La puttanella di zio 6

Scritto da , il 2020-04-14, genere incesti

Nel complesso Bruno era un essere abietto, un figuro losco e indecente...ma era Uomo, un uomo con addosso l'odore e il sapore forte e deciso del maschio, attraente perché ripugnante e tanto più attraente quanto più ripugnante. Ed era, perciò, più comprensibile di quanto si possa credere che una giovane cerbiatta, curiosa e depravata come solo una fanciulla in fiore sa essere, si sentisse attratta da un essere così immorale che pareva fatto apposta per far divampare l'incendio in una fica ai primi, violenti, ardori.
Perché si è molto più puttane a 18-20 anni che non a 30 o più e sono molte le bimbe, appena appena più intraprendenti di altre, a caccia di un daddy o di uno zietto esperto che le accudisca in modo discreto e riservato. Hanno il diavoletto in corpo queste birbanti e basta ben poca astuzia per sostituire alle loro manine - con cui stanno sempre a grattarsi i loro due preziosi buchini - un cazzo ben piantato in culo.
E mia nipote era di questa pasta e, anzi, tra le più sporcaccione. Ragion per cui, con sua somma soddisfazione peraltro, l'avrei messa dentro parecchi letti.
"Bruno, non creda che la si vuole biasimare più di tanto. Trovo giusto anch'io che a queste ragazzine così calde si dia da fottere e ritengo che, per la loro migliore educazione, nulla di meglio vi sia di un maturo porco....autorevole, esigente, diligente e perverso nel corrompere, esperto nella ginnastica di Venere e, soprattutto, severo nel punire. Lei sembra figlio di puttana e cinico quanto basta per occuparsi degnamente dello svezzamento di una cerbiatta e, lo ha compreso molto bene, Chiaretta ha un debole per lei. È realmente confusa a causa sua...la desidera con ardore. Appena un ora fa mi ha confessato che sarebbe disposta anche a prostituirsi per lei se glielo chiedesse. Deve sapere che mia nipote è una slave in erba che gode delle maniere forti...il suo ideale di uomo è un farabutto che la umilii, solo così si sente donna. Giusto, Chiara?".
"Vero zio, voglio trasformarmi in una lurida troia per il mio amante".
"Per i tuoi amanti, Chiara. Per che non si è vera zoccola se non si è donna di tutti".
"E allora portami a battere, zio. Portami dai camionisti".
"E tu che ne sai di camionisti, bambolina?".
Intervenne Bruno, ora rilassato e nuovamente eccitato dalla piega che stava prendendo la situazione "Si vede che la mascalzoncella già studiava da zoccola".
Ribattei divertito "Chiaretta, è come dice Bruno? Ti sei fatta già una piccola cultura libertina?".
"Beh, sai zio...passo diverse ore su Internet e ho letto molti resoconti di esperienze piccanti e ho visto tanti video".
"Immagino mentre ti sgrillettavi, briccona...ma dimmi che sai dei camionisti".
Iniziò da brava scolaretta fiera della lezione che ha imparato "Allora zio, ci sono molti mariti o compagni, chiamati cuckold, che di notte accompagnano le loro donne, le sweet, a caccia di maschi nei punti di ritrovo dei camionisti lungo le autostrade. Scelgono i camionisti perché, tendenzialmente, sono tutti uomini decisi, rozzi, molto spesso stranieri. Al cuckold piace vedere la sweet fare la puttanella di più maschi riuniti in branco. A seconda, poi, di quanto è ninfomane e scafata la sweet, quest'ultima si limita a fare seghe e pompini oppure si lascia chiavare. Il cuck è presente mentre la sweet si concede al gruppo: raramente partecipa attivamente, limitandosi a smanettarsi. Ma in molti casi il cuck è una checca che si diverte a sbocchinare e a prenderlo in culo assieme alla compagna...penso, anzi, che in questi casi concedere la sweet è un modo per il cuck di pagarsi il cazzo. Il gioco termina con la sweet, in ginocchio e circondata dai cazzi, che si lascia sborrare in faccia e sul petto. Sarà poi il cuck a ripulirla con la sua lingua oppure a scoparla ancora sporca di sperma".
"Molto brava, Chiara. Dettagliata e tecnica nel linguaggio. Ma dimmi, conosci altri giochi tra il cuck e la propria sweet?".
"Certo, zio...a parte i club prive, dove si pratica lo scambio di coppia o l'orgia, per giocare ci sono i cinema o il car sex...anche qui si passa dal puro esibizionismo al coinvolgimento di uno o più guardoni".
"E brava, Chiara...se mi rispondi a questa domanda ti metto 10. Chi è il bull?".
"Il bull è il fottitore che il cuck recluta per far chiavare la propria sweet".
"Bruno, lei che dice. È preparata Chiaretta?.
"Sua nipote è una grande sporcacciona. Andrebbe fistata la maialina".
"Bruno, lei è un maniaco.Mi vuole sventrare la nipotina, per caso?".
"Se la godrebbe, piuttosto, la depravata. La mia di nipote mi tiene il muso se, almeno una volta al mese, non le apro fica e culo con il pugno fino al polso....e come squirta la negretta quando la lavoro cosi!".
"Bruno, quindi lei ha una nipote di cui si prende cura?"
"Impalo e abbevero una nipote, una nuora e una figlia".
"È un originale Bruno, ci racconti un attimo di sua nipote. Ma tu Chiara, fai la brava padrona di casa, spoglia il nostro ospite che ha la patta che esplode e immagino che pure tu vorresti avere sotto gli occhi quel randello che ti manda in visibilio".
Chiaretta volò da lui e con molta seduzione gli tolse gli indumenti ad uno ad uno, indugiando con studiata lentezza sui boxer prima di sfilarli.
Stava tornando da me Chiara ma il porco la trattenne per un braccio, la strattono' a sé e le mise la lingua in bocca...le stava letteralmente mangiando la bocca. Trattamento che Chiara sembrava gradire molto.
"La sgualdrinella la tengo un po' in io, così può menarmi la minchia".
Rivolta a lei, intanto accucciatasi accanto a lui "Cesso, sega il cazzo..bagna la mano così scivola meglio...che combini, stronza, quando seghi un cazzo la capocchia deve rimanere sempre scoperta...e fai piano che la prima sborrata te la voglio dare in bocca mica in mano...brava puttanella, ci hai preso gusto...con l'altra mano massaggiami i coglioni...li senti quanto sono gonfi, infame? Allunga il dito medio adesso, cacciamelo in culo...che puttana che sei, me lo hai infilato tutto dentro...ahhh, mi stai inculando...sputa sulla cappella, sputa e sega carogna...ahhh".
Mentre mi godevo questa lezione di masturbazione mi ero spogliatoio anch'io e mi stavo smanettando con piacere.
"Ora, mangiacazzi, inghiottilo...che ti voglio affogare".
CONTINUA

Questo racconto di è stato letto 1 0 4 8 7 volte

Segnala abuso in questo racconto erotico

commenti dei lettori al racconto erotico

cookies policy Per una migliore navigazione questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti. Proseguendo la navigazione ne accetti l'utilizzo.