Foto, video e chiarimenti

Scritto da , il 2018-08-21, genere tradimenti

Un chiarimento.
Secondo me le foto sono eccitanti in se ma se spiegate e messe in un contesto hanno un altro valore.
Mi riferisco alle due immagini che si vedono appena si apre il profilo su: https://www.clips4sale.com/studio/127493/fantasticzozzola.
In una ho ancora i capelli biondo platino, nell’altra sono con i capelli castani.
Sono entrambe di qualche anno fa e e sono relative a episodi già raccontati.
In quella in cui sono bionda e ho i due favolosi cazzi appoggiati sulla lingua sono in motel con tre porci mentre il cornuto era a centinaia di chilometri a casa sua.
Chi mi fa la foto è il terzo porco il quale una volta spenta la macchina fotografica si dedicherà anche lui a me!
Cosa aggiungere? Solo un piccolo particolare: in quel momento ero ancora vergine di culo!!
Dopo qualche minuto un cazzone enorme me lo romperà senza pietà per poi darsi il cambio.
Per chi se lo fosse perso allego una parte del racconto “Ora posso dire di essere una rotta in culo”.
La versione completa è qualche racconto fa.


DIECI.
E qui entra i gioco un trio composto da un certo Paolo, uno che si chiama Max e un terzo che si fa chiamare “Il Libanese”. Paolo è l’organizzatore. Rispetto ad altri non è certo un toro super ma ha dalla sua centinaia di contatti. E’ molto porco cerebralmente, cerca di capire cosa si desidera e in funzione di quello si muove. E’sempre Paolo a contattare Luca offrendosi di portarmi fuori (in motel) e farmi godere insieme ad altri amici.
A Luca non piaceva. Sicuramente perché il tono di Paolo nei suoi confronti era quello con cui ci si rivolge a un cornuto!
Luca rifece lo sbaglio di sottovalutare quanto fossi quanto fossi puttana. Fece decidere a me lasciandomi il loro contatto. Fino a quel momento mi ero limitata ad andare a degli appuntamenti al buio. Anche il momento in cui potevo uscire di casa veniva gestito da Luca. In questo caso con il pretesto di far decidere a me se valesse la pena o meno andare all’appuntamento dovette per forza divulgare il numero del mio cellulare.
Quello che a Luca infastidiva invece a me eccitava!
Questo Paolo mi chiamò quando ero al bar per un caffè con le amiche. Mi alzai ed uscii per parlare.
Mi accordai e non solo accettati le sue provocazioni, ma ci misi il carico.
Il porco debuttò dandomi della zoccola e io gli risposi che così mi eccitava ancora di più.
Ansimante mi chiese come volevo i cazzi e io gli risposi che l’ importante era che fossero belli duri. Chiarii anche subito che dopo avermi fatta godere avrei gradito che mi venissero in bocca.
Ero tornata la ragazza sboccata ed esplicita!
Forse scherzavo, ma forse no, fatto sta che dissi loro che non vedevo l’ora di provare a prenderlo in culo! Dentro di me fremevo dalla voglia di farmi finalmente sverginare il culo!
Ci penso io, si congedò così il maiale.
Poi rientrai al bar con le amiche le quali pensavano fossi rimasta al telefono con Luca. Qualcuna alluse a un poverina sei costretta a sentirti solo al telefono, chissà che voglia hai di fare sesso, ma non potevi trovarti uno più vicino e altre considerazioni di questo genere.
Io sorridevo mentre pensavo: povera scema, se tu sapessi…
Paolo mi disse che sarebbero potuti arrivare a prendermi mezz’ora in anticipo sull’orario precedentemente concordato.
Ero talmente eccitata che mi scordai di avvisare Luca il quale rimase impreparato quando arrivò la prima telefonata. Non poteva immaginare che fossi già all’opera in motel.
Non ebbe nemmeno il tempo di dire pronto che uno dei porci gli fece sentire come godevo, umiliandolo pesantemente. Io avevo due cazzi in figa e non capivo più niente!
Ascolta cornuto come facciamo godere la tua donna, dicevano i porci. E non mentivano. Stavo veramente godendo. Poi riattaccarono.
Improvvisamente furono espliciti e mi dissero ora voltati che ti rompiamo il culo.
Mi misero di fianco. Max aveva un cazzo enorme, soprattutto lungo ma anche bello grosso e duro. In un attimo mi entrò in culo senza vaselina. Un dolore pazzesco e mentre ero dolorante gli altri due lo incitavano a spaccarmi in due a rompermi il culo per bene.
Chiamarono Luca dicendogli un esplicito senti come urla le stiamo spaccando il culo visto che tu non riesci.
Il povero Luca mi sentiva che urlavo dal dolore. Ora ero una rotta in culo ! Senza vaselina quei porci! E con cazzi da dimensioni super! Fu una progressione veloce. Dal male pazzesco passai ad un dolore forte ma sopportabile, progressivamente sempre meno finché quel dolore era diventato gradevole.
Improvvisamente mi piacque da impazzire!
E mentre Max mi martellava il culo, “Il Libanese” mi proponeva il suo in bocca, Paolo fotografava e filmava.
Finché “Il Libanese” mi sborrò in bocca! Poi si diedero il cambio. Tutti e tre decisero di darmi il loro cazzo nel culo. E infine mi invitarono ad andare a cavallo di Max. E mentre gli cacciavo la lingua in bocca sentii armeggiare dietro. Era “Il Libanese” che me lo piantava in culo.
La prima doppietta figa-culo! Impazzivo dalla goduria! Cosa mi ero persa fino a quel momento. Fu lì che decisi che da quel momento ogni volta che mi fosse capitata la possibilità di avere un cazzo in figa e uno in culo non avrei rinunciato.
Paolo fotografava e quando non lo faceva mi dava il cazzo in bocca. In quel caso ero quindi piena: uno davanti uno dietro e uno in bocca!
Chiamarono per la terza e ultima volta Luca apostrofandolo come cornuto e facendogli sentire come godevo mentre ero piena! E io non mi tirai indietro nel ribadirglielo anche al telefono.
Come dicevo poco sopra, mi fotografarono. Lo fecero da un macchina fotografica seria e non con uno sfigato telefono come il mio.
Uscì un vero book degno di una pornostar. Io che limono abbracciata a un porco, completamente nuda! Si aggiungono gli altri due. Una mano completamente dentro la mia figa. La mia lingua fuori su cui si appoggiano due cazzi. Io che godo a cavallo di uno davanti allo specchio. Io in doppia di figa. E poi il primo piano la rottura del mio culo! Il mio viso dolorante. Io che succhio un cazzo mentre altro mi martella ancora il culo. Le mie labbra su cui si vede traccia di sperma segno che mi avevano sborrato in bocca mentre mi inculavano. Compare spesso il telefonino vicino al mio viso mente confermo al cornuto che sto godendo. Ci fu anche un video.
Impressionante quanto fui puttana in quella circostanza !!!
Quando tornai a casa chiami Luca e senza rendermi conto di quanto fosse shoccato. Inoltre ci misi il carico.
Gli dissi che ero una rotta in culo, che avevo provato le doppie sia davanti che dietro, che non pensavo fosse così bello prenderlo in culo e altro ancora.
Solo dopo mi resi conto che era sotto shock. Inoltre i porci gli avevano fatto avere le foto!
Chiamai Paolo e gli dissi di non inviare il video. Sarebbe stato troppo per Luca! Feci giusto in tempo.
Luca lo rintracciò e lo ebbe solo qualche anno dopo quando oramai era tutto cambiato.
Insomma Luca mi disse con un sms che ero troppo puttana anche per un porco come lui.
Mi spiacque e la mattina successiva ero in lacrime a farmi consolare dalle amiche che biasimavano Luca. Ovviamente ignorando tutto il resto.
Riuscii però a ricontattarlo. Il week end successivo andai (ed era la prima volta) da lui.
Gli promisi che mai più avrei fatto la troia e che sarei stata tutta sua. Lui mi disse che era sufficiente che da allora in vanti fossi uscita con solo un porco alla volta.
Il giorno seguente e la prima volta nel letto di Luca mi feci scopare da un prestante militare.
Poi tornai a casa.
Ci fu un periodo di qualche giorno. Breve, molto breve. Ma mi chiesi se fosse giusto quello che facevo. Di tanto in tanto mi sentivo sbagliata, ma durava poco. La voglia di sesso era sempre presente. Sesso porco fatto con maschi altrettanto porci. Giunsi alla conclusione che non stavo facendo del male a nessuno. Eravamo tutti consenzienti. Decisi di non farmi domande alle quali non ero in grado di rispondere. Decisi che era giunto il momento di fare ciò che il mio istinto mi diceva da sempre: fare la troia!

E’ tutto vero! Se vorrete troverete foto e video messe insieme . E’ tutto nel video in ogni piccolo particolare!
Il titolo è “IL VIDEO PIU’ COMPLETO”.
Quella fu la svolta. Se un compagno accetta che la propria donna si fa rompere il culo da estranei è proprio un cornutone!!!

La seconda foto del profilo è quella che mi vede alla pecorina nel istante esatto in cui il porco me lo mette in culo.
Il racconto è “ Montata come una cagna a casa mia”. Se qualcuno ha un poco di occhio guardando le foto e vedendo i video si rende conto che quello che racconto è tutto vero!
La parte interessata al racconto è la seguente:

La sera successiva si propose un certo Andrea. Un cazzo mica male. In una foto mi si vede da vera gola profonda ( ancora bendata !) con il suo cazzo che scompare totalmente in bocca. Solo le palle attaccate alle labbra.
Tolgo la benda , finalmente lo osservo e il tipo se mi piace!!
Mi scopa fissandomi negli occhi e io ricambio. Mi mette alla pecorina prendendomi prima la figa per poi passare al culo. E’ abile oltre che bello. Quando mi incula mi solletica la figa facendomi venire.
Poi mi pompa venendomi sopra. Pompa lentamente non mollando mai lo sguardo. Luca nel filmare è costretto a farlo alle sue spalle in quanto i visi non devono essere visibili ( vogliamo postare i video). Purtroppo per lui stando alle spalle non sente ciò che ci diciamo sottovoce.
So che eravamo d’accordo che il bisbigliare era tra i comportamenti da evitare ma per me è impossibile, quando faccio sesso, impormi delle regole.
Andrea è abile e mi chiede quanto mi piace il suo cazzo e io gli dico che mi fa impazzire. Poi mi anticipa che da li a breve (e sempre standomi sopra) me lo metterà in culo. E’ bravo:il tempo di toglierlo dalla figa e ce l’ho in culo!
Cazzo come piace farmi inculare da sopra. Guardare il porco ansimante mentre mi pompa il culo. Ancora oggi se dipendesse da me dopo la prima sborrata in bocca, mi piacerebbe che la successiva avvenga con il porco di turno sopra di me mentre mi sta facendo il culo.
Mi eccita stuzzicargli i capezzoli, leccargli il petto, limonarlo lingua con lingua finché non sento esplodere il suo cazzone nel mio culo.
Andrea però fatica a venire. E’ evidente che la presenza di Luca lo infastidisce, Luca stesso se ne rende conto e non fa niente per evitarlo.
Io godo ripetutamente mentre il toro se ne va con le palle piene. Ma ci sarà un seguito.

Fu molto utile la presenza del cornuto in quel momento a casa mia, nel caso qualcuno avesse visto entrare quei tre maschi in tre sere diverse avrebbe pensato che fossero amici del cornuto e non certo che venivano per scoparmi!
Recentemente ho postato un video : LA MAMMA ERA ANDATA IN VACANZA E IO…
Nelle preview per qualche secondo si intravede il porco che mi scopa. E’ lo stesso della foto del profilo.
Se vorrete buona visione.
Oggi pomeriggio esco in motel con un toro inedito. Spero di godere. Ah dimenticavo il cornuto starà a casa!!
https://www.clips4sale.com/studio/127493/fantasticzozzola.

Questo racconto di è stato letto 2 7 5 1 volte

Segnala abuso in questo racconto erotico

commenti dei lettori al racconto erotico

cookies policy Per una migliore navigazione questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti. Proseguendo la navigazione ne accetti l'utilizzo.