Slave di mia suocera.

Scritto da , il 2020-05-26, genere dominazione

Da questa mattina in poi , la vacca e io lecchiamo le fiche delle Padrone appena sveglie . Poi passiamo ai piedi e infine al culo. Mi eccita vedere anche la mia vacca che esegue queste pulizie con moltissimo impegno. Questo ha comportato un riavvicinamento fra noi perché dopo i primi tempi di sesso tradizionale , che a me faceva scaricare le palle e alla vacca aveva trovato un uccello stabile che la montava , era scemato in un abitudine non più stimolante come ai primi tempi. Grazie a Licia che ha fatto superare le stupide inibizioni alla vacca , siamo di nuovo una coppia ben affiatata. Successivamente le Padrone ci fecero mettere a quattro zampe , e con nostra grande gioia , ci donarono due regali che posarono davanti a ogni uno di noi.Poi ci diedero l'ordine di scartarli . Aperti e visto il contenuto, fummo felicissimi di indossarli. Erano le medagliette che si mettono ai cani con scritto il nome della bestia e il numero di cellulare della Padrona. Quello della vacca fu messo il numero del telefono della Padrona Carmela e sul mio era scritto il numero di Padrona Licia. Leccammo i piedi delle due Padrone per ringraziarli dei magnifici regali avuti e leccammo fino a quando non ci fermarono le Padrone. Ci spiegarono che d'ora in poi i nostri nomi erano quelli scritti sulle piastrine . Quello di Cinthia è scritto " vacca da monta e da latte" e sul mio " lecchino". Ci informarono anche che potevamo essere ceduti momentaneamente ad altre Padrone . Ceduti sia singolarmente che in coppia come decideranno le nostre Padrone. Ci diedero il permesso di parlare e noi gettandoci ai piedi delle Padrone rispondemmo che eravamo felicissimi di aver ricevuto queste piastrine e di accettare senza problemi di essere utilizzati come vogliono le Padrone dove siamo utilizzati. Mi diedero anche il permesso di montare la vacca in presenza loro e di continuare fino che lo vogliono loro. Montai la vacca e mentre stavo quasi a eiaculare le Padrone ci fermarono e mi dissero di eiaculare sui loro piedi e la vacca incominciava a leccare i piedi per ripulirli del mio sperma . Ma furono generose le Padrone perché mentre leccava i piedi la vacca veniva fatta godere da un cazzo finto manovrato dalle Padrone.

Questo racconto di è stato letto 2 1 0 9 volte

Segnala abuso in questo racconto erotico

commenti dei lettori al racconto erotico

cookies policy Per una migliore navigazione questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti. Proseguendo la navigazione ne accetti l'utilizzo.