Nascosto nel bagagliaio

Scritto da , il 2020-04-19, genere gay

Spesso mi diverto usando dei falli in lattice,prediligo quelli che sembrano veri,alcuni sono fatti con dei calchi di attori hard famosi. Ne ho diversi ,due con ventosa abbastanza grandi,uno vibrante, e altri più piccoli che servono spesso per allargare e preparare quelli più enormi.
Dovevo ristrutturare casa e non avevo posti sicuri per nasconderli,non era bello che uscissero fuori davanti a una squadra di muratori..........decisi di nascondere i miei falli di lattice bel bagaglio della mia auto!
Cercai di nasconderli sotto il ripiano dove di solito c’è la ruota di scorta coprendo con stracci vari.
Il destino fu’ crudele ma anche piacevole...... in quanto fui fermato da una pattuglia di polizia,cercavano una Mercedes nera coupe che secondo una soffiata trasportava droga!
La mia era appunto una Mercedes nera coupe!
Mentre due agenti mi stavano letteralmente smontando la macchina cercando sotto i sedili e in ogni posto.... il terzo agente stava rovistando nel bagagliaio!!!!
Ero terrorizzato,quasi quasi avrei preferito avere la droga con me....... il poliziotto era un uomo sui 40 anni , un. Bellissimo uomo alto e con un fisico molto piacevole,poi notai che i pantaloni della divisa e particolarmente attillata e mette in risalto le parti anatomiche.....lui era particolarmente eccitato
Il poliziotto apre il coperchio del bagaglio e vede i miei falli.... io l’osservo molto imbarazzato,lui mi guarda e mi sorride! Chiude il bagaglio e urla hai suoi colleghi che non c’è niente!
Avevo il cuore in gola,lo avrei ringraziato per avere mantenuto il silenzio. Scrivono un verbale e il terzo poliziotto è l’ultimo a firmare e mi consegna il documento. Mi salutano e mi lasciano andare. Notai sul verbale un numero di cellulare scritto sotto la firma dell’agente........
La sera mi faccio coraggio e decido dì chiamarlo,mi risponde e subito capii che ero io...... mi dice che aveva visto i miei falli e si era molto divertito dal pensiero dì vedermi,era eccitato e vuole vedermi.....mi chiede di portare i miei falli.....
Ci organizziamo per la sera dopo,lui abita a 30 km da casa mia e vive da solo,lo devo raggiungere a casa sua.
Sono emozionato,vederlo in borghese sembra un altra persona,ma vedetelo in mutande è molto meglio!
Si confessa e mi dice di essere bsx e di avere qualche storiella ogni tanto.
Vederlo nudo è impressionante,un corpo bellissimo e un cazzo che anche a riposo era enorme, ci baciamo,lui è solo attivo.,per fortuna.......
Dopo averlo fatto venire con uno dei miei pompini,ero pieno della sua sborra in parte bevuta,ma era soltanto l’antipasto! Visto il suo cazzo enorme ,mi propone per facilitare la penetrazione di usare dei falli in lattice che mi ero portato, dopo avermi ben dilatato il buco del culo, il mio poliziotto mi entrò dentro con tutti i suoi 27 cm dì cazzo........ mi scopo per mezz’ora come un martello pneumatico,venne più volte. La notte era appena cominciata..........

Questo racconto di è stato letto 3 0 6 6 volte

Segnala abuso in questo racconto erotico

commenti dei lettori al racconto erotico

cookies policy Per una migliore navigazione questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti. Proseguendo la navigazione ne accetti l'utilizzo.