Erotici Racconti

Che notte

Scritto da , il 2017-01-01, genere gay

Era la sera del 26 dicembre,mi trovo in una birreria,sto' guardando con l'aiuto del cell. se trovo un locale gay aperto,ho voglia di trasgredire,sono fidanzato,ma capita che a volte ho voglia di cazzo!
Alle 22.00 apre un locale storico,un gay bar per solo soci,con dark room ,e' spesso pieno di gente,e qualche ottima scopata in passato lo rimediata....
Fisicamente sono un bel tipo,alto con un bel culetto,occhi azzurri e biondo,sono un bel bocconcino,sono appena entrato e gia' mille occhi sono puntati su di me.......
Soni seduto al bancone del bar,quando vedo venire verso di me un gruppo di ragazzi,tra loro anche un uomo sui 50 anni,mi coprono di complimenti,mi offrono da bere,mentre sto' parlando con uno di loro,sento delle mani toccarmi,mi invitano a entrare nella dark e sono assalito mi strappano letteralmente la camicia,e mi trovo con i pantaloni calati in un secondo,sento qualcosa di caldo sfregarmi tra le natiche,ma anche cazzoni belli grossi e duri che strusciano sul mio corpo,mi strizzano i capezzoli,sento delle dita in culo farsi spazio e cercare di allargare il mio povero buchino.Mi dedico intanto a succhiare qualche cazzo,poi decido di uscire dalla dark e il gruppo che stava dentro anche.
Mi offrono di continuo da bere,e soltanto dopo ho capito che mi avevano messo qualcosa nel bicchiere,ho dei vuoti di memoria,ricordo che ad un certo punto mi girava la testa,poi buio completo.
Mi sveglio in un letto,accanto a me due uomini di colore che dormono!
Ma dove cazzo sono? non ricordo nulla,sento pero' un forte dolore al culo,vedo del sangue,poi ero pieno di sperma devo essere stato violentato da piu' persone,non riesco neanche a caminare dal dolore,cerco un bagno e mi lavo con acqua fredda,poi controllo se nel mio cappotto ci sono ancora le chiavi e il portafoglio,per fortuna era tutto ok,torno nella camera da letto,i due stanno per svegliarsi,mi guardano e sorridono,uno di loro mi dice:
Sei stato portato qui da tre uomini,ti hanno inculato a turno,tu eri semi cosciente,poi sono andati via e ci hanno detto che potevamo finire noi,purtroppo eravamo pieni di cocaina e male per te,i nostri cazzi sono molto grandi! e per questo che stai male.
Voglio vedere i vostri cazzi!
Dai se hai voglia ancora di cazzo,noi siamo pronti.....e mostrano fieri i loro cazzi.
In effetti erano grossi,ma sopratutto doppi come una bottiglia,capisco il dolore che devo sopportare,ma adesso che sono lucido senza uso di droghe,voglio gustarmi questi due negroni!
Questa e' la mia disaventura del 26 scorso ma adesso che so' dove abitano i due di colore,quando ho voglia di farmi sfondare di brutto,tornero' volentieri!

Questo racconto di è stato letto 3 5 5 3 volte

Segnala abuso in questo racconto erotico

commenti dei lettori al racconto erotico

cookies policy Per una migliore navigazione questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti. Proseguendo la navigazione ne accetti l'utilizzo.