Con perseveranza ...

Scritto da , il 2020-10-08, genere trio


Mia moglie ha 24 anni ed io ne ho 26, ci conosciamo da bambini, abbiamo fatto nello stesso posto quasi tutta la
scolaritá,ci siamo fidanzati giovanissimi, sono stato il suo primo uomo e lei é stata per me la mia prima donna.
Molto presto ci siamo resi conto di essere tutti e due malatti di sesso, perche dopo la prima volta non abbiamo
mai piú smesso di chiavare ovunque fossimo, lei mi ha chiesto di prenderla più volte nello stesso giorno ... mi
consideravo un uomo fortunato, con una donna così bella e così vogliosa ... perché devo dire che lei è una falsa magra,
con fianchi armoniosi e femminili, i suoi seni non sono enormi, ma si distinguo un bel po 'della sua figura e sono
incredibilmente duri come se avessero un rinforzo all'interno ... come coppia andiamo d'accordo abbastanza bene, abbiamo
in programma per la nostra vacanza di andare alle isole Mauritius ... il nostro primo viaggio all'estero.

Questo viaggio ha avuto un sfondo piuttosto particolare, perché sia lei che me amiamo molto per arricchire i nostri
incontri d'amore guardare qualche video porno, a lei piace e la eccita molto vedere quei ragazzi neri con quei cazzi
enormi, tanto che ha comprato un dildo nero così grande che fino ad oggi non è stata in grado di farlo entrare nella sua
piccola figa, ma io poi un po 'scherzando e un po 'seriamente ho proposto che forse doveva provare un vero cazzo nero,
prima mi ha detto che ero pazzo o depravato, o forse entrambi ... ma dopo giorni e settimane di avere un discorso simile
su di esso, ha cominciato a convincersi e mi chiedeva se non sarei geloso di vederla cavalcare la "nerchia" di un altro,
l'ho detto che la cosa più importante per me era vederla felice e soddisfatta e che insieme potremmo fare tutto quello
che fosse piacevole per entrambi ... i giorni che seguirono quella conversazione ci siamo amati come conigli, tutti i
giorni, a tutte le ore che ci permettevano i nostri lavori ... finalmente lei decise che poteva provare un ragazzo nero,
ma fuori dalla nostra città, meglio fuori dall'Italia, da qualche parte dove nessuno ci conoscesi ... e così abbiamo
deciso la vacanza nelle Mauritius.

Dopo un lungo volo dall'Italia siamo finalmente arrivati a destinazione, avevamo dieci giorni per soddisfare i desideri
di mia moglie, avevamo una capanna solo per noi, molto discreta dove potevamo portare qualche ospite privatamente,
lo stesso pomeriggio siamo andati a fare una passeggiata per la spiaggia, mia moglie in bikini che lasciava tra vedere
quasi tutto era l'attrazione principale degli sguardi dei ragazzi, lei guardava i ragazzi in costume da bagno dietro i
suoi occhiali da sole, cercando di indovinare quale di loro aveva il cazzo piú grande, un po 'delusi ci siamo ritirati
nella nostra capanna, quella sera siamo usciti a ballare e divertirci un po', senza pensare troppo a cercare qualcuno
da invitare, proprio in quei momenti, lei guardava un ragazzo più grande di noi, probabilmente di circa 30 o 35 anni, aveva
un bel fisico, forse era un atleta, il suo sorriso era ampio e sincero, mia moglie era affascinata da lui, non gli toglieva
gli occhi di dosso e tutto quello che voleva era mettere le mani sul suo corpo, dopo un po' ballavano insieme, lui parlava
un po' italiano, in modo che ha reso più facile per noi comunicare, gli abbiamo chiesto se voleva unirsi a noi nella nostra
capanna per una birra, rispose sì e ringraziò l'invito, mia moglie lo baciò sulla guancia, abbiamo pagato il conto e siamo
andati alla nostra capanna.

Una volta nella nostra capanna, mia moglie l'ha preso per mano e l'ha portato in camera da letto, facendolo sdraiare sulla
schiena sul nostro letto, lui non è nemmeno stato così sorpreso facendo tutto quello che mia moglie gli chiedeva di fare ...
lei si mise a cavallo sulle sue gambe ... gli piaceva sentire la sensualità con cui mia moglie lo trattava ... lei indossava
un pantaloncini jeans molto stretti e una blusa larga annodata sul suo pulsante ventre, non aveva un reggiseno, le tette
della mia bella e giovane moglie tremavano sotto la camicetta ... lui non la toccava, la lasciava fare ... lei sbottono la
camicia, scoprendo il suo scuro petto muscoloso, basso su di lui le sue labbra femminili e delicate per baciargli il petto
facendogli godere con il tocco della lingua avida di piacere nella ricerca di sensazioni nuove e non provate ancora, poi ha
proceduto a tirare giù i pantaloni senza fretta e senza fermarsi fino alle cosce, saltando come una molla di carne un pezzo di
cazzo lungo circa 25 centimetri e grosso come una lattina di birra, mia moglie mise gli occhi di gatta in calore, rimanendo
paralizzata, mordendosi il labbro inferiore e con un sorriso di piacevole sorpresa, mi ha detto ... caro vieni a vedere le
dimensioni di questa cosa !!! ... mi sono avvicinato e in realtà quel cazzo era grosso come un braccio di lei e lungo quasi
tre volte il mio cazzo ... lei molto felice lo toccava con le sue due mani e cercava di baciarlo sui lati perche non era in
grado di farlo alla entrare nella sua bocca come non sarebbe stato in grado di metterlo nella sua figa stretta ... tesoro come
farài a chiavare un cazzo di quelli ? ... ho chiesto ... con tutta la voglia che ho e con molta perseveranza ... rispose lei ...

Il nostro ospite finií di spogliarsi, mia moglie si tolse scarpe, pantaloncini e camicetta, rimanendo completamente nuda ...
l'ha fatta sdraiarsi sulla schiena sul letto con le gambe leggermente divaricate, poi si sedette sul letto, mettendo le gambe
sotto le gambe della mia cara moglie ... gradualmente ha portato il cazzo gigantesco più vicino alla sua figa ... appoggiando
la testa sulle labbra bagnate e vogliose ... ha cominciato a muovere su e giù lentamente e ripetutamente ... fino a quando la
sua testa si è bagnata con gli umori che uscivano dalla sua micetta ... poi spinse più volte ... mia moglie non controllava più i
suoi polsi ne le mani que contorceva pazzescamrnte ad occhi chiusi ... lei godeva ... emisse un grido quando finalmente la testa
é entrata ... un fortissimo orgasmo la colpí facendola tremare dalla testa ai piedi, mentre urlava ansimando e gemendo ... anche
delle lacrime uscivano dai suoi occhi ... contorceva suo corpo e le sue tette tremavano di piacere selvaggio ... si sostenne sui
gomiti e guardò verso la sua passerina allargando di piú le gambe c'era un sorriso di soddisfazione sul suo volto ... e ora c'è il
resto ... disse ... cominciando a muovere suo bacino spingendo in giú ... non aveva piú nessuna paura solo un desiderio folle di
essere impalata in quella nerchia nera ... lui la prese per i fianchi e cominciò a seppellire il suo cazzo in quella micetta tenera,
calda e stretta ... la mia povera moglie ogni quattro o cinque minuti urlava e faceva folle contorsioni in orgasmi potenti, ma era
instancabile, era impazzita nella sua lussuria ... mi sono masturbato due volte in quelle due ore che lui fotteva a mia mogliettina,
poi lei disse ... aspetta voglio provare ad essere su di lui ... posso farlo entrare con il peso del mio corpo ... cosi fece, dopo
un po' era a cavallo su di lui, tenendo in mano quel cazzone enorme e l'ho infilava o cercava di infilarlo nella sua gnocca troppo
stretta, prima in ginocchi e poi sui talloni, ma ad essere giusto ora era entrata almeno dieci centimetri, lei saltellava su e giú
senza fermarsi tranne quando veniva sconvolta dal piacere e da tanti orgasmi che non finivano piú ... lui invece imperterrito,
faceva rallentare mia moglie non volendo venire senza essere fino in fondo a la sua passerrina ... ma senz'altro godeva a chiavare
questa giovane donna cosi vogliosa ... piú di una volta lei lo ha baciato con passione per ringaziare tutti quei modi folli di
chiavare che l'hanno fatta venire tante volte ... dopo quasi quattro ore lei é riuscita a sedersi quasi sui coglioni di lui ...
adesso lui si sedette sul bordo del letto mise le sue braccia sotto le cosce di lei e prese i glutei e si mise in piede, poi
cominció muovere su e giú suo bacino, chiavando con forza mia mogliettina che si afferrava con le sua braccia al suo collo ...
lei gridava come una pazza ... lui con suoni gutturali, cadeva sul letto impalando ancor di piú mia moglie sulla nerchia e
schizzando la sua sborra proprio sul fondo della gnochetta che oramai non era piú tanto stretta ... venivo pure io con la terza
sega della serata ... lei era sfinita sul suo petto poi sul letto lei si mise in posizione fetale ed é rimasta senza forze … lui
si sdraió vicino a lei ... anch'io sfinito, mi addormetai sul divano.

Era presto di mattina. mi sveglia con il suono delle molle del letto, mia moglie a pecorina e lui la chiavava con forza, il cazzo
giá non faceva fatica ad entrare, ma ogni volta che lui spingeva fino in fondo, erano urli ed il suo bacino tremava, i suoi capelli
li coprivano il viso, quindi non riucivo a vedere la lussuria che faceva sentire, asimando e gemendo ... si stava facendo una scorpacciata
di cazzo, lui dopo un po' sborró dentro di lei ... lei presto si accovació frente a lui e lo prese in bocca ...

Sono state delle vacanze indimenticabili. lui é restato con noi per tutto il soggiorno, mia moglie se non é impazzita li, forse le
prossime vacanze in Giamaica lo puo diventar … ma quello sara un'altro racconto ...

Questo racconto di è stato letto 5 5 9 4 volte

Segnala abuso in questo racconto erotico

commenti dei lettori al racconto erotico

cookies policy Per una migliore navigazione questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti. Proseguendo la navigazione ne accetti l'utilizzo.