezzetto di plastica rimasto sui sedili e se l'avessi potuta aiutare a capire tutta la strumentazione disponibile, così facemmo.
Presi in mano il libretto e passo passo guardammo tutta la strumentazione e le utilità disponibili, lei seduta al posto di guida io al posto passeggero accanto.
Finito il tutto, inizio' a pulire quel poco che secondo lei non era perfetto, iniziando dal cruscotto mentre io toglievo dietro qualche rimasugli di plastica, lei aveva spostato indietro i due sedili e si muoveva all'interno della vettura per non fare il giro da una parte all'altra anche perché il garage non era tanto largo avendo tenuto anche la seicento.
Nel mentre ero dietro le dissi di passarmi un attimo lo straccio umido per togliere un orma di scarpe che probabilmente io stesso avevo lasciato e lei si affaccio' mettendosi a cavalcioni tra i due sedili anteriori per guardare, la vestaglia che aveva era larga e le permetteva di muoversi comodamente, le ripassai lo straccio e indietreggio' nella stessa posizione ma trovò un ostacolo, il cambio che aveva lasciato dietro le si era poggiato e le impediva di muoversi, provo' ad alzare una gamba per scavallarlo ma quando si sposto le rimase sotto la vestaglia tra le cosce, guardandandola per poterle darle una mano la vidi in difficoltà non tanto per la posizione quanto per dove si era poggiato il pomello del cambio, è lì scattò la libidine, conoscendola le dissi se fosse piacevole e lei annuì balbettanto un "non male", la pregai di farmi vedere e alzandosi la vestaglia vidi che la posizione era perfetta, mi avvicinai e le scostai gli slip, in un primo momento inizio' a farselo strisciare sopra, appena si eccito' se lo iniziò a far entrare dentro, io mi stavo gustando la scena seduto dietro e mi venne in mente di filmarla con il cellulare, quando vide cosa stavo facendo si eccito' di più, se ne fece entrare un bel po' e si mosse su e giù finché non venne, appena si riprese e passò sul sedile accanto, mi portai dalla sua parte, aprii la portiera e mi face un gran pompino, avevo il cazzo duro ed ero eccitato, venni subito e finito si lecco le ultime gocce cosicché risaliamo in casa.
Non ne parlammo più finché arrivata sera cenammo e mentre lei rassettava guardavo qualche notizia sul cellulare e rispondevo ai messaggi, quando mi vide mi disse..
Stai guardando il filmino?
No.
Me lo fai vedere?
Certamente.
Aprii così la galleria è lei si sedette accanto, feci partire le immagini, inizialmente guardò finché inizio' ad eccitarsi, più guardava più diventava rossa finché non c'è la fece a resistere e si sedette a cavalcioni sopra di me, mi slaccio' Ii pantaloni e mi disse..
Filmami ancora..
Iniziai a farlo è toltasi gli glip si infilo' il cazzi dentro e mentre scopa va guardava le immagini sul Cell.. Andò su e giù finché potei resistere e dopo un po' venni dentro.. Aspetto' di sentirlo smollarsi e scese da sopra di me.
Da lì capii che impaziva ad esser ripresa e la cosa piaceva anche a me.
Nel tempo abbiamo messo da parte una collezione di filmati...

Questo racconto di è stato letto 7 6 8 2 volte

Segnala abuso in questo racconto erotico

commenti dei lettori al racconto erotico

cookies policy Per una migliore navigazione questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti. Proseguendo la navigazione ne accetti l'utilizzo.