Scoperto da mio padre, diventai la Troia della famiglia

Scritto da , il 2021-01-24, genere incesti

Salve, mi chiamo Fabio ultimo figlio di tre maschi,25,22,e io 18 anni.
Forse mia madre desiderava così tanto una femmina, ma il destino a voluto che nascessi maschio ma frogio!
Oltre tutto fin dall’età dello sviluppo tra i 13 e 17 anni avevo raggiunto un bel corpo,un bel culetto e con i miei riccioli biondi e occhi azzurri ero un bel bocconcino........
I miei fratelli avevano capito che la speranza di nostra madre di avere una femmina l’aveva accontentata a metà! Ero più una sorellina che un fratello!
Ma tutto ebbe inizio da quando mio padre mi trovo mentre facevo un pompino a un amichetto mio che mi ero portato in garage!
I suoi occhi su di me non me li dimenticherò mai, ma non fece scenate e mi lasciò stare.
Dopo un mese ero in auto con lui in direzione di un centro commerciale,mi appoggio’ una mano sulla gamba e mi disse che lui era orgoglioso di me . A scuola ero bravo e anche se ero nato più femmina che maschio a lui non importava e che nessuno al mondo poteva permettersi di prendermi in giro!
Piansi dalla gioia e lo abbracciai ,ma notai che lui aveva una prosperosa erezione.......
Papà ma ti sei eccitato?
Lui visibilmente imbarazzato non rispose subito ma dopo mi confesso che guardandomi mentre succhiavo il cazzo al mio amico,si era eccitato molto........
Entrammo nel centro commerciale e dopo un po’ andai in bagno, lui mi segui e si mise accanto a me a pisciare nei vespasiani,il mio sguardo cadde sul suo cazzo duro e grande,preso da un raptus lo presi in mano per qualche secondo prima che arrivasse qualcuno!
A casa mio fratello mi fece entrare in camera, chiuse la porta e con tono serio e minaccioso mi disse che ero la vergogna di casa ,che ero una Troia pompinara che voleva provare anche con suo padre!
Ma che cazzo dici? Sei impazzito?
No .ho sentito papà al telefono che parlava con un suo amico e gli stava dicendo quello che sei.e cosa hai fatto al centro commerciale!
Adesso per punizione mi devi far vedere come sei bravo a succhiare i cazzi.....
Il cazzo di Mario era bello ma non grande come quello di papà,ma dovetti sbocchinarlo e ingoiare tutta la sua sborra!
Sei stata brava,ma devi migliorare......
Intanto allenati per bene,magari con papà che al telefono raccontava che era molto eccitato!
Sei un bastardo,uscì incazzato dalla sua camera,ma il mio destino era segnato, diventai la Troia della famiglia facendo pompini a tutti, mia madre era sempre all ‘oscuro di tutto!
Ma il culo me lo a sverginato mio padre.....

Questo racconto di è stato letto 7 4 2 4 volte

Segnala abuso in questo racconto erotico

commenti dei lettori al racconto erotico

cookies policy Per una migliore navigazione questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti. Proseguendo la navigazione ne accetti l'utilizzo.