Il momento più bello della nostra vita di coppia.

Scritto da , il 2022-09-22, genere trio

Mi ha avvisato subito. Ho avuto una lunga storia con Marco e sono ancora innamorata, ma lui è stato costretto a fare un'altra scelta perché nella sua leggerezza ha avuto un bambino da Sonia ed ora quello è l'unica cosa che li lega. Come dire, mi metto con te ma sappi che qualora si presentasse l'occasione tornerei subito da lui. Prospettiva agghiacciante, ma la sua bellezza e la sua grazia ebbero il sopravvento sulle eventuali difficoltà nella mia vita di coppia. Scandivo i tempi, ogni giorno che passava aggiungevo un tassello al nostro castello, era uno stillicidio ma speravo sempre nella soluzione positiva. Lei non lasciava trasparire la sua angoscia era dedita totalmente a me ed al mio corpo. Si scopava da pazzi, forse anche per esorcizzare i trascorsi. Andammo a convivere nella mia testa ormai Marco era sparito ed anche lei non ne parlava più. Si lavorava entrambi, al rientro a casa, freddamente "Ho scopato con Marco" Un coltello lunghissimo è penetrato nelle mie carni senza che sanguinassero. Impiegai due minuti per riavermi "E quindi"? "E quindi nulla, una magnifica scopata e mi ha sborrato nella figa" "Me lo dici così"? "Non cadere dalle nuvole, sapevi che se lo avessi rivisto ci avrei scopato, anzi mi ha detto che vuole conoscerti, vuole diventare un tuo amico" "Si così magari ti scopiamo assieme" "Esatto è proprio quello che ha detto" "Faccia tosta"!!! "No sincero come è sempre stato, anzi lui va molto d'accordo con Sonia, sono stata io a chiedergli di essere scopata da te e lui insieme" "Che soddisfazione mi dai, queste parole sono il conforto per un uomo, grazie" "Non fare il tragico stasera viene a casa per conoscerti". Venne la sera e sinceramente ne ricevetti un'ottima impressione, educato, simpatico e forse un po' timido. Contrariamente alla mia Gioia lui non fece nessuna proposta, lei invece "Marco riusciamo a farci una sveltina" "Non sono io a decidere, ho pochissimo tempo, se lui è d'accordo" "Andate pure voi, voglio vedere perché lei è letteralmente pazza di te, vi guardo soltanto questa volta" In un attimo erano nudi sul letto, ora capivo il motivo della pazzia; il cazzo, mamma mia, faceva paura. "Prendi l'olio" disse Gioia e poi ancora "Spalmalo sul cazzo e sulla figa altrimenti non entra" Ubbidii, non avevo alternative, fu una scopata bellissima da vedere, mi feci una mastodontica sega sborrando sulla sua schiena per dispetto. Non fece una piega e disse "La prossima volta mi sborri nel culo mentre scopo Gioia" Come un ko per un pugile , bisex conclamato, ma il cazzo diceva il contrario ed anche Gioia non capì granché. Ci salutammo "Alla prossima". Io e Gioia al momento non avevamo argomenti e stemmo in silenzio, forse era una sorpresa anche per lei, infine sbottò "Con un cazzo del genere gli piace pure prenderlo nel culo, questa è stata l'ultima volta, io e i froci non abbiamo nulla da dirci" "Non esagerare un cazzo così non lo trovi facilmente"..................

Questo racconto di è stato letto 1 9 2 4 volte

Segnala abuso in questo racconto erotico

commenti dei lettori al racconto erotico

cookies policy Per una migliore navigazione questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti. Proseguendo la navigazione ne accetti l'utilizzo.