Un Nigeriano ben dotato

Scritto da , il 2016-05-08, genere gay

Di vu'cumpra e' pieno,sono Senegalesi,Nigeriani i piu' numerosi,anche se a quelli Nigeriani sembrano piu' disponibili......nel senso che basta provarci e si hanno molte probabilita' di portarseli a letto.....
E' il caso di Tahabat un uomo nero alto oltre 1.90 e con due spalle che sembrano un armadio! Lui e' sempre sorridente,mai lo avessi visto insistere nel volermi vendere qualcosa,anzi sono sempre io che lo invito nel mio bar e gli offro sempre qualcosa.
Un giorno mi voleva vendere una borsa,mi disse fai un regalo a tua moglie!
Senti amico mio,io non ho moglie!
Come non hai moglie? sei grande perche' non hai moglie?
Non mi piacciono le donne!!! A me piace questo,e con una mossa veloce,gli tocco il pacco!
Lui mi guarda e sorride,e' incredulo,forse perche' mi vede maschio,per lui i gay sono magari piu' effemminati,ma poi inizia a farmi delle domande,mi chiede cosa mi piace,ecc ecc.
Ormai,lui sa' che a me piace il cazzo,ma viene lo stesso al bar,poi un freddo e piovoso pomeriggio,non passava un anima viva.....lui mi sembro' che avesse voglia!
Si fermo' a lungo,mise la sua mercanzia da una parte e inizio'a toccarsi il cazzo,fino a farlo diventare duro,e lo vedevo bene,poi mi chiese se a me piaceva succhiare,lo guardai e gli risposi che se voleva lo leccavo e succhiavo dalla testa ai piedi,mi sorrise,andiamo a casa tua?
Chiusi il bar,presi il Nigeriano,lo caricai in auto e di corsa a casa mia,doccia veloce,tutti e due,poi lo afferrai per il cazzo,aveva una spada di carne dura lunga e doppia,gli presi in bocca quel cazzone fino a farlo venire,mi sborro' un fiume di sperma caldo e buono,ma il bello doveva ancora arrivare!
Mi inculo' a sangue per delle ore,ero distrutto e il dolore era atroce,ma continuavo a farmi cavalcare ,sembrava un toro,i suoi colpi forti e decisi mi facevano sobbalzare nel letto,mi possedeva come un animale,poi quando fu soddisfatto e sborrato varie volte,mi regalo le sue mutande sporche di sperma,lo ringranziai e lo ripagai con un regalo,le sue mutande sono state per giorni il mio strumento di seghe!
Sniffavo il suo odore di sperma,e pensavo al suo cazzone che mi sfondava,per fortuna spesso vedo il mio Nigeriano e scopiamo di brutto!

Questo racconto di è stato letto 8 6 2 8 volte

Segnala abuso in questo racconto erotico

commenti dei lettori al racconto erotico

cookies policy Per una migliore navigazione questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti. Proseguendo la navigazione ne accetti l'utilizzo.