La coppia anziana.

Scritto da , il 2019-07-22, genere bisex

Sono amico di una giovane coppia la quale abita vicino a me. Un giorno la ragazza mi chiede se posso andare dai suoi per aiutarli per un lavoretto, in quanto lei ed il marito, lavorando entrambi non potevano aiutare i genitori di lei. Non avendo nulla da fare accettai l'invito e mi recai presso di loro. Io sono un sessantenne appena pensionato e loro due sono oltre i settanta, ma portati bene da entrambi. Il lavoro era la sistemazione di un armadio che aveva un'anta cadente, ci volle poco vista la mia esperienza nel settore, ma data la calura pazzesca della giornata appena terminato ero bagnato di sudore. La donna invitò il marito ad andare a prendere qualcosa da bere al supermercato ed a me di andare in bagno per una doccia. Le dissi che non era il caso, ma insistette e così accettai. Mi portò un telo per asciugarmi e mi indicò il bagno. Fu un piacere levarsi il sudore di dosso e rinfrescarsi un po'. Terminata la doccia mentre mi stavo asciugando in bagno entrò la donna e senza dire nulla iniziò a spogliarsi. Quando fu nuda entrò in doccia e iniziò a lavarsi invitandomi a lavarle la schiena. Ero un po' titubante, ma malgrado l'età lei era ancora una donna piacente e vederla nuda mi aveva eccitato alquanto. Levai il telo e mi ficcai in doccia con lei e subito iniziai a saponarle la schiena ed il culo bello grosso. Poi passai davanti a giocare con le sue tettone ancora abbastanza turgide e con due capezzoli enormi. Lei intanto senza girarsi mi segava piano il cazzo che era diventato di marmo, poi si abbassò e mi chiese di scoparla. La infilai al volo entrando nella sua figona bollente e bagnatissima, iniziando a scoparla come si deve. Lei ululava di piacere dicendo che era una vita che non prendeva un cazzo così grosso e duro e mi intimava di andare sempre più forte e di trapanarla tutta. Ad un certo punto ebbe un godimento pazzesco e riversò sul mio cazzo durissimo una cascata di sperma tremando tutta. Poi mi disse: termina inculandomi e facendo sborrare col culo. Le appoggiai la cappella e spinsi entrando facilmente nel suo collaudato buco del culo iniziando a scoparla pure lì. Non ci accorgemmo, ma il marito rientrò e ci trovò intenti nell'inculata. Tranquillo disse: ti sei fatto quella troiona di mia moglie ed io? Si spogliò in un battibaleno e nudo con un bel cazzo ma completamente flaccido ci fece uscire dalla doccia e ci portò in camera. Lì iniziò un casino grandissimo. Facevano a gara per succhiarmi il cazzo, per palpeggiarmi tutto e per invitarmi a scoparli entrambi. Finalmente il cazzo dell'uomo ebbe un po' di vita e subito approfittò per scoparsi la moglie che ululava felice mentre mi invitava ad inculare quel culattone del marito. Così mi misi dietro e appoggiata la cappella al culo dell'uomo, con una leggera spinta, fui tutto dentro di lui...era veramente collaudato e chissà quanti cazzi aveva preso. Fu una scopata memorabile, lui riuscì a rimanere dentro la figa della moglie per un'infinità per poi sborrarle dentro tutto il piacere che aveva nelle palle, mentre anch'io lo riempivo con una colata di sborro bollente.Mai avrei immaginato di passare un tardo pomeriggio così; dopo avermi fatto un pompino alternativamente finché non sborrai loro in gola l'ennesima colata, finalmente ritornai a casa, ma tornai ancora da loro per dei lavoretti che finivano sempre a letto con grande piacere di tutti tre.

Questo racconto di è stato letto 2 1 7 0 5 volte

Segnala abuso in questo racconto erotico

commenti dei lettori al racconto erotico

cookies policy Per una migliore navigazione questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti. Proseguendo la navigazione ne accetti l'utilizzo.