Vite parallele 27 - Visitata e chiavata in modo pazzesco dal ginecologo.

Scritto da , il 2020-11-20, genere incesti

Non a caso il ginecologo era amico intimo di Serena e di Paul.

Anche lui dal punto di vista sessuale era alquanto originale e trasgressivo e forse proprio per quella sua particolare "perversione" aveva scelto di fare quel mestiere.

Serena mi aveva spiegato che l'uomo riusciva ad eccitarsi solo con le femmine gravide e ovviamente,il suo lavoro gli permetteva di avere prede di ogni genere ed età senza problemi.

La sua abilità nei confronti delle sue pazienti e dei loro mariti era tale,che quasi sempre riusciva a convincerli a frequentare il loro club privé trasformando le mogli in troie ed i mariti in perfetti cornuti.

Naturalmente,quello non sarebbe stato il mio caso che avevo già traformato mio marito in un perfetto schiavo cuckold comunque lei,aveva voluto che fosse lui a visitarmi per il piacere che mi avrebbe dato e per quello che io avrei potuto dare a lui.

-Sai Lory,lui è abituato ad ancontrare molte ragazze ingenue per lo più sposine alla prima gravidanza e questo gli da l'ebrezza di essere lui il loro corruttore che prima le visita,poi le fotte e successivamente apre loro la via della perversione e del dominio sui loro ingenui e sprovveduti maritini.

Per lui tu sei una novità in quanto già troia con in grembo il frutto di un incesto.

Lo voglio proprio vedere in faccia quando mentre ti sta visitando glielo dirò.

Sai tra le sue perversioni vi è anche il fatto che non riuscendo ad eccitarsi se non con una donna incinta,ha dovuto far ingravidare la moglie da un altro proprio nel nostro club prima ancora di sposarsi.

Quel fatto gli aveva permesso di convolare a nozze e di passare 9 mesi meravigliosi con la moglie la quale,dopo il matrimonio,ha dovuto aspettare una nuova gravidanza prima di riprendere i rapporti con lui.

Naturalmente,in quei frangenti non si era mai fatta mancare i cazzi che da noi ha sempre trovato in abbondanza col placet del marito,ovviamente.

Credo che il loro terzo figlio sia proprio opera di mio marito.

La settimana scorsa,quando ha portato la moglie da noi per la monta,ci ha confessato che forse stà guarendo da quella sua mania.

Temo però che nella sua mente si stia facendo spazio una nuova e più interessante perversione.

Ci ha confessato che stà aspettando che la figlia compia i 18 anni per sverginarla lui stesso e metterla incinta.

La ragazza è davvero bellissima,ha un fidanzatino col quale non fa sesso e che non è mai ancora venuta nel nostro club.

Credo che una volta gravida li farà sposare ed anche loro cominceranno a frequentare il nostro tempio del peccato.

Comunque,mancano solo 2 mesi all'evento e sono sicura che ne vedremo delle belle.-

Dopo avermi raccontato tutte quelle cose sul ginecologo,mi aveva fatta vestire in modo molto casto e con un trucco leggero:Dovevo apparirgli una futura mamma matura ma ingenua prima di esplodere con tutta la mia troiaggine.

Quando siamo arrivate nel suo studio,la segrataria stava già uscendo e,quando mi aveva vista in compagnia di Serena,mi aveva sorriso e con un tono tra l'invidioso e l'ironico mi aveva detto:

-Auguri signora e...buon divertimento.-

La ragazza,avrei saputo dopo,era innamorata del dottore e per poterlo avere,anche lei doveva aspettare di rimenere incinta dal cornuto di suo marito.

-Ciao Max,lei è Lory una mia amica e come ti ho accennato al telefono,ha fatto il test e pare che sia incinta.-

-E' sposata la signora?-

-Si è sposata ma il marito è già un cornuto.....una fatica in meno per te!-

Avevano riso entrambi a quella battuta.

-Se il marito è un cornuto,il bambino di chi sarebbe?-

-Di suo figlio!
Lei è stata ingravidata dal figlio col quale ha un rapporto incestuoso.
Non mi fraintendere,èincesto ma è anche amore!-

Mentre faceva le presentazioni,si era avvicinata al medico e gli aveva messo una mano sulla patta dei pantaloni:

-Poi mi ringrazierete tu e il tuo amichetto che ti sta scoppiando nei pantaloni per averti portato questo bel bocconcino maturo ma assai saporito...vedrai tu stesso!-

-Sei una vera diavola Serena e non so come avrei potuto fare senza di te.-

Aveva aggiunto il dottore prima di invitarmi a spogliare.

Mentre la mia amica Serena seduta su una poltroncina si accingeva a godersi lo spettacolo,il medico si era spogliato liberando finalmente,la verga livida,dura e di notevoli dimensioni che sino a quel momento spingeva dentro le mutande.

Prima di cominciare la visita,si era chinato tra le mie cosce spalancate sul lettino ginecologico.

-Che meraviglia sapere che tra queste carnose labbra era rientrato la creatura che da li aveva visto la luce per la prima volta.

E che meraviglia sapere che forse il suo stesso seme vi ha deposto una nuova vita.-

Mentre parlava,aveva un tono tremulo nella voce e vistose gocce di sudore gli segnavano la fronte.

In quel momento,avevo davvero capito il senso delle cose che mi aveva spiegato Serena.

Lui non era solo eccitato ma era infoiato come una bestia.

Arrapato come un animale davanti alla sua femmina che odora di sesso e di umori che portano con se,i segni di una nuova vita.

Col respiro pesante di chi affronta una grossa fatica,mi aveva allargato le grandi labbra della fica e vi aveva affondato il volto per estrarne con la labbra i sapori e col naso il pungente afrore di sesso e di vita.

Poi,dopo un tempo che mi pareva infinito,aveva cominciato a leccarmi e mordere la clito sino a provocarmi un primo devastante orgasmo.

Poi ansimando come se mi avesse già scopata,si era alzato e mi aveva visitata.

-Complimenti signora,lei è incinta e porta in grembo il preziosissimo dono dell'amore di suo figlio.
Lei è una donna privilegiata lo sa?-

Poi,dopo avermi accarezzato l'interno delle cosce procandomi dei brividi,pennellandomi la pelle con la lingua,era risalita sino ai seni "Vorro' anch'io un po del tuo latte" aveva bofonchiato mentre mi succhiava i capezzoli risalendo poi sino alla mia bocca dove,appoggiando le labbra,si era aperto un varco per congiungere la sua lingua alla mia in una vorticosa danza liquida e vogliosa.

Il seguito era stato un crescndo di libidine e piacere intenso,estenuante,e talmente coinvolgente,che desideravo non avesse mai fine.

-Adesso basta ragazzi,vi siete divertiti già troppo per essere la prima volta.
E tu Max se adesso sei così focoso,cosa farai quando nel tuo letto avrai tua moglie e lei con suo figlio?
Anche tu Lory,smettila di cercare il suo cazzo perché se fai così,rimaniamo quì sino a domani.

Tu non lo sai,ma quando è così infoiato non gli si ammoscia mai anche sa ha già sborrato dieci volte....chissà che intrugli prende per essere sempre così potente e carico!?-

Che visita che mi aveva fatto quel ginecologo!

Una visita umidissima e profonda in ogni buco ed anfratto del mio corpo e della mia anima che aveva riempiti di sperma e di impagabile passione.

Al nostro ritorno a casa,mentre eravamo seduti a cena,mi sentivo come estraniata da tutti presa com'ero da quello che mi era successo e dalla smania di portarmi a letto mio figlio per far rivivere anche a lui quelle forti sensazioni provate.

segue

Questo racconto di è stato letto 8 7 6 6 volte

Segnala abuso in questo racconto erotico

commenti dei lettori al racconto erotico

cookies policy Per una migliore navigazione questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti. Proseguendo la navigazione ne accetti l'utilizzo.