Incontro.

Scritto da , il 2019-03-11, genere gay

Dopo un po' nei siti gay, mi viene la voglia di succhiarmi un bel cazzo. E' la mia passione segreta... Vado in un post di incontri e trovo un annuncio che mi interessa. Mando una mail e subito dopo ricevo risposta con n. cell. per contattarci. Subito chiamo e ci accordiamo per incontrarci dopo un paio d'ore. Arrivo a casa sua, mi fa entrare e subito dopo ci spogliamo. Sono basito, un cazzo enorme mi si paventa davanti, non sono molto pratico ma di cazzi così non ce ne sono molti in giro. Nudi ci corichiamo sul suo letto e iniziamo a toccarci l'un l'altro, finché abbiamo i cazzi duri, il suo è il doppio del mio sia in lunghezza che in spessore. Mostruoso. Mi spinge la testa verso la sua cappella che inizio a leccare con piacere, poi mi forza le labbra e quasi non riesco a inghiottire quella cappella enorme con un'asta altrettanto enorme. Inizio a leccare e succhiare come una puttana ed in breve lui è tutto tremante pronto per sborrare, cosa che avviene inondandomi la bocca e la gola, non toglie il cazzo, anzi è ancora duro, così devo bere quel mezzo litro di sborro bollente. Poi mi dice che mi vuole, io gli dico che sono vergine e che con un cazzo così mi farebbe morire. Non preoccuparti, di culi vergini ne ho scopati tantissimi e vedrai che alla fine ne vorrai ancora. Mi posiziona alla pecorina ed inizia a lubrificarmi il buco con un gel e con le dita, poi quando per lui sono pronto mi appoggia la cappellona ed inizia a spingere. Un male boia, ma anche la sensazione di piacere nel sentirmi nel culo il suo cazzo rovente. Con un ultimo colpo mi entra tutto facendomi urlare nel rompermi il culo. Poi sta fermo qualche secondo mentre mi masturba piano e mi dice che il peggio è passato, quindi inizia a pomparmi come un toro facendo scorrere il cazzone dentro e fuori di me che ormai sono in tranche e non capisco più nulla. Improvvisamente mi sento il cazzo scoppiare e senza toccarlo inizio a sborrare come una fontana, subito seguito da lui che mi riempie il culo con una colata lavica e finalmente si calma. Esce da me e mi sento vuoto, vado in bagno a risciacquarmi e sento che al posto del culo ho una voragine. Mi chiama e torno da lui che mi dice che è stato bello e che vuol rifarlo, così mi torna a umettare il buco con del gel e subito dopo, di botto, me lo inserisce facendomi nuovamente ululare di dolore e di piacere, poi mi scopa ininterrottamente per mezz'ora finché dice che è pronto a sborrare e subito una nuova caldissima sborrata mi riempi l'intestino. Quella sera mi ha inculato quattro volte tanto che sono andato a casa che non mi reggevo in piedi, ma non so resistere ed ogni tanto torno da lui per una nottata di cazzone in culo che mi fa impazzire di piacere.

Questo racconto di è stato letto 4 1 2 7 volte

Segnala abuso in questo racconto erotico

commenti dei lettori al racconto erotico

cookies policy Per una migliore navigazione questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti. Proseguendo la navigazione ne accetti l'utilizzo.