I Vizi Capitali : L'intervista continua

Scritto da , il 2020-01-23, genere interviste

Ricordiamo ai signori lettori che questo articolo del Borgo Quotidiano è anche a cura di : Pifferaio Magico, Gregorio Erizzo, Lucido Delirio, Senzaidentità & Cassandra.


- Dunque signora Ada, ora che non c'è più il signor Carlo spero si senta più libera di parlare.
Anche se, confesso, mi piacerebbe intervistarla in un luogo più privato, invece che in questo caffè.

- Lo dicevo che lei è un bel furbetto. Ma chiariamoci, quando ero libera non avrei detto di no.
Si ricorda un vecchio film ? La casa delle finestre che ridono.. la maestra del paese che si vede all'inizio.. ecco.. ero così.
Adesso però mi trovo felicemente fidanzata, e le esperienze le faccio solo col mio ragazzo, sono seria.

- Ha messo la testa a posto, capisco. Anche la signora Fiorella ? Dicono che siete amiche.

- Soccmel ! Amicissime da tanto ! Lei è un po come me, ci capiamo bene, e si, anche lei ha preso sul serio la sua storia con Guido.
Anzi è proprio per questo che è successo tutto l'ambaradan, io lo so, è stato per la sua serietà con lui.

- Ma dica, spieghi, racconti, se sa come è andata la storia !

- Vede, quel che è successo è che io avevo questo nuovo giocattolo, l'avevo provato già col ragazzo, però volevo anche collaudarlo su un'altra donna, ed ecco che mentre mi trovavo a casa della Fiorella col mio fidanzato è uscito fuori il discorso..

- Qui la situazione si fa appetitosa. E la sua amica si è prestata al collaudo ?

- Fiorella si presta volentieri a queste cose, però ha voluto che ci fosse anche Guido, gli ha telefonato di venir su, ma non è stata chiara, penso che Guido credesse di dover solo vedere una cosa un attimo..

- Ma allora non era nel locale quando sono accaduti i fatti ?

- Noooo ! Ha lasciato uno a sorvegliare credendo di tornare giù subito.
Solo che, poveretto, quando è arrivato ha trovato la sua donna nuda, io sopra di lei, e il mio ragazzo sopra di me col culo per aria e la parrucca da donna in testa.
Ecco.. su questo punto però, non pensi male, povera stella, lo fa solo per fare piacere a me, non per altro !
E insomma, Guido si trova davanti sto burdèl, dimentica tutto, anche il locale aperto di sotto, e si butta nella mischia, no ?
Ma proprio che ci dava di mazzuolo alla cieca che dove colpiva colpiva ! Una roba vè, Io non so neanche quanto tempo sia passato, anche del fracasso, quando è successo tutto, non ci siamo accorti.

- Ah ecco perchè..
Anzi da quel che mi dice, con questo precedente, si capisce anche perchè avesse creduto a quel fotomontaggio di prima..

- Non me lo dica ! Che vergogna ! E' per questo, sa ? All'inizio non volevo mettere in piazza queste cose private, ma quando ho visto quanto è facile cadere nella cattiveria, e anche io, ho capito che dovevo farlo sapere, che Guido non c'entra e non ha fatto male a nessuno. Lui anzi è una delle poche persone qui in paese che siano oneste fino in fondo ! Lo scriva questo.

- Sul fatto che sia pregiudicato cos'ha da dire ?

- Avesse rubato o ucciso qualcuno, ma tutto quel che ha fatto è essersi trovato dalla parte sbagliata in una guerra. Sono altri quelli che dovevano andare in galera, e stanno tra i vincitori.

- Hem..

- Che c'è. Crede che una debba solo pensare a quell'altra cosa e non possa farsi un'opinione ? Gli occhi per vedere cosa è successo in tutti questi anni li ho.

- Ma veramente, no, si, forse.. In realtà è solo che ero rimasto con la testa a quell'altra cosa e non seguivo più. Mi scusi.

- Almeno adesso ha smesso di guardarmi le tette. Sembrava che dovessero rispondere loro.

- A loro modo parlano ! Comunque, ho raccolto quel che mi serviva, ora vado a visitare la pasticceria della sua amica. Viene anche lei ? Posso offrire due cannoncini ?

Questo racconto di è stato letto 9 5 2 volte

Segnala abuso in questo racconto erotico

commenti dei lettori al racconto erotico

cookies policy Per una migliore navigazione questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti. Proseguendo la navigazione ne accetti l'utilizzo.